Lago di Bolsena (VT)

Cosa vedere al Lago Di Bolsena

Il Lago di Bolsena è situato nel Lazio settentrionale in provincia di Viterbo ad un’altezza di 305 metri s.l.m. È il lago vulcanico più grande d’Europa e del Lazio e il quinto lago d’Italia per estensione con una superficie di 113,5 kmq. La caldera principale, che ha assunto la caratteristica forma ellittica tipica dei laghi di origine vulcanica, è incastonata nel gruppo montuoso-collinare dei Monti Volsini.

All’interno del Lago di Bolsena emergono due isole: l’Isola Bisentina e l’Isola Martana. Pur avendo molti immissari questi sono assai modesti per cui il lago è alimentato per gran parte dalle acque meteoriche. L’unico emissario è il torrente Marta che va a sfociare nel Mar Tirreno nei pressi Tarquinia.

La formazione del Lago di Bolsena è stata assai turbolenta. Avendo origine vulcanica non potrebbe essere altrimenti. Il sistema vulcanico dei Volsini, a seguito delle eruzioni, si svuotò del materiale magmatico e finì per collassare su se stesso creando una grande caldera che nel corso degli anni si riempì di acqua.

lago di bolsena cosa vedere

L’ambiente, la flora e la fauna

Le coste del Lago di Bolsena si presentano sabbiose e in alcuni bervi tratti paludose. La sabbia è generalmente di color nero; colore dovuto alla provenienza vulcanica delle rocce di cui è composta l’antica caldera. Intervallata da calette e insenature, la costa è interrotta in vari punti da suggestivi promontori. Su uno di questi sorge uno dei borghi più caratteristici del lago, ovvero, Capodimonte. Gli altri promontori sono: Punta di Sant’Antonio, Punta San Bernardino e Monte Bisenzio.

Lungo le coste, dove un tempo regnava una fitta boscaglia, il paesaggio ora è intervallato da uliveti, vigne e campi coltivati.  Dove l’ambiente invece è rimasto più selvaggio, possiamo incontrare piccoli boschi di castagni, querce e salici. I canneti che ornano le rive tranquille del lago si trovano un po’ ovunque rendendo l’ambiente ancora più pittoresco. Il Lago di Bolsena, quindi, vanta un ambiente naturale molto vario e pressoché incontaminato che lo rendono, inoltre, uno dei pochi laghi d’Italia a essere completamente balneabile. Questa integrità ambientale, ha consentito, oltretutto, lo svilupparsi di una varietà animale e vegetale difficile da trovare in altri bacini simili.

Nelle acque del Lago di Bolsena possiamo trovare numerose specie ittiche tra cui la tinca, il luccio, le anguille, il cefalo, la lasca oltre che il granchio d’acqua dolce e il gambero di fiume. Questa varietà e abbondanza di fauna lacustre attira durante l’anno diverse specie di uccelli acquatici. Tra gli uccelli migratori sono presenti infatti folaghe, fistioni turchi, svassi maggiori, morette, moriglioni, aironi cenerini e garzette.  Per quelli stanziali possiamo citare soprattutto gabbiani e cigni.

Alla scoperta del Lago di Bolsena

Il Lago di Bolsena, come già accennavamo, può vantare un ambiente naturale quasi incontaminato grazie alla pulizia delle acque che ne garantisce la balneabilità. Questo stesso ambiente ha favorito l’insediamento dell’uomo fin dalla preistoria che ha lasciato tracce inequivocabili della sua presenza passando dal neolitico all’età del ferro attraverso quella del bronzo. Si può ben intuire, quindi, il grande valore che in quest’area può assumere il patrimonio storico, culturale e archeologico.

Il lago appare, oggi, come un vero e proprio mosaico di attrazioni naturalistichestoriche e tradizionali che permettono di assaporare in piena tranquillità uno dei laghi più belli del Lazio. Molte persone, vengono attratte da questi luoghi sia per praticare una delle tante attività sportive (vela, windserf, canoa e pesca) sia per stare in pieno contatto con la natura praticando bird watching e trekking. Per gli amanti delle tradizioni non mancano sagre e rievocazioni storiche che i vari borghi che si affacciano sul lago offrono nel corso dell’anno. Per gli amanti della buona cucina, invece, è possibile gustare una grande varietà di piatti a base di pesce offerti dalle numerose piccole trattorie poste sulle rive.

Il Lago di Bolsena offre una gran varietà di itinerari di carattere sia naturalistico che storico, includendo uno o più borghi tra quelli segnalati, che arricchiranno notevolmente la vostra gita o il week end all’insegna della natura, della storia e della buona cucina locale.

I borghi del Lago di Bolsena

Il borgo più noto tra quelli che si affacciano sul lago è indubbiamente Bolsena con i suoi splendidi scorci verso il lago, i vicoli e la magnifica rocca. A sud troviamo il piccolo centro di Marta e, a poco più di 2 km, sorge Capodimonte, posto in una splendida posizione panoramica.

Bolsena

Il borgo di Bolsena è, senza dubbio, uno dei più suggestivi e pittoreschi del Lazio. Si distingue scenograficamente, sin da lontano, per l’aspetto compatto datogli dal color bruno – dal tono ora carminio ora rosato – della roccia tufacea, in cui si innesta spesso il grigio del peperino. Il centro storico, d’aspetto in parte medievale e in parte rinascimentale, ricco d’arte e mirabilmente conservatosi nei secoli, si presenta assai grazioso al visitatore, con negozi, botteghe, ristoranti dall’aspetto caratteristico e con abitazioni spesso ornate con drappi, fiori e piante. Incantevole soprattutto la zona attorno alla rocca, con scure casette in pietra locale che danno perfettamente l’idea di un antico villaggio peschereccio, e sulle quali incombe da vicino la mole imponente del maniero.

Scopri cosa vedere a Bolsena

Capodimonte

Tra i borghi che si affacciano su Lago di Bolsena, Capodimonte è tra i più piccoli ma anche tra quelli più caratteristici, grazie alla sua particolare posizione, essendo adagiata su un promontorio che si allunga verso il lago. Passeggiando tra i vicoli del borgo, possiamo ammirare splendidi scorci che si aprono verso lo specchio d’acqua più grande del Lazio. Inoltre, Capodimonte è un luogo ideale per trascorrere una gradevole giornata all’insegna della storia e della natura. Grazie all’azione mitigatrice del lago, il clima raramente si presenta caldo in estate o troppo freddo in inverno.

Scopri cosa vedere a Capodimonte

Marta

Il borgo di Marta è situato a 315 metri di altezza in posizione pittoresca sulla sponda meridionale del Lago di Bolsena. Il  borgo medievale è arroccato su un piccolo colle da dove si può avare un bel colpo d’occhio sia sul lago che sulla vicina isola Martana. Le case in tufo, le caratteristiche viuzze, le scalinate e i passaggi, fanno di Marta uno dei borghi più suggestivi della Tuscia. Inoltre, ben visibile sono la grande Torre dell’Orologio di forma ottagonale e i resti della Rocca che Papa Urbano IV.

Informazioni turistiche

Comune di Bolsena
Largo la Salle, 3
Tel. +39 0761.79.51
Sito Web del Comune

Comune di Capodimonte
Piazza della Rocca, 4
Tel. +39 0761.87.00.43
Sito Web del Comune

Comune di Marta
Piazza Umberto I, 10
Tel. +39 0761.87.381
Sito Web del Comune

Cosa vedere nei dintorni del Lago di Bolsena

Nel vasto comprensorio del Lago di Bolsena, oltre ai bellissimi borghi che si affacciano sul lago, troviamo centri storici di significativa importanza turistica e storica come Montefiascone, Valentano e la celebre Civita di Bagnoregio (conosciuta anche con il nome di “Città che Muore”), a circa 15 km a est di Bolsena. A circa 4 km a nord del lago sorge il suggestivo borgo di Grotte di Castro. Infine percorrendo solo 6 km dalle rive del lago possiamo raggiungere Gradoli piccolo ma piacevole borgo circondato da boschi.

Booking.com

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb