Il Palatino

Cosa vedere e cosa visitare al Palatino

Origini e Storia del Palatino

Il Palatino, uno dei sette colli di Roma, è una delle area archeologiche, insieme al Foro Romano e al Colosseo, più visitate in Italia e nel mondo. Esteso e ricco è il patrimonio architettonico che si può ammirare nel sito: palazzi imperiali e templi delle divinità romane. Un’antica leggenda narra che Roma stessa ebbe origine sul Palatino, avvalorata anche da scavi recenti che hanno messo in luce come già nel 1000 a.C. circa, qui ci fossero delle abitazioni che formavano un villaggio di pochi ettari.

Il Lupercale e il Tempio di Apollo Palatino

La visita al Palatino offre al turista uno spaccato della Roma Imperiale davvero affascinante ma possiamo riscontrare elementi ancora più antichi come ad esempio alcuni resti di fondi di capanne risalenti al VII secolo a.C., scavati nella roccia tufacea del Colle Palatino.

Furono scoperti durante gli scavi del 1948 nell’area prospiciente il Tempio della Magna Mater. Rappresentano uno di più significativi esempi dei primi insediamenti di Roma durante l’età del ferro. Continuando il tour si giunge al Lupercale, una grotta situata ai piedi del Palatino. Trasformata successivamente in un santuario, i Romani veneravano il dio Luperco.

Il complesso dei luoghi di culto del Palatino annovera anche il Tempio di Apollo Palatino promesso in voto da Ottaviano in seguito alla vittoria ottenuta sul Nauloco contro Sesto Pompeo nel 36 a.C. Il tempio era composto da un pronao con sei colonne sulla facciata e ancora oggi sono visibili resti del pavimento marmoreo, le colonne e i capitelli corinzi.

Il Palatino | I Siti Archeologici di Roma

Tempio della Magna Mater, l’Elagabalium, la Casa di Augusto e la casa dei Grifi

Proseguendo la visita al Colle Palatino si giunge al Tempio della Magna Mater o di Cibele. A quel tempo fu edificato, poco dopo, un altro tempio poiché la dea era originaria della Troade. Il culto di Cibele venne spostato ugualmente nel pomerio cittadino l’11 aprile del 191 a.C.

Architetture di un certo interesse sono l’Elagabalium costruito sul lato nord-orientale del Palatino dall’imperatore romano Eliogabalo e dedicato alla divinità Deus Sol Invictus e la Casa di Augusto conosciuta anche come Domus Augustea.

Merita una visita più approfondita la cosiddetta casa dei Grifi chiamata così per via di una decorazione a stucco di una lunetta in cui sono raffigurati dei grifoni. Si tratta di un’antica abitazione romana posta sotto l’ala settentrionale del palazzo di Domiziano. È l’esempio di casa di epoca repubblicana meglio conservato a Roma. Conosciuto anche per le magnifiche pitture, realizzate tra la fine del II e l’inizio del I secolo a.C.

La Domus Tiberiana

La Domus Tiberiana, costruita dall’Imperatore Tiberio, fu il primo palazzo imperiale sul Palatino. Si trova sul lato occidentale del colle Palatino tra il tempio della Magna Mater e le pendici del Foro Romano. La struttura era costituita da vari edifici: la Domus Flavia considerata la parte “pubblica” e ufficiale del palazzo di Domiziano. La Domus Augustana invece era la “zona privata” dell’imperatore e infine lo Stadio. Gli ambienti sono di solito organizzati attorno a un cortile centrale, decorato da magnifiche fontane centrali dalle forme elaborate.

La Domus Severiana e il Settizonio

La Domus Severiana, realizzata da Settimio Severo si estende a sud-est dello Stadio palatino nella Domus Augustana. Oggi si possono ammirare solo le imponenti sostruzioni in laterizio sull’angolo del colle, che creavano una piattaforma artificiale. Da qui si può godere di un magnifico panorama su alcuni dei più importanti monumenti di Roma.

Lo sguardo si apre sull’Aventino fino ad arrivare al Circo Massimo, alle Terme di Caracalla e al Celio. Per finire segnaliamo un piccolo gioiello artistico chiamato il Settizonio, una possente facciata di un ninfeo, il cui aspetto richiama una scena teatrale. Venne costruita da Settimio Severo nel 203 e fu posto come decorazione sulla facciata della Domus Severiana.

Il Palatino | I Siti Archeologici di Roma

Cosa vedere nei dintorni del Palatino

Nei dintorni del Palatino è possibile visitare un numero considerevole di monumenti e siti archeologici, grazie alla sua posizione strategica. Esso si trova a pochi passi dal Foro Romano una delle aree archeologiche più grandi e importanti del mondo. In pochissimo tempo è possibile raggiungere il Colosseo, monumento simbolo di Roma. Nei pressi della Basilica si erge imponente l’Arco di Tito mentre più a nord è visibile la Basilica di MassenzioVicino al Palatino si erge maestoso l’Arco di Costantino. Inoltre su Colle Oppio, dalla parte opposto del Colle Palatino, si estende una delle meraviglie architettoniche della Roma Antica: La Domus Aurea.

Oltre al classico itinerario turistico Colosseo-Foro Romano-Palatino, è assolutamente consigliabile visitare l’Altare della Patria che si affaccia su Piazza Venezia e Palazzo Venezia che ospita il Museo Nazionale del Palazzo di Venezia.
Alle spalle dell’Altare della Patria sorge il Campidoglio dove all’interno del Palazzo dei Conservatori e del Palazzo Nuovo vi sono i Musei Capitolini. Si può abbinare la visita ai monumenti appena segnalati con il Foro di Augusto e la Colonna Traiana, entrambi situati a pochi passi da Piazza Venezia.

Come visitare il Palatino

Prezzi del Biglietto

Vedi tutte le info sulle tariffe e sugli orari di visita del Palatino. Potrai acquistare i biglietti online in modo sicuro, semplice e veloce per vistare Palatino e saltare la coda.

Potrai acquistare anche biglietti “Salta la Coda” oppure tickets per l’accesso rapido e il tour guidato ad uno dei siti archeologici più famosi di Roma.

Acquista ora i biglietti per visitare il Palatino

Orari di visita

La visita al Palatino segue gli orari di apertura del Foro Romano e del Colosseo che riportiamo qui di seguito:

dal 1 giugno al 31 agosto
10.30 – 19.15

dal 1 settembre al 30 settembre
10.30 – 19.00

dal 1°ottobre al 24 ottobre
09.30 – 18.30

dal 25 ottobre al 31 dicembre
09.30 – 16.30

Per maggiori dettagli o per verificare eventuali cambiamenti di orario clicca qui.

Considerando l’emergenza Covid-19 gli orari di ingresso per le visite potrebbero subire modifiche o cancellazioni improvvise. Pertanto si consiglia di verificare SEMPRE sul Sito Web Ufficiale gli orari.

Come raggiungere il Palatino

In autobus: 75, 81, 673, 175, 204

In Tram: 30

In metropolitana: Metro B: fermata Colosseo

Per verificare eventuali cambiamenti dei percorsi e degli orari clicca qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Palatino
Parco archeologico del Colosseo

Piazza S. Maria Nova, 53
00186 Roma
Tel. +39 06.69.98.41 (centralino)
Sito Web: parcocolosseo.it

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb