Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili

Parco Naturale dei Monti Lucretili: Natura selvaggia a pochi km da Roma

I Monti Lucretili appartengono alla lunga catena del Pre-Appennino Laziale e sono in buona parte tutelati dal Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili. L’area protetta si estende per circa 18000 ha, la seconda per vastità dell’intera regione.

Le Montagne del Parco

Dal punto di vista orografico spiccano le due dorsali principali che culminano rispettivamente nel Monte Pellecchia (1368 m.) e nel Monte Gennaro (1271 m.), cui si affiancano i massicci minori del Serrapopolo (1180 m.) e della Cima Cesarene (1191 m.). Ricoperti da vaste estensioni boschive (faggete, leccete, tratti di vegetazione mista, ecc.), questi verdi rilievi lasciano tuttavia spazio ad altopiani ed alpeggi (frequentatissimo il “Pratone” del Gennaro), ove è evidente la natura carsica del terreno.

Borghi, Abbazie e Castelli

Il Parco Regionale dei Monti Lucretili si trova a poche decine di chilometri da Roma ma è già completamente “altro” dai suoi ritmi. Se i paesi situati nel versante più meridionale del massiccio, ossia Marcellina, Palombara e la stessa Moricone, risentono della prossimità a Roma, quelli più interni conservano invece paesaggi ed atmosfere d’altri tempi:
Scandriglia ammalia per i suoi splendidi scenari agresti, che propongono un intatto esempio della tipica campagna sabina con i suoi argentei uliveti alternati a boschi e pascoli. Stupisce il visitatore la solitudine di borghi come Orvinio, Roccagiovine o Licenza, quest’ultima antico “ritiro” del grande poeta romano Orazio. Numerose un po’ ovunque, inoltre, le testimonianze medievali, fra abbazie, eremi e castelli, spesso ancora sconosciute e talvolta inserite in contesti paesaggistici di somma bellezza.

La Natura del Parco

Accanto al valore storico-culturale, poi, spicca senza dubbio il pregio faunistico. Infatti, il Parco Naturale dei Monti Lucretili è noto per ospitare una coppia di aquile reali che nidifica nella Valle Ustica e cui è dedicato un apposito sentiero. Infine, notevoli sono le valenze botaniche, studiate sin dal Seicento dal naturalista Federico Cesi dell’Accademia dei Lincei.
Partendo dal borgo di Percile, si può percorrere un comodo sentiero che conduce ai cosiddetti “Lagustelli” o Laghi di Percile. Incastonati in un paesaggio ameno e silenzioso, i laghetti di Percile rappresentano uno dei luoghi più belli del Parco. Meta ideale per una giornata all’aria aperta in contatto con la natura, è frequentata durante la bella stagione; pertanto si consiglia di visitare i laghetti nei giorni meno affollati e sempre nel massimo rispetto per l’ambiente.

Informazioni turistiche

Ente Parco Naturale Regionale Monti Lucretili
Viale Adriano Petrocchi, 11
00018 Palombara Sabina (RM)
Tel. +39 0774.63.70.27
Fax +39 0774.63.70.60
E-mail: info@parcolucretili.it
Sito Web: www.parcolucretili.it

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb