Il Quartiere San Pellegrino a Viterbo

Quartiere San Pellegrino: Viaggio nel cuore medievale di Viterbo

Ma il cuore vero di Viterbo è il quartiere medievale di San Pellegrino che oltre ad avere il privilegio di essere tra i meglio conservati in Italia è quello più grande presente in Europa. L’accesso si trova a Piazza san Carlucci.

Le Caratteristiche Architettoniche del Quartiere San Pellegrino

Appena si entra nel quartiere si notano alcune caratteristiche architettoniche come il cosiddetto “profferlo” ossia una scala esterna che permetteva l’accesso alle case al piano superiore, mentre spesso la bottega si trovava al piano terra dell’abitazione. Altra particolarità era il “richiastro” un cortile di servizio dove si affacciavano una o più abitazioni. Particolari sono le “case a Ponte”, abitazioni che uniscono due edifici separati da una strada, creando suggestivi passaggi coperti.

Ad arricchire l’aspetto architettonico del luogo sono le torri, erette a scopo difensivo. In passato le mura non proteggevano tutti i quartieri della cittadina incluso il quartiere di San Pellegrino. Pertanto c’era la necessità di realizzare strutte per difendere i cittadini  come appunto le case-torri alla stregua di piccole fortezze. Tutti gli edifici che si affacciano sulla piazza, compresa la pavimentazione stradale, hanno un aspetto omogeneo poiché stati costruiti con peperino e pietra basaltica, entrambe di origine vulcanica e dal colore grigio scuro.

Il Quartiere San Pellegrino a Viterbo | Cosa visitare

Quartiere San Pellegrino: I Monumenti

La Chiesa di San Pellegrino

Il centro del quartiere è costituito dalla piazza omonima, la chiesa di San pellegrino e il Palazzo degli Alessandri, e sul retro l’imponente Torre Scacciaricci. La Chiesa di San Pellegrino risale al 1045 e attualmente si presenta con un tetto a capanna, un rosone ed un portale sormontato da un arco a tutto sesto e sorretto a sua volta da due esili colonne con capitelli fogliati. Nel 1889 la facciata subì radicali trasformazioni a seguito di lavori di rifacimento ma l’arco a sesto acuto, ben visibile, non è in armonia con il resto della piazza. In seguito subì pesanti danni a causa dei bombardamenti della II° Guerra Mondiale.

Il Palazzo degli Alessandri

Il complesso del Palazzo degli Alessandri, costituito anche da uno stabile con portico, unito a questo tramite un passaggio aereo sostenuto da un mezz’arco, fu realizzato intorno alla prima metà del XIII secolo e si evidenzia la sua funzione aristocratica non avendo le peculiarità delle altre abitazioni del quartiere. Il Palazzo degli Alessandri deve la sua integrità grazie a papa Innocenzo IV. Infatti, nel 1252 egli emanò una specifica bolla, ordinando di non abbattere nessuno degli edifici appartenuti alla nobile casata poiché erano considerati di grande pregio artistico e architettonico.

Il Centro Storico come Patrimonio Mondiale dell’UNESCO

Tra i capoluoghi del Lazio, escluso Roma, Viterbo è quello più ricco di monumenti e di altre affascinanti testimonianze storiche che ne fanno una delle mete turistiche più ricercate della regione, tanto che si sta proponendo di inserire il centro storico e il quartiere san Pellegrino nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Cosa visitare nei dintorni di Viterbo

Numerosissime sono le attrazioni turistiche che si trovano nelle vicinanze di Viterbo. Splendidi borghi come Montefiascone, Vitorchiano, Bomarzo, Soriano nel Cimino, Fabrica di Roma e Tuscania. Da vedere sono le preziose testimonianze storiche e architettoniche del passato come le antiche città, i borghi fantasma, i siti archeologici e i castelli come Norchia, Ferento, Castel d’Asso, Castel Cardinale e il Parco dei Mostri di Bomarzo.

Inoltre grande interesse ambientale e turistico assumo i due grandi laghi della Tuscia: il Lago di Vico a sud e il Lago di Bolsena a nord di Viterbo. In ultimo, ma non per importanza, segnaliamo l’interessante Chiesa di Santa Maria della Quercia a circa 5 km a est del capoluogo. Ricostruita esattamente come l’originale, negli anni ’70 del secolo scorso, è indubbiamente il luogo di culto più importante di tutta la provincia.

Informazioni Turistiche

Comune di Viterbo
Via Filippo Ascenzi,1
01100 Viterbo
Tel. +39 0761.34.81
Sito Ufficiale del Comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb