Acquapendente (VT)

Cosa vedere e come visitare Acquapendente

Acquapendente è situata nella zona più settentrionale del Lazio e può essere facilmente raggiungibile sia da Orvieto che da Pitigliano. Acquapendente non ha origini etrusche né romane. Le prime testimonianze storiche, infatti, risalgono al 964 quando Ottone I costruì un castello che poi passò sotto il dominio degli svevi.

La tradizione vuole che la madre dell’imperatore, Matilde, avrebbe favorito la costruzione di un sacello nelle stesse dimensioni del Santo Sepolcro su cui fu in seguito edificata la cattedrale. Successivamente Matilde di Canossa donò la città allo Stato Pontificio.

cosa visitare ad acquapendente

La Cattedrale del Santo Sepolcro

Il patrimonio artistico-archeologico e storico di Acquapendente, nonostante le ridotte dimensioni del borgo medievale, è vario e interessante da visitare. L’edificio religioso più noto del borgo è la cattedrale del Santo Sepolcro, chiamata così poiché al suo interno è custodita una pietra macchiata di sangue che si dice provenga dal Sepolcro di Gerusalemme.

La chiesa è stata edificata tra X e il XI secolo e venne consacrata nel 1149 da Papa Eugenio III. Al turista si presenta dalle antiche forme romaniche ma la sua facciata è tardo barocca e ai suoi lati si innalzano due torri campanarie. All’interno troviamo tre absidi di cui quella centrale venne ricostruita nel settecento mentre quelle laterali nel secolo scorso.

Di notevole pregio e anche il transetto destro, smaltato da Jacopo Beneventano nel 1522 che raffigura il padre eterno adorato dagli angeli. Proseguendo la vista all’interno della Cattedrale del Santo Sepolcro possiamo ammirare un bellissimo coro ligneo, opera di Matteo tedesco, e alcuni bassorilievi. Sotto il presbiterio si trova la cripta del Santo Sepolcro. Inoltre, è da aggiungere che questa è fra le più antiche chiese del Lazio dato che risale alla metà del X secolo.

Le torri di Acquapendente

Accanto alla chiesa troviamo una bellissima torre medievale chiamata Torre Julia de Jacopo ed è ciò che resta della rocca edificata da Arrigo IV; oggi viene utilizzata come spazio espositivo.

Sul colle che si trova alle spalle della cattedrale spicca la Torre dell’Orologio, chiamata anche Torre del Barbarossa che faceva parte del castello imperiale. Nei dintorni si potranno visitare anche la chiesa di Agostino collegata al convento risalente al XIII secolo; fu ricostruita nel settecento dopo che fu devastata da un un incendio.

Le chiese di San Francesco e Santo Stefano

Un altro edificio religioso di grande importanza di Acquapendente è la chiesa di San Francesco. L’originale struttura era composta da un portale gotico, ancora oggi visibile, con una lunetta trilobata; il campanile invece è degli inizi del cinquecento. All’interno della chiesa possiamo ammirare un pregevole crocifisso ligneo del XIV secolo e alcuni affreschi del ‘600 opera del Masini. Infine consigliamo la visita alla chiesa di Santo Stefano, ristrutturata nel 1688 e ricostruita dopo l’ultima guerra; al suo interno viene conservato un affresco di scuola senese con la Madonna in Trono proveniente da Proceno.

I palazzi storici

Il patrimonio artistico di Acquapendente si arricchisce anche di palazzi storici di grande rilievo architettonico come il Palazzo Visconti che si può ammirare passeggiando in via Cesare Battisti. Splendido è anche il Palazzo Comunale di Acquapendente, dove il portico in stile neoclassico fa bella mostra di sé.

Sagre e feste tradizionali ad Acquapendente

Come in tutti i borghi, anche ad Acquapendente rimangono ancora vive le antiche tradizioni. Da non perdere è una tra le più conosciute feste tradizionali del Lazio e del centro Italia, i cosiddetti “Pugnaloni”; una festa popolare di grande impatto visivo e che ogni anno vede la partecipazione di moltissimi turisti che giungono ad Acquapendente per ammirare le particolari pitture su pannelli che vengono poi portati in processione tra le vie del borgo medievale. Uno spettacolo unico e indimenticabile che renderà la visita ad Acquapendente più gioiosa e piacevole.

Cosa visitare nei dintorni di Acquapendente

Nei dintorni di Acquapendente si estendono caratteristici paesaggi collinari nell’Alta Tuscia. I pochi borghi nelle vicinanze offrono spunti di notevole interesse come Orvieto e Pitigliano, entrambi però non in territorio laziale mentre nel Lazio invitiamo a visitare il grazioso borgo di Bolsena con la sua possente Rocca Monaldeschi e il Lago omonimo. A sud del Lago di Bolsena altri centri storici si distinguono per gli scorci suggestivi e le testimonianze storiche di un certo rilievo architettonico come Capodimonte e Montefiascone.
Di grande fascino è il fiabesco Castello di Torre Alfina e il Borgo omonimo (12,6 km), inserito nel club dei Borghi più Belli d’Italia.

Informazioni Turistiche

Comune di Acquapendente
Piazza Girolamo Fabrizio, 17
Tel. +39 0763.73.091
Sito Web del comune 

Centro Visite Torre Julia de Jacopo
Info turistiche
Tel. +39 0763.73.00.65

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb