Ronciglione (VT)

Cosa vedere e come visitare Ronciglione

Ronciglione è uno dei più importanti centri storici e turistici che si trovano nelle vicinanze del Lago di Vico. Si estende tra le dolci colline a sud-est del Lago vulcanico a circa 22 km da Viterbo a un’altezza di 441 m. Piacevoli passeggiate sono possibili nel borgo medievale, in particolare vicino la Rocca e il Duomo.
L’anno di fondazione di Ronciglione si può far risalire al 1045, così come suggerito dallo storico Cipriano Manente (sec. XVI). Il primo documento ufficiale in cui è citato il borgo risale invece al 1103.

Le chiese del borgo

Il cuore storico del paese ha mantenuto quasi inalterato il suo aspetto originario. Si possono notare le abitazioni e i vari monumenti costruiti con i tipici mattoni di tufo. Il nostro “viaggio” alla scoperta di Ronciglione ci porta a scoprire la Chiesa di Santa Maria della Provvidenza, un po’ defilata rispetto al centro medievale. Risale all’XI secolo e solo nel 1742 passò all’attuale nome (in precedenza si chiamava Sant’Andrea). Il cambio fu dovuto al ritrovamento di un’immagine di una Madonna con Bambino, in seguito a dei lavori di restauro. Si può ammirare l’effige sull’altare maggiore.

Ronciglione | Cosa vedere e come visitare Ronciglione

Quasi al centro del borgo si erge maestoso il Duomo, edificato nel 1671 in onore di San Pietro e Santa Caterina. In esso sono custodite numerose opere d’arte tra le quali spiccano l’altare sinistro, realizzato con marmi policromi e un trittico quattrocentesco di Gabriele di Francesco raffigurante il San Salvatore benedicente e posto sull’altare destro.
Da vedere è la Chiesa gotica di Sant’Andrea edificata nel XII. Oggi rimangono solo alcune parti tra cui dei frammenti di colonne e capitelli marmorei, la struttura esterna e il campanile realizzato nel 1436.

La Rocca (o I Torrioni)

La Rocca (“I Torrioni”) fu eretta nell’alto medioevo dai Prefetti di Vico, a guardia dell’unico accesso naturale alla città, nei secoli successivi mutò spesso proprietà, destinazione e forma. I maggiori cambiamenti del suo aspetto li subì quando fu sotto la proprietà dei Della Rovere su spinta di Papa Sisto IV. Furono aggiunti, infatti, 4 possenti torri, su ciascun angolo, e un mastio, tutti a base circolare. Grazie a questi cambiamenti il castello fu chiamato popolarmente “I Torrioni“.
Fu centro culturale e politico di una certa importanza, tanto da essere stato luogo di soggiorno di alcuni illustri personaggi. In seguito passò sotto il dominio della santa sede, e da quando fu ceduto nel 1756 al genovese Girolamo Marè, il castello fu lentamente abbandonato.

I Palazzi Storici

Il rinascimentale Palazzo Comunale si colloca tra gli elementi più importanti del panorama architettonico di Ronciglione. I lavori di costruzione finirono nel 1552, e nel corso dei secoli subì varie modifiche in particolare nel 1744. Nello stesso anno fu aggiunto un orologio disegnato dall’architetto Sebastiano Cipriani. Da più di 200 anni ospita l’amministrazione comunale.
Il borgo conserva un altro imperdibile tesoro artistico e architettonico: si tratta del palazzo dei Virgili, posto nell’angolo più caratteristico di Piazza degli Angeli. Una parte della tappezzeria intera è stata ricoperta, nel corso degli anni, da una miriade di ex voto in argento. Furono conservati anche dei registri, con firme e dediche da parte dei visitatori, ma molti andarono persi. Ad oggi solo 5 ne rimangono di cui il più vecchio risale al 1910.

Altri monumenti da vedere a Ronciglione

Possiamo invitare il turista ad ammirare anche la Fontana Grande o degli Unicorni. I cittadini attribuiscono la sua realizzazione al Vignola che utilizzò pietra arenaria. Il suo nome deriva dalla presenza di tre unicorni dalla cui bocca sgorga l’acqua che va a riempire le due vasche sottostanti. Camminando lungo le vie del borgo incontreremo la Porta Romana costruita nel 1618 sempre dal Vignola su ordine del duca Odoardo Farnese.

Cosa visitare nei dintorni di Ronciglione

Non da meno sono i dintorni del borgo di Ronciglione. Da non perdere è Sutri (6,8 km) con il Parco omonimo, una delle aree archeologiche più significative del Lazio. A nord del borgo si trova Caprarola (8,1 km) grazioso e importante centro Cimino celebre per il suo maestoso Palazzo Farnese e i magnifici Giardini rinascimentali.
Alcuni itinerari permettono di esplorare il Lago di Vico (2 km) tutelato da un’importantissima riserva naturale. Infine, poco fuori il centro abitato di Ronciglione (2 km circa), in direzione Roma, si potrà fare una breve visita alla chiesetta romanica di Sant’Eusebio risalente al VII secolo. All’interno sono custodite opere, affreschi e dipinti che vanno dal XII al XVII secolo.

Informazioni turistiche

Comune di Ronciglione
01037 Ronciglione (VT)
Tel. +39 0761.62.901
Fax +39 0761.62.79.97
Sito Web del Comune

Portale Turistico
Sito Web

Mappa

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb