Il Foro Romano

Cosa vedere al Foro Romano

La Basilica Emilia, La Cura Hostilia, il Tempio di Giano e l’Arco di Settimio Severo

Il tour di visita al Foro Romano può avere molte varianti e seguire percorsi non obbligati salvo seguire l’itinerario classico delle gite turistiche. Tra gli edifici che compongono lo straordinario paesaggio del Foro Romano troviamo la Basilica Emilia. Essa è l’unica basilica civile rimasta dell’epoca repubblicana a Roma anche se oggi il suo aspetto non è quello originale avendo subito lavori di restauro in epoca imperiale. Le altre basiliche simili come la Basilica Porcia, la Basilica Sempronia e la Basilica Opimia sono scomparse.

Camminando tra le rovine possiamo imbatterci nel Tempio di Giano, uno dei luoghi di culto nel Foro Romano, che si trovava presso l’Argileto ed era formato da un arco a due ingressi.

Ai piedi del Campidoglio venne costruita la cosiddetta Curia Hostilia, dove in origine si riuniva il senato romano. Nel 52 a. C. l’edificio fu distrutto da un incendio e successivamente, nello stesso luogo, fu realizzata la Curia Iulia. L’edificio fu terminato nel 29 a.C. e inaugurato da Augusto lo stesso anno.

Tra le rovine del Foro Romano possiamo scorgere ciò che rimane dell’arco di Settimio Severo, un monumento con tre fornici (un passaggio centrale e due laterali più piccoli) posto all’angolo nord-ovest del sito archeologico. Fu costruito tra il 202 e il 203 in onore all’imperatore Settimio Severo e ai suoi due figli, Caracalla e Geta dopo la vittoria ottenuta sui Parti.

Il Foro Romano | I Siti Archeologici di Roma

Il Volcanale, il Tempio di Saturno, il Tempio della Concordia e il Carcere Mamertino

All’interno del Foro Romano troviamo anche il Volcanale, uno dei più antichi luoghi di culto e venne edificato ai piedi del Campidoglio nell’area occupata dal Comitium, per onorare il dio Vulcano. Nel santuario si trovavano un’ara dedicata alla divinità e un fuoco perenne.

Storicamente significativo è anche il Tempio di Saturno edificato nei primi anni dell’età repubblicana ai piedi del Campidoglio. Il Tempio di Saturno è il più antico luogo sacro di Roma dopo il Tempio di Vesta e quello di Giove. La sua consacrazione avvenne tra il 501 e il 498 a.C.

Tra i luoghi di culto romano è incluso anche il Tempio della Concordia edificato all’estremità occidentale del Foro Romano. La sua caratteristica è che il tempio fu dedicato ad una persona e non a una divinità, diventando uno dei primissimi esempi del suo genere a Roma.

Tra i monumenti più noti del Foro Romano spicca il Carcere Mamertino di antichissime origini ed era composto da due piani sovrapposti di grotte scavate alle pendici meridionali del Campidoglio a fianco delle Scale Gemonie. La più profonda è databile tra il VIII-VII secolo a.C. mentre la seconda, sovrapposta alla prima, è di età repubblicana e si estende sotto la chiesa di San Giuseppe dei Falegnami, del XVI secolo.

Fonte Giuturna, Chiesa di Santa Maria Antiqua, Tempio di Vesta e Casa delle Vestali

La colonna di Foca, chiamata così per onorare l’imperatore bizantino Foca fu eretta il 1° agosto del 608 e fu l’ultimo monumento onorario del Foro Romano. Caratteristica è la Fonte di Giuturna, una sorgente realizzata tra il tempio dei Càstori e la Casa delle Vestali. Si trattava di una delle più antiche e importanti della città e Giuturna era una ninfa sorella di re Turno.

All’interno di un complesso di edifici domizianei, nel VI secolo, venne realizzata la chiesa di Santa Maria Antiqua. E’ il più antico luogo di culto cattolico dedicato alla Madonna a Roma di cui abbiamo notizia. Fu abbandonata nell’847 e sulle sue rovine venne costruita la chiesa di Santa Maria Liberatrice nel 1617. Dal suo abbattimento avvenuto nel 1899 emersero le antiche mura.

Il Tempio del Divo Giulio è un tempio dedicato a Gaio Giulio Cesare. La costruzione del tempio iniziò nel 42 a.C. per iniziativa di Ottaviano, figlio adottivo di Cesare, e dedicato il 18 agosto del 29 a.C. Ancora visibili e collocati all’estremità orientale del foro romano, (nei pressi della Casa delle Vestali e alla Regia), sono i resti del Tempio di Vesta che rappresentano una parziale ricostruzione moderna dell’ultima fase dell’edificio, costituiti da elementi originali in marmo completati in travertino.
Accanto al Tempio di Vesta si nota la Casa delle Vestali, sede del Collegio Sacerdotale delle Vestali della Roma antica. Insieme alla Regia formava un complesso chiamato Atrium Vestae.

Tempio di Antonno e faustina, Tempio del Divo Romolo e Arco di Tito

Il Tempio di Antonino e Faustina è un tempio del Foro Romano di Roma dedicato all’imperatore Antonino Pio e alla moglie Faustina maggiore. Si trova a nord della Regia, tra la Basilica Emilia e il Tempio del Divo Romolo. Il tempio fu eretto dopo la morte dell’imperatrice nel 141 e le fu dedicato dal Senato, come ricorda l’iscrizione sull’architrave della facciata.

Il tempio del Divo Romolo si trova sulla Sacra Via Summa, alle spalle del cosiddetto Carcere Repubblicano, tra il tempio di Antonino e Faustina e la Basilica di Massenzio. L’edificio fu costruito con mattoni e coperto con lastre di marmo, asportate durante il Medioevo. Il corpo centrale è di forma cilindrica, coronato da una cupola parzialmente rimaneggiata decorata da un lanternino costruito in epoca moderna. La parte meglio conservata è il portale, affiancato da due colonne di porfido rosso con capitelli corinzi in marmo bianco e una cornice rifinita da dettagli pregiati.

L’Arco di Tito è un arco di trionfo a una sola arcata, uno dei più spettacolari monumenti che costituiscono il Foro Romano ed è uno dei maggiori esempi dell’architettura romana. Venne edificato sulle pendici settentrionali del Palatino. È il monumento-simbolo dell’Epoca Flavia, in cui sono presenti delle evidenti innovazioni in ambito architettonico e artistico-scultoreo.
La visita al Foro Romano serba altre sorprese artistiche  e architettoniche: templi, chiese, fontane, case e piazze. Un vero e proprio libro aperto sulla storia repubblicana e imperiale di Roma. Un luogo affascinante che vi farà rivivere la grandezza dell’impero Romano con la sua fervida produzione artistica e architettonica.

.

Cosa vedere nei dintorni del Foro Romano

Nelle vicinanze del Foro Romano è possibile visitare un numero considerevole di monumenti e siti archeologici, grazie alla sua posizione strategica. Al suo interno, tra le numerose testimonianze architettoniche segnaliamo l’Arco di Tito e la Basilica di Massenzio. In pochissimo tempo è possibile raggiungere il Colosseo, monumento simbolo di Roma. Nei pressi del Colosseo si estende l’altro grande sito archeologico: il Palatino e  l’Arco di Costantino. Vicino al Foro Romano, su Colle Oppio, si estende una delle meraviglie architettoniche della Roma Antica: La Domus Aurea.

Spostandoci fuori dal circuito Colosseo-Foro Romano-Palatino, è assolutamente consigliabile visitare l’Altare della Patria che si affaccia su Piazza Venezia e Palazzo Venezia che ospita il Museo Nazionale del Palazzo di Venezia.
Alle spalle dell’Altare della Patria sorge il Campidoglio dove all’interno del Palazzo dei Conservatori e del Palazzo Nuovo vi sono i Musei Capitolini. Si può abbinare la visita ai monumenti appena segnalati con il Foro di Augusto e la Colonna Traiana, entrambi situati a pochi passi da Piazza Venezia.

Come visitare il Foro Romano

Orari di visita e Prezzi del Bigleitto

Foro Romano
Parco archeologico del Colosseo

Giorni e Orari

dall’ultima domenica di ottobre al 15 febbraio: 8.30-16.30, ultimo ingresso alle 15.30;
dal 16 febbraio al 15 marzo: 8.30-17.00, ultimo ingresso alle 16.00;
dal 16 marzo all’ultimo sabato di marzo: 8.30-17.30, ultimo ingresso alle 16,30;
dall’ultima domenica di marzo al 31 agosto: 8.30-19.15, ultimo ingresso alle 18,15;
dal 1 settembre al 30 settembre: 8.30-19.00, ultimo ingresso alle 18.00;
dal 1 ottobre all’ultimo sabato di ottobre: 8.30-18.30, ultimo ingresso alle 17,30.


Prezzi del Biglietto

Intero: 12,00 €
Ridotto: 7,50 €

Per ulteriori informazioni sul prezzo del biglietto
Sito Web: www.coopculture.it

Come raggiungere il Foro Romano

In Metropolitana
Metro B: fermata Colosseo

Per raggiungere il Foro Romano, verifica le linee e gli orari dei bus cliccando qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Foro Romano
Ente Gestore – Parco Archeologico del Colosseo
Piazza S. Maria Nova, 53
00186 Roma
Tel. +39 06.69.98.41 (centralino)
Sito web: www.soprintendenzaspecialeroma.beniculturali.it

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb