I Giardini di Villa Lante a Bagniaia (VT)

Alla scoperta dei Giardini di Villa Lante
Un capolavoro del manierismo italiano

A poca distanza da Viterbo (5 km) sorge uno dei più affascinati e incantevoli giardini d’Italia: Villa Lante a Bagnaia. Insieme al Parco dei Mostri di Bomarzo rappresenta uno dei più mirabili esempi di giardino all’italiana in stile manieristico del XVI secolo. Di grande impatto estetico è il giardino antistante Villa Lante le cui decorazioni con piante di bosso saranno più apprezzabili se visti dalle terrazze o dalla villa.

Attualmente Villa Lante è di proprietà dello Stato Italiano, e gestito dal Polo Museale del Lazio. In virtù della sua bellezza è stato votato come parco più bello d’Italia nel 2011.
La fondazione della villa risale al 1511 e fu commissionata dal Cardinale Gianfrancesco Gambara al Vignola. Solo nel 1566 la Villa fu terminata. Il nome attuale le fu attribuito nel XVII secolo quando passò nelle mani di Ippolito Lante Montefeltro della Rovere, I duca di Bomarzo.

I Giardini di Villa Lante a Bagniaia di Viterbo (VT) | I Giardini del Lazio

Villa Lante: i Casini, Fontana dei Mori, Fontana del Pegaso e Fontana del Fiore

Incantevoli e di grande fascino sono i giardini retrostanti i due Casini, che vedono la presenza di numerose fontane adagiate su altrettante terrazze rivolte verso il paese. L’intero impianto idraulico che fornisce acqua alle fontane e alle cascate fu progettato da un vero talento, ovvero Tommaso Ghinucci. La struttura dei giardini fu affidata invece al celebre architetto Pirro Ligorio.

Ma la parte più spettacolare è quella antistante i due Casini dove al centro si erge la complessa Fontana dei Mori, chiamata così per la presenza di 4 mori a grandezza naturale che sorreggono la montagna araldica sormontata da una stella, stemma dei Montalto.
Perfettamente simmetriche, come tutte le decorazioni realizzate con cespugli di bosso, sono le 4 vasche che completano la Fontana dei Mori grandiosa opera del Giambologna. Sul lato destro (per chi entra dall’arco principale), esternamente ai giardini che circondano la “Fontana dei Mori”, si trova la “Fontana del Pegaso”. È una delle più grandi di Villa Lante e deve il suo nome alla statua di Pegaso posta al centro dell’ampia vasca ellittica. Ad arricchire la fontana sono stati collocati 4 angioletti agli angoli opposti al Pegaso. Poco più a sud di questa, vi è la “Fontana del Fiore”.

Villa Lante: la Fontana dei Giganti e la Fontana della Catena

La visita a Villa Lante continua, scoprendo le splendide fontane sulle terrazze posizionate alle spalle dei due Casini ad iniziare dalla “Fontana dei Lumini” per poi proseguire verso la “Tavola del Cardinale” e la “Fontana dei Giganti” altro gioiello artistico della Villa. Il nome è reso palese dalla presenza di due statue giganti a destra e a sinistra della cascata centrale, formata da due salti.

L’acqua che si riversa in essa giunge dalla caratteristica “Fontana della Catena” realizzata nella parte sovrastante la “Fontana dei Giganti”. È composta da una serie di mini cascatelle poste al centro di una scalinata. Al di sopra di questa cascata troviamo la “Fontana dei Delfini”. Sullo stesso livello, a pochi passi, si fa notare la “Fontana del Diluvio” racchiusa tra due strutture coperte con colonne di ordine ionico.

Intorno a questa serie di fontane, terrazze, grottini e statue si estende un piccolo ma idilliaco bosco che cela altre sorprese, tra cui diverse fontane, specie sulla zona superiore. Girovagando nel bosco potremmo ammirare la “Fontana dei Leoncini” (vicina alla terrazza superiore) e poco oltre la “Fontana dell’Abbeveratoio” e la “Fontana del Conservone”, l’una vicina all’altra. Villa Lante, dunque, vi farà immergere in un vero paradiso dove arte e natura si uniscono mirabilmente per dar vita ad uno dei luoghi più belli e affascinanti del Lazio.

Giardini Alti e la Casina del Piacere

I Giardini Alti e la Casina del Piacere costituiscono l’altra parte dei giardini di Palazzo Farnese; un continuum architettonico che completa mirabilmente la visita di tutta la tenuta. La Casina del Piacere si trova in una posizione panoramica invidiabile: da qui si può godere una vista che spazia sul borgo, il palazzo e più in lontananza, la campagna romana. Nata come luogo di caccia, aveva in realtà le stesse funzioni dei Giardini Bassi, ossia distrarsi durante le giornate noiose, organizzare eventi e deliziare gli ospiti del Cardinale. Quando i lavori passarono a Giovanni del Duca, i giardini videro l’aggiunta della Casina del Piacere, le fontane, tra cui quella con il grande bicchiere sormontato dalle due possenti statue, la vasca sottostante e i vari giochi d’acqua. Si presume che egli diede ai Giardini intorno alla Casina un effetto ancor più scenografico, intervenendo architettonicamente tra la Fontana del Bicchiere e la Casina del Piacere.

Cosa visitare nei dintorni dei Giardini

Oltre ai Giardini di Palazzo Farnese non può mancare ovviamente la visita a Caprarola, uno dei borghi più noti della Tuscia. Nei dintorni sono presenti diverse località turistiche che meritano di essere visitate ad iniziare dal Lago di Vico, tutelato da una riserva naturale.
A poca distanza troviamo Ronciglione (6,5 km) mentre dirigendoci verso nord est possiamo raggiungere Fabrica di Roma. Per chi desidera spingersi oltre segnaliamo l’antichissimo borgo di Sutri (12,5 km) e San Martino al Cimino, situato nella zona a nord del Lago di Vico. Infine per gli amanti dell’archeologia invitiamo a visitare la città perduta di Falerii Novi (14,9 km).

Informazioni turistiche

Prezzi del Biglietto

Biglietto intero: € 5,00

Biglietto agevolato: € 2,00 (dai 18 ai 25 anni), fatte salve le agevolazioni previste dal regolamento di ingresso ai luoghi della cultura italiani, consultabili nel sito web del MiBAC.

Ingresso gratuito: Da ottobre a marzo, la prima domenica del mese

N.B. i prezzi del biglietto d’ingresso alla Villa e ai giardini potrebbero subire delle variazioni. Pertanto vi consigliamo di fare sempre riferimento alle informazioni rilasciate sul sito ufficiale di Villa Lante.

Orari di Visita

La visita al Giardino storico è legata agli orari della Villa.

Orario di apertura del Palazzo:
da martedì a domenica

Gennaio 8,30-16,00 | Uscita 16,30
Febbraio 8,30-16,00 | Uscita 16,30
Marzo 8,30-16,30 | Uscita 17,30
1-15    Aprile 8,30-17,30 | Uscita 18,30
16-30  Aprile 8,30-18,30 | Uscita 19,30
Maggio 8,30-18,30 | Uscita 19,30
Giugno 8,30-18,30 | Uscita 19,30
Luglio 8,30-18,30 | Uscita 19,30
Agosto 8,30-18,30 | Uscita 19,30
1-15   Settembre 8,30-18,30 | Uscita 19,30
16-30 Settembre 8,30-17,30 | Uscita 18,30
Ottobre 8,30-17,30 | Uscita 18,30
Novembre 8,30-16,00 | Uscita 16,30
Dicembre 8,30-16,00 | Uscita 16,30

N.B. gli orari di apertura di Villa Lante e dei giardini potrebbero subire delle variazioni. Pertanto vi consigliamo di fare sempre riferimento alle informazioni rilasciate sul sito ufficiale della Villa.

Villa Lante
Ministero dei Beni e le Attività Culturali
Polo Museale del Lazio
Via Jacopo Barozzi, 71
01100 Viterbo – Bagnaia (VT)
Tel. +39 0761.28.80.08
Sito Web di Villa Lante (MiBAC)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb