Palazzo Farnese a Gradoli

Guida su cosa vedere e come visitare il Palazzo Farnese

Nel cuore del centro storico di Gradoli domina la possente mole di Palazzo Farnese, una delle tante dimore della potente famiglia rinascimentale. È uno dei palazzi più grandi costruiti dai Farnese e oggi ospita il Museo del Costume Farnesiano, il Centro Nazionale di Studi sulla Famiglia Farnese, sontuose sale affrescate, la biblioteca, archivi comunali e il municipio.

La Storia e le Opere Artistiche

Dalle Origini al Regno d’Italia

Fu nel 1571 che il cardinale Alessandro Farnese, futuro papa Paolo III, commissionò ad Antonio da Sangallo il Giovane la costruzione della maestosa struttura nel luogo dove sorgeva un antico castello medievale. Nel 1519 Pier Luigi Farnese, figlio di Alessandro Farnese, sposò Gerolama Orsini, uno dei membri della nobile famiglia. Il Cardinale, come dono di nozze, regalò il palazzo ai neo sposi. Fu utilizzato dalla famiglia anche come residenza per le vacanze.

Palazzo Farnese a Gradoli (VT) | Lazio Nascosto
Il Palazzo Farnese

Il Palazzo Farnese vide il passaggio di numerosi personaggi illustri dell’epoca come Giulia Farnese, il cardinale Alessandro Farnese il Giovane, il cardinale Odoardo Farnese, la duchessa d’Urbino Vittoria Farnese e Margherita Aldobrandini, duchessa di Parma.

A seguito della caduta di Castro avvenuta nel 1649 i Farnese persero la proprietà del borgo che passò sotto lo Stato Pontificio. Per un periodo fu adibito a magazzino finché, nel 1716, papa Clemente XI cedette il Palazzo alla congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri. I Filippini furono i fautori di importanti modifiche strutturali all’edificio incluso la chiusura definitiva dell’antico Loggione.

Nel 1870 Gradoli entrò nel Regno d’Italia e nel 1878 i padri Filippini riuscirono ad acquistarlo all’asta grazie al denaro messo a disposizione di padre Giovanni Battista Polverini detto don Titta.

Nel 1922 l’intervento del Vaticano costrinse don Titta a cedere il Palazzo all’amministrazione comunale di Gradoli che lo impiegò per molteplici scopi: scuola, poliambulatorio, sede di circoli locali, municipio.

Il restauro e il ritorno al suo antico splendore

Una svolta radicale si ebbe a cavallo degli anni ’60 e ’70 quando finalmente ci fu una rivalutazione del valore storico e artistico di Palazzo Farnese. Da ciò prese avvio una serie di restauri avvenuti nel 1986, poi nel 1997 e infine nel 2006 che hanno ridato splendore ad antichi affreschi e dato nuovo lustro al cinquecentesco Palazzo.
Oggi ospita, oltre al Museo del Costume Farnesiano e al Centro Nazionale di Studi sulla Famiglia Farnese, anche l’archivio storico, la biblioteca e ad alcuni uffici comunali. Grazie al suo significativo valore storico e artistico è stato inserito nella rete delle Dimore Storiche del Lazio.

Cosa vedere nei dintorni di Palazzo Farnese

Alla scoperta dei luoghi più belli da visitare vicino a il Palazzo Farnese d Gradoli. Idee e proposte di viaggio per trascorre una giornata o un weekend tra arte, natura, storia e tradizioni…continua il viaggio

Cosa vedere nei dintorni di Plazzo farnese a Gradoli | Lazio Nascosto

Informazioni turistiche

Palazzo Farnese
Comune di Gradoli
Piazza Luigi Palombini 2
01010 Gradoli (Vt)
Tel. +39 0761.45.60.82 / 0761.45.66.28
Sito Web: www.comune.gradoli.vt.it

Museo del Costume Farnesiano
MIBACT
Sede: Piazza Luigi Palombini – 01010 Gradoli (VT)
Tel. +39 0761.45.60.82
Sito Web: www.beniculturali.it/luogo/museo-del-costume-farnesiano

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb