Tivoli

Scopri cosa vedere nel centro storico

In tour per scoprire il patrimonio storico e artistico di Tivoli, una delle città più grandi e importanti del Lazio, a pochi km da Roma

In posizione strategica, vicino a importanti vie di comunicazione, Tivoli custodisce uno dei più vasti patrimoni storico – artistici del Lazio (esclusa Roma). Nella parte antica sono presenti numerose chiese e palazzi a cui si aggiungono ville e siti archeologici di fama mondiale. Si trova sulla Via Tiburtina e vicino alla A24 che collega Roma con l’Abruzzo. Inoltre è attraversata dal Fiume Aniene uno dei più importanti affluenti del Tevere. Tivoli si trova a nord – est di Roma, da cui dista circa 34 km, su un colle a 235 metri d’altezza.

Origini e storia

Le origini di Tivoli sembrano risalire al 1215 a.C. quando si sviluppò il primo insediamento stabile. Le prime strutture fortificate invece, a opera dei Siculi, sorsero vicino al Fiume Aniene. In seguito furono realizzate quelle fortificazioni presenti nell’attuale contrada di San Paolo (presumibilmente nei secoli XI-X a.C.) e successivamente, furono create l’acropoli e altri edifici antichi tra i secoli VIII e VII. Ancor oggi la contrada dell’antica acropoli si chiama Castrovetere. Tivoli si unì alla Lega Latina e nel IV sec. a.C. si contrappose a Roma per impedire la conquista del Lazio. Nonostante la sua strenua difesa la città fu sconfitta e sottomessa definitivamente da Roma.

Tivoli (RM) | Alla scoperta dell'antica Tiber | Lazio Nascosto
Tivoli al tramonto

Cosa vedere a Tivoli: Le architetture Sacre

La Cattedrale di San Lorenzo

Molto del vasto patrimonio storico di Tivoli è rappresentato dalle numerose architetture religiose. Tra i principali luoghi di culto dell’antica Tiber, la Cattedrale di San Lorenzo o Duomo è senza dubbio quella con la più alta rilevanza religiosa. Risalente al medioevo ha nel suo alto quanto splendido campanile romanico di 45 metri, il suo elemento più significativo. Custodisce capolavori artistici di tutto rispetto come “La Deposizione”, una scultura lignea del XIII secolo e visibile nella IV cappella della navata destra, il “Trittico del Salvatore” raffigurante il Cristo, la Vergine e San Giovanni Evangelista, realizzato nel XII secolo (terza cappella della navata sinistra).

La chiesa di San Biagio

Da non perdere la chiesa medievale di San Biagio di Tivoli (XIV secolo) affacciata su Piazza del Plebiscito. La facciata è caratterizzata da un portale centrale e un rosone a cui si aggiungono un orologio romano e una meridiana. L’interno a un’unica navata custodisce pregevoli opere come la settecentesca tela di “Santa Caterina d’Alessandria”, un quadro del “Santissimo Nome di Gesù”, e il Fonte Battesimale. Di alto valore artistico sono anche gli affreschi della “Gloria di San Tommaso d’Aquino” e la “Madonna in Gloria”.

La chiesa di San Pietro alla Carità

Nonostante i danni causati dal bombardamento del 1944, la Chiesa di San Pietro alla Carità si fa notare per il suo inconfondibile stile romanico ben rappresentato dalla facciata in cortina muraria di mattoni e dal mirabile campanile con finestre a tutto sesto. Appena entrati si notano il pavimento cosmatesco e le affascinanti opere d’arte collocate vicino l’abside, come il “Cristo crocifisso tra la Madonna e San Giovanni Evangelista” del XIV secolo e la trecentesca “Madonna in trono fra i santi Pietro e Paolo”. Oggi possiamo ammirare la chiesa dopo i restauri del 1951.

Tivoli (RM) | Alla scoperta dell'antica Tiber | Lazio Nascosto
Scorcio caratteristico della zona più antica della città

La chiesa di San Silvestro e la chiesa di Santa Maria Maggiore

Passeggiando tra i vicoli e le case del centro storico di Tivoli, il nostro sguardo verrà catturato dalla Chiesa di San Silvestro, edificata nel XI-XII secolo. Si nota la facciata romanica con un portale e tre finestre al centro. L’interno, suddiviso in tre navate da due file di colonne in marmo, conserva alcuni affreschi nell’abside risalenti al XII secolo.

Di grande rilievo storico ed estetico è la Chiesa di Santa Maria Maggiore che si affaccia su Piazza Trento, a pochi passi da Villa d’Este. Una splendida facciata con un bel campanile di mattoni rossi introducono il visitatore al luogo di culto più bello della città. All’interno son custodite pregevoli opere d’arte a cominciare dal pavimento cosmatesco del XIII secolo e la “Tomba di Ippolito II d’Este”. Inoltre invitiamo ad ammirare anche l’affresco raffigurante la “Madonna con Bambino”, posto nel tabernacolo rinascimentale, il “Polittico della Vergine” e altri dipinti e tavole.

I Castelli e le Rocche

Rocca Pia

Alle architetture religiose di Tivoli si uniscono altri edifici storici e tra questi, la Rocca Pia, è quella più spettacolare. Situata nella parte più meridionale del centro storico, fu costruita nel 1461 per volontà di papa Pio II Piccolomini. Spiccano le 4 torri circolari di diverse dimensioni; la più alta supera i 36 metri d’altezza. L’interno di ciascuna torre ha diverse stanze sovrapposte (6 la più grande, 5 la torre media e 3 le due più piccole). Le torri sono collegate da dei muraglioni che delimitano un cortile interno. Rimasta inutilizzata per molti anni, finalmente ha avuto la giusta rivalutazione con l’apertura al pubblico avvenuta nel 2018.

Tivoli (RM) | Alla scoperta dell'antica Tiber | Lazio Nascosto
Scorcio del centro storico e le cascate

Le Aree Archeologiche da vedere a Tivoli

Anfiteatro di Bleso

Alle spalle della Rocca Pia si trova l’Anfiteatro di Bleso, costruzione di epoca romana risalente al II secolo e poteva ospitare fino a 2000 spettatori. Si riteneva che qui ci fosse anche una “schola gladiatorum” ma nessuna traccia della sua esistenza è stata mai trovata. Scoperto nel 1948 durante alcuni lavori stradali, oggi sono visibili pochi resti, poiché venne distrutto per la costruzione della Rocca Pia.

Le ville Storiche di Tivoli

Molti altri elementi artistici e architettonici di Tivoli si trovano nelle due ville storiche: Villa d’Este e Villa Gregoriana. In esse troviamo templi, cascate, fontane, palazzi e altri element artistici e architettonici che ampliano notevolmente il patrimonio storico della città. Poco distante dalla cittadina (poco più di 5 km) sorge Villa Adriana, un complesso monumentale voluto e realizzato dall’imperatore Adriano nella prima metà del II secolo d.C.; è una delle aree archeologiche più estese e importanti d’Italia.

Cosa visitare nei dintorni

Principale attrazione turistica nei dintorni di Tivoli è la già citata Villa Adriana (5,7 km), una delle aree archeologiche più grandi e significative della regione e d’Italia. A circa 3 km si estende la Villa di Quintilio Varo, seconda solo a Villa Adriana, con i suoi 6 ettari di superficie. Fu per volontà di un’eminente figura della classe imperiale che iniziò la costruzione del complesso a partire dalla fine dell’Età Repubblica fino al II secolo d.C. Infine, tra i siti archeologici, consigliamo di visitare Gabi (18,1 km) sulla Via Prenestina, tra Roma e Gallicano del Lazio.
Tra i borghi consigliamo la visita a San Gregorio da Sassola (11,1 km) grazioso quanto importante centro dei Monti Prenestini. Poco distante troviamo anche Castel Madama (7,7 km) e San Polo dei Cavalieri (12,5 km), borgo collinare a sud dei Monti Lucretili. Questi ultimi sono tutelati dall’omonimo parco naturale regionale che custodisce ambienti dal significativo valore ecologico come i Laghetti di Percile o Lagsutelli, raggiungibili a piedi tramite una sterrata che parte da Percile. Quest’ultimo è un incantevole borgo montano che è stato inserito con merito tra i Borghi più Belli d’Italia.

Informazioni turistiche

Comune di Tivoli
Piazza del Governo, 1
Tel. +39 0774.45.31
www.comune.tivoli.rm.it

Ristoranti, Trattorie e Pizzerie

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb