Parco Naturale Regionale Antichissima Città di Sutri

Cosa vedere nel Parco naturale regionale Antichissima Città di Sutri
Uno delle aree archeologiche protette più pregevoli del Lazio

Il Parco naturale regionale Antichissima Città di Sutri nonostante sia la più piccola area protetta del Lazio, custodisce testimonianze di epoca etrusca, romana, medievale e rinascimentale di grande rilevanza storica e archeologica.  Il Parco naturale regionale Antichissima Città di Sutri include il Borgo, l’Anfiteatro Romano, la chiesa della Madonna del Tempio, le Necropoli, la chiesa ipogea della Madonna del Parto, la settecentesca Villa Savorelli e la Chiesa di santa Maria del Monte. Copre una superficie di 7 ettari e dista da Viterbo circa 29 km e 53 km da Roma.

La visita al Parco Naturale Regionale Antichissima Città di Sutri

Sutri

Fulcro principale del parco è il borgo di Sutri, arroccato sopra uno sperone tufaceo. I monumenti principali della città sono la Chiesa di Santa Maria Assunta risalente al XII secolo. Poi abbiamo la Chiesa di San Francesco fondata proprio dal santo di Assisi nel 1222, quella di San Silvestro in stile romanico e San Sebastiano edificata prima del XIII secolo. Altre bellezze artistiche le possiamo ammirare visitando la Chiesa di San Rocco e la chiesa della Santissima Concezione del XVI secolo…scopri di più sul borgo

Anfiteatro Romano a Sutri (VT) | Cosa vedere e come visitarlo

La Necropoli

Lungo la via Cassia, all’interno di un costone tufaceo, prima di arrivare a Sutri (per chi viene da Sud), si aprono 64 tombe realizzate probabilmente tra il I sec. a. C. fino al III-IV sec. d. C., . Esse rappresentano uno degli esempi più consistenti di tombe rupestri di età romana del territorio etrusco-falisco. Sono presenti tombe di varia tipologia (a una camera, a doppia camera, tombe con ingresso ad arco). Scarse e frammentarie sono le notizie inerenti il periodo della loro creazione anche a causa dei numerosi saccheggi e modifiche avvenute nel corso dei secoli che hanno alterato la loro struttura originaria.

L’Anfiteatro Romano

Uno degli elementi architettonici più importanti del Parco naturale regionale Antichissima Città di Sutri è il suggestivo Anfiteatro Romano, un monumento di epoca romana risalente tra la fine del I sec. a.C. e il I d.C.  L’anfiteatro si trova poco dopo la necropoli ma prima di arrivare a Sutri (per chi proviene da Roma). In origine l’anfiteatro mostrava un coronamento finale con diverse strutture decorative ancora oggi parzialmente visibili. Poteva contenere oltre 9000 persone e al tempo del suo massimo splendore l’anfiteatro era decorato con statue e colonne oggi non più presenti…visita l’Anfiteatro Romano

Mitreo – La Chiesa Madonna del Parto

Una dei luoghi più affascinati del Parco naturale regionale Antichissima Città di Sutri è la Chiesa della Madonna del Parto, situata a pochi passi da Villa Savorelli. È una caratteristica chiesa ipogea interamente scavata nella roccia tufacea. Risale al XIII-XIV secolo ma studi archeologici propendono a considerare questo luogo originariamente dedicato al culto del Dio Mitra, risalente al I-II secolo. Infatti la chiesa corrisponde al Mitreo.

Villa Savorelli

Vicino alla Chiesa Madonna del Parto, sorge Villa Savorelli, costruita tra il XV e il XVIII secolo. Abbracciando 3 secoli di storia, in essa sono presenti elementi rinascimentali e barocchi che le hanno permesso di diventare uno delle residenze d’epoca più belle della Tuscia. Costituita su 3 piani oggi è adibita a sede del parco e per ospitare eventi. Sul lato ovest e il lato sud si aprono splendidi giardini all’italiana mentre davanti all’edificio si estende il cosiddetto Bosco Sacro.

Parco Naturale Regionale Antichissima città di Sutri | Lazio Nascosto

Chiesa di Santa Maria del Monte

A pochissima distanza, alle spalle della villa, sorge la chiesa di Santa Maria del Monte. Di origine medievale, fu poi modificata nel 1725 con la costruzione dell’abside e 2 cappelle laterali. Fu modificata anche la facciata, in stile borrominiano, con 2 torri campanarie.

Chiesa della Madonna del Tempio

La chiesa di Santa Maria del Tempio è situata davanti l’abitato, sulla via Cassia. Risale al XIII secolo e il suo nome deriva dal fatto che in passato appartenne ai Templari o Ordine dei Cavalieri del Tempio. Oggi è sconsacrata e l’interno custodisce alcuni affreschi di varie epoche e ospita il centro servizi del parco.

Come visitare l’Anfiteatro di Sutri

Orari di visita e prezzi del biglietto

La visita al parco è libera e gratuita. Per informazioni su orari di visita ed eventuali ingressi a pagamento contattare preventivamente il comune di Sutri, l’ente gestore del parco.

N.B. è possibile che l’ingresso al sito archeologico possa essere limitato o temporaneamente chiuso per motivi tecnici o di sicurezza. Pertanto Vi consigliamo di fare sempre riferimento alle informazioni rilasciate dall’Ente Gestore dell’area archeologica.

Informazioni turistiche

Parco Naturale Regionale Antichissima Città di Sutri
Comune di Sutri

S.S Cassia Km. 50 p.I°  – Villa Savorelli
Tel. +39 0761.63.46.60
Sito Web

Comune di Sutri
Piazza del comune, 32
Tel. +39 0761.60.11
Sito Web del Comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb