Bomarzo (VT)

Come visitare e cosa vedere a Bomarzo

Bomarzo grazie soprattutto alla presenza del Parco dei Mostri o Sacro Bosco è uno dei centri storici del Lazio più rinomati e conosciuti. La cittadina sorge nel cuore della Tuscia tra le pendici dei Monti Cimini e la valle del Fiume Tevere.

Posto al confine con l’Umbria il borgo è immerso in un bel paesaggio agreste e ubertoso. Il cuore antico di Bomarzo, dall’aspetto marcatamente medievale, conserva molti edifici caratteristici ed alcuni monumenti, tra cui spiccano per importanza il Palazzo Orsini.

Bomarzo | Cosa vedere e visitare

Le chiese di Bomarzo

Oltre al Palazzo Orsini, il centro storico di Bomarzo offre diversi spunti di visita. Tra questi possiamo citare il Duomo risalente al XV-XVIII secolo, che custodisce, al suo interno, interessanti opere d’arte. Nelle immediate vicinanze del borgo una visita merita l’interessante chiesa medievale di Santa Maria di Montecasoli. Questa si presenta in perfetto stato di conservazione e sorge nella Riserva di Monte Casoli. Nei pressi del Sacro Bosco, invece, sorge la Chiesa di Santa Maria della Valle edificata per ordine della famiglia dei Lante della Rovere nel XVII secolo.

Il Parco dei Mostri o Sacro Bosco

Poco fuori l’abitato di Bomarzo sorge un’opera unica al mondo: il Parco dei Mostri o Sacro Bosco. Questo fu ideato nella metà del XVI secolo dall’architetto Pirro Ligorio. Sono molti gli elementi che concorrono a ritenere il Parco dei MostriSacro Bosco un eminente esempio di itinerario iniziatico dove le metafore incarnate dalle mostruose figure disseminate in tutto il parco paiono ricondurre alla tradizione misteriosofica cinquecentesca. Inoltre, la disposizione delle stesse figure appare, molto probabilmente, non casuale. Anzi, questa sarebbe ragionata scientemente al fine di creare una tensione intellettuale e spirituale in colui il quale voglia inoltrarsi nel percorso “con occhi per vedere”. Per approfondire la conoscenza del Parco dei Mostri e per la sua visita continua a leggere… 

Le feste tradizionali di Bomarzo

Oltre alla festa  del patrono per commemorare Sant’Anselmo Vescovo che viene festeggiata il 24 aprile, il giorno successivo viene disputato il Palio di Sant’Anselmo. In questa ricorrenza, le cinque contrade di Bomarzo (Dentro, Borgo, Poggio, Croci e Madonna del Piano) si sfidano in una tradizione tramandata fin dal XVII secolo.

Sempre il 25 aprile si svolgono sia il corteo storico rinascimentale in costume Vicini Ursini de Castro Polimartij che la Sagra del Biscotto di Sant’Anselmo, una ciambella a base di anice molto dolce e profumata.

Cosa visitare nei dintorni di Bomarzo

Nei dintorni di Bomarzo possiamo consigliare la vista ai graziosi borghi di Soriano nel Cimino (7,1 km) e Vitorchiano (6,5 km). Nei pressi dell’abitato è da segnalare anche la Riserva Naturale di Monte Casoli, che offre escursioni di grande fascino archeologico ed ambientale e il borgo abbandonato di Chia situato nel comune di Bassano in Teverina.

Informazioni turistiche

Comune di Bomarzo
Via Borghese, 10
Tel. +39 0761.92.40.21
Sito Web del comune

Pro Loco Bomarzo
Corso Meonia, 7,
Tel. +39 0761.92.46.66
Pagina Facebook

Sacro Bosco
loc. Giardino s.n.c
Tel. +39 0761.92.40.29
Sito Web

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb