Rocca di Papa (RM)

Cosa visitare a Rocca di Papa

Alle pendici del Monte Cavo, nel cuore dei Colli Albani, sorge il noto paesino di Rocca di Papa, secondo alcuni erede dell’antica Cabum. Situato a 680 metri,  è il secondo borgo per altezza di tutti i Colli Albani e il suo territorio ricade all’interno del Parco Regionale dei Castelli Romani

Castelli Romani sono da sempre terra di segreti e leggende. Abitate dalle civiltà più remote, poi dai latini ed infine divenute ritiro privilegiato dei patrizi romani, le colline vulcaniche a sud di Roma custodiscono tutt’oggi le tracce delle numerose stratificazioni storiche avvicendatesi nella zona.

Rocca di Papa | Cosa vedere e Come Visitare Rocca di Papa

Rocca di Papa e il suo territorio

Assai conosciuta come tranquilla località di soggiorno, pochi sanno, però, che nel suo territorio si trovano alcuni tra i luoghi più misteriosi e inquietanti del Lazio. Nonostante sia, almeno in parte, formalmente compreso nell’area del Parco Regionale dei Castelli Romani, il territorio di Rocca di Papa è un po’ il simbolo del mancato rispetto verso l’eccezionale patrimonio ambientale dei Colli Albani.

Se da un lato il Monte Cavo, uno più famosi e rappresentativi dell’intera regione, è stato deturpato dalle suddette installazioni, dall’altro, il centro storico di Rocca di Papa (ad eccezione di alcuni angoli del Quartiere dei Bavaresi) ha perso molto dell’originario fascino, a causa dell’intenso e deturpante sviluppo edilizio avvenuto nel dopoguerra. Sviluppo, questo, che ha investito anche i vicini Campi di Annibale, trasformati in pochi decenni in una zona urbanizzata.

Il centro storico di Rocca di Papa

Al di là dell’aspetto paesaggistico, assai importanti, però, sono le opere conservate nel Duomo dell’Assunta, tra cui spicca un dipinto, di autore incerto, che ritrae un Cristo curiosamente “androgino”, con un ben visibile seno (si trova dietro un cancelletto nella prima cappella a sinistra) e che rappresenterebbe, in senso esoterico, la perfezione insita nell’unione tra i due sessi in un’unica entità spirituale.
Altro edificio religioso degno di nota è la piccola chiesa del Santissimo Crocefisso. Finita di restaurare nel 1994, conserva al suo interno importanti opere dell’artista tedesco Theodor Wilhelm Achtermann. Infine si invita a visitare il Santuario della Madonna del Tufo, noto luogo di culto dei Castelli Romani per un’antica leggenda legata alla sua fondazione. La facciata fu realizzata nel 1792 e nel 1810 il santuario fu ampliato ulteriormente. Quello che vediamo oggi è frutto di lavori di restauro e rifacimento risalenti al 1931.

La visita a Rocca di Papa può essere arricchita scoprendo la Fortezza pontificia che fu citata per la prima volta insieme al nome del borgo, in una lettera di papa Lucio III datata al 1181, La fortezza, posta sulla parte più elevata del paese (753 m s.l.m.), subì importanti lavori di restauro avvenuti nei primi anni 2000 hanno permesso di riqualificare il sito, di scoprire nuovi elementi archeologici e di renderlo così fruibile al pubblico.

Cosa visitare nei dintorni di Rocca di Papa

Essendo posizionata nel cuore dei Castelli Romani, da Rocca di Papa è possibile raggiungere facilmente molte bellissime località dei dintorni. Prima fra tutte Ariccia e la famosa “Salita in Discesa”. Meritano sicuramente una visita i graziosi borghi di Nemi  (e il vicino Tempio di Diana) e Castel Gandolfo con le splendide Ville Pontificie e Giardini. Da annoverare, inoltre la storica Albano Laziale, ricca di monumenti di epoca romana. Infine non possiamo che consigliare la visita a Grottaferrata (6,4 km da Rocca di Papa). Infine consigliamo di visitare la chiesa di Santa Maria ad Nives di Palazzolo adiacente all’ex Convento dei Frati Minori Osservati.

Informazioni turistiche

Comune di Rocca di Papa
Corso Costituente, 26
Tel. +39 06.94.28.61.20
Sito Web del comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb