Il Palazzo dei Papi – Viterbo (VT)

Cosa vedere e come visitare il Palazzo dei Papi

Il Palazzo dei Papi o Palazzo Papale è uno dei monumenti più significativi e conosciuti della città di Viterbo. L’aspetto attuale è dovuto all’ampliamento del palazzo della Curia vescovile cittadina durante il papato di Alessandro IV (1254 – 1261). La causa fu l’ostilità del popolo e della borghesia romana che spinse al papa trasferire la sede della Curia pontificia a Viterbo nel 1257.

L’ampliamento fu disposto e curato dal Capitano del Popolo Raniero Gatti. A lui si deve anche la realizzazione della cosiddetta “Sala del Conclave” il cui nome è legato al più lungo conclave della storia, che iniziò nel 1268 e terminò nel 1271. Di grande eleganza e di elevata suggestione architettonica è la “Loggia dei Papi“, costruita nel 1267 per volontà del Capitano del Popolo Andrea Gatti, durante il pontificato dello stesso papa Clemente IV. L’11 maggio del 1277 una parte di un’ala del palazzo crollò e ferendo mortalmente papa Giovanni XXI, da poco costruita ed avvenuta l’11 maggio 1277.

Viterbo - Palazzo dei Papi | Cosa vedere e come visitare Viterbo

Il Palazzo e la Sala del Conclave

Il Palazzo dei Papi presenta due lati molto diversi l’uno dall’altro: infatti il lato che si affaccia sulla Valle FAUL è alto e maestoso, tuffandosi con possenti contrafforti sulla valle sottostante. Il alto che si affaccia sulla Piazza è più articolato ed armonioso. La Sala del Concave si affaccia sulla piazza e sulla Valle FAUL ed entrambi i lati presentano sei finestre bifore sormontate da altrettante a feritoia. Si può notare la spiccata merlatura superiore della Sala. E’ possibile visitare la sala, accedendo dalla piazza tramite un’ampia scalinata, terminata nel 1267.

Una volta giunti al termine della scalinata ci troveremo davanti ad un massiccio portale con volta a tutto sesto. Sopra il portale, iniziando dal basso, sono disposti uno stemma di San Bernardino, una mensola reggente la statua di un piccolo leone e una lapide quadra in memoria di Raniero Gatti. Alla nostra destra si mostra in tutta la sua bellezza la Loggia dei Papi o delle Benedizioni. Affianco all’entrata c’è un’apertura con cancellata che permette di accedere direttamente al balcone della loggia.

La Loggia delle Benedizioni

La nostra visita al Palazzo dei Papi prosegue ammirando la “Loggia delle Benedizioni” da cui un tempo si affacciava il Papa uscendo dalla Sala del Conclave. Quella che vediamo oggi è solo una parte della struttura poiché nel 1325 sia il tetto e il complesso di archi che si affacciava verso la Valle di FAUL crollarono lasciando la loggia scoperta. Si nota subito la serie di colonnine che formano 7 archi a sesto acuto, che rendono la struttura molto elegante e armonioso alla vista.

Al centro del ballatoio della Loggia è posta una fontana del XV secolo, ornata al bordo del catino con simboli della famiglia Gatti. Sopra il catino più grande insiste una vasca superiore più piccola coronata di getti a forma di testa di leone e sormontata al centro da un pinnacolo. L’intera Loggia delle Benedizioni è sorretta da due archi a sesto ribassato e da un enorme pilastro a sezione ottagonale.

Cosa visitare nei dintorni di Viterbo

Numerosissime sono le attrazioni turistiche che si trovano nelle vicinanze di Viterbo. Splendidi borghi come Montefiascone, Vitorchiano, Bomarzo, Soriano nel Cimino, Fabrica di Roma e Tuscania. Da vedere sono le preziose testimonianze storiche e architettoniche del passato come le antiche città, i borghi fantasma, i siti archeologici e i castelli come Norchia, Ferento, Castel d’Asso, Castel Cardinale e il Parco dei Mostri di Bomarzo.

Inoltre grande interesse ambientale e turistico assumo i due grandi laghi della Tuscia: il Lago di Vico a sud e il Lago di Bolsena a nord di Viterbo. In ultimo, ma non per importanza, segnaliamo l’interessante Chiesa di Santa Maria della Quercia a circa 5 km a est del capoluogo. Ricostruita esattamente come l’originale, negli anni ’70 del secolo scorso, è indubbiamente il luogo di culto più importante di tutta la provincia.

Orari e Prezzi del Bigluetto

Biglietto Singolo:  9,00 €
Ridotto: 7,00 € (ragazzi tra i 12 ed i 18 anni e associati Instagramers Italia)
Scuole: 3,00 € (gratuito per professori e guida turistica. E’ obbligatorio presentare la lettera della scuola su carta intestata)
Gruppi (da 20 paganti): 4,00 €
Gratuito: residenti a Viterbo – ragazzi sotto i 12 anni – disabili muniti di attestazione certificante invalidità superiore al 74%.

Orari

Invernale: 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00
Estivo: 10.00 – 19.00 (Agosto: 10.00 – 20.00)
Ultima ingresso: 45 minuti prima della chiusura
Periodo: Aperto tutti i giorni

Informazioni Turistiche

Polo Monumentale Colle del Duomo
Museo Colle del Duomo – Palazzo dei Papi
Piazza San Lorenzo, 8
01100 Viterbo
Cell. +39 320.79.11.328 / +39 393.09.16.060
Sito del Polo Monumentale

Come Raggiungere il Palazzo dei Papi

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb