I Musei Capitolini

Cosa vedere e cosa visitare nei Musei Capitolini

I Musei Capitolini formano un complesso di edifici che ne costituiscono la principale struttura museale civica di Roma. Si estende su una superficie espositiva di quasi 13.000 mq e conserva un patrimonio artistico e storico di immenso valore ed è tra i musei più conosciuti al mondo. Furono definiti “musei” in quanto alla già presente collezione di sculture antiche, nel XIV secolo venne aggiunta da Benedetto XIV la Pinacoteca, composta da opere con soggetti prevalentemente romani.

Origini e Storia dei Musei Capitolini

Aperti ufficialmente al pubblico nel 1734, durante il governo di Clemente XII, a tutt’oggi sono considerati il primo museo al mondo in virtù della possibilità di essere visitato non solo dai proprietari ma da tutti. La sede storica dei Musei Capitolini è costituita sia dal Palazzo dei Conservatori che dal Palazzo Nuovo, entrambi visibili dalla Piazza del Campidoglio.
Il 1471 può esse considerato l’anno in cui fu creato il museo, quando Papa Sisto IV fece dono alla città di Roma di una preziosa collezione di bronzi provenienti dal Laterano, compresa la Lupa Capitolina. Questa la fece collocare nel cortile del Palazzo dei Conservatori e sulla piazza del Campidoglio: per questo può essere definito come il più antico museo pubblico al mondo.

I Musei Capitolini | I Musei di Roma

Opere esposte nei Musei Capitolini – Palazzo Nuovo

Nel Palazzo nuovo è conservata la Pinacoteca dei Musei Capitolini tra cui spicca il celebre dipinto del Caravaggio – San Giovanni Battista – e la Lupa Capitolina, simbolo della città di Roma. All’inizio fu ritenuta di origine etrusca, databile intorno al V secolo a.C. ma recenti studi hanno stabilito che sia stata realizzata nel XII secolo. Solo successivamente, forse nel rinascimento, vennero aggiunti Romolo e Remo. Inoltre tra le opere più pregevoli troviamo anche l’imponente testa di Costantino I del IV secolo d.C. e una scultura in bronzo, il Cavallo dal vicolo delle Palme. Capolavoro della scultura medievale è il Ritratto di Carlo I d’Angiò di Arnolfo di Cambio risalente al 1277. Si tratta del primo esempio di ritratto di un personaggio vivente creato in Europa pervenutoci dall’epoca post-classica

Il Palazzo Nuovo si ampliò nel corso del tempo arricchendosi di opere di grande valore artistico, grazie in particolare a collezioni storiche, come la Protomoteca. Trattasi di una serie di busti ed erme di personaggi di prestigio, uomini illustri che Pio VII volle trasferire dal Pantheon al Campidoglio nel 1820;. Poi sono presenti la collezione del cardinale Alessandro Albani e quella di Augusto Castellani nella seconda metà dell’800. Quest’ultima è costituita da reperti in ceramica del periodo arcaico (dall’VIII al IV secolo a.C.), sia di origine etrusca che greca e italica.

Opere esposte nei Musei Capitolini – Palazzo dei Conservatori

Il Palazzo dei Conservatori è situato in Piazza del Campidoglio a destra del Palazzo Senatorio e di fronte al Palazzo Nuovo. All’interno sono innumerevoli le opere che vi si trovano ed è quindi arduo elencarle tutte, ma l’itinerario di visita parte dal pianoterra dove troviamo il cortile poi uno scalone con bassorilievi.
Successivamente ci addentreremo nel Piano nobile composto da: la Sala degli Orazi e Curiazi, Sala dei Capitani, Sala di Annibale, Cappella, Sala degli Arazzi, Sala dei Trionfi, Sala della Lupa, Sala delle Oche, Sala delle Aquile, X-XI-XII – Sale Castellani, XIII e XIV – Sale dei fasti moderni, XV, XVI, XVII e XVIII – Sale degli Horti Lamiani, XIX e XX – Sale degli Horti Tauriani e Vettiani, XXI, XXII e XXIII – Sale degli Horti di Mecenate, XXIV – Galleria, XXV – Esedra di Marco Aurelio, XXVI – Area del Tempio di Giove Capitolino. Infine al secondo piano si estende la Pinacoteca capitolina e il Medagliere Capitolino.

Cosa vedere nei dintorni dei Musei Capitolini

Ovviamente dopo la visita ai Musei non si potrà non ammirare tutte le opere architettoniche e artistiche presenti sul Campidoglio. E’ possibile abbinare la visita dei Musei capitolini con il Vittoriano, il Foro di Augusto, posto su via dei Fori Imperiali e il Museo di Palazzo Venezia ospitato all’interno di Palazzo Venezia. L’edificio si affaccia su Piazza Venezia una delle più note piazze di Roma.

Nelle vicinanze dei Musei Capitolini si possono visitare altri pregevoli monumenti e siti archeologici tra cui il famosissimo Foro Romano, anch’esso disposto su Via dei Fori Imperiali. A circa 350 m dai Musei si trova il Teatro di Marcello. Infine vicinissimo ai Musei Capitolini nei pressi del Foro di Traiano, si potrà ammirare la Colonna Traiana.

Come visitare i Musei Capitolini

Orari di visita e Prezzi del Biglietto

Tutti i giorni
9.30 – 19.30

24 e 31 Dicembre
9.30-14.00

La biglietteria chiude un’ora prima

Biglietto integrato mostra e Musei Capitolini
Intero: 15,00 €
Ridotto: € 13,00 €
Ridottissimo: € 2,00 €

Come raggiungere i Musei Capitolini

In autobus
Tutti i bus per il centro storico: 81, 85, 87, 186, 571, 810, 850, fermata Piazza Venezia

In metropolitana
Metro B: fermata Colosseo

Per verificare eventuali cambiamenti dei percorsi e degli orari clicca qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Musei Capitolini
Piazza del Campidoglio, 1
00186 Roma
Tel. +39 060608

Per info e prenotazioni
Tel. +39 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

Sito Web Ufficiale

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb