I Monti Ruffi, Prenestini, Tiburtini e Cornicolani

Monti Ruffi, Prenestini, Tiburtini e Cornicolani: Itinerari, Escursioni e Trekking

Questi gruppi montuosi situati tra i Simbruini e i Lucretili, pur essendo piccoli come estensione, non lo sono altrettanto per le loro peculiarità. Queste ultime sono state oggetto di ampi e numerosi studi sia dal punto di vista geologico che floro-faunistico. Ognuno ha le sue caratteristiche tuttora conservate attraverso aree protette istituite o in fase di progetto.

A parte qualche grosso nucleo urbano come Palestrina, Tivoli, Monterotondo/Mentana, tutti gli altri paesi hanno mantenuto la loro fisionomia “d’un tempo”, ove l’antropizzazione ancora non ha assunto dimensioni tali da stravolgere il territorio.

I Sentieri sui Monti Ruffi, Prenestini, Tiburtini e Cornicolani

Le escursioni che qui proponiamo, benché pochissime, sono state scelte in modo da dare a chi vuol fare semplici passeggiate, una gamma di itinerari-campione per avere un’idea della preziosità di questi luoghi. Ogni zona meriterebbe di essere illustrata più ampiamente ma già esiste una vasta documentazione a tutti i livelli. Qui di seguito diamo un sommario accenno alle due riserve naturali.

Monti Ruffi, Prenestini. Tiburtini e Cornicolani | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Il Bosco di Gattaceca

Il Bosco di Gattaceca, detto la “Macchia” vero gioiello faunistico e botanico, si estende per circa 1.000 ettari tra la valle del Tevere ed i Monti Cornicolani, all’interno della Sabina Romana. E’ caratterizzato da un paesaggio collinare a mosaico con ampie zone destinate al pascolo ed alle coltivazioni. L’area è tutelata, oltre che per l’elevato valore vegetazionale e floristico, per l’intenso carsismo che si manifesta in tutto il territorio. Questo fenomeno si esprime con la creazione di doline, grotte, inghiottitoi di altissimo interesse geologico, tra cui è famoso il pozzo del Merro uno dei più profondi del mondo

La Riserva Naturale di Monte Catillo

La Riserva Naturale di Monte Catillo, che si estende per circa 1320 ettari sui Monti di Tivoli, è in continuità con le propaggini meridionali dei Monti Lucretili. Il suo nome è ispirato da una cima dei Monti Tiburtini, riconoscibile anche per una croce posta alla sua sommità. Tutta la riserva è percorsa da sentieri caratterizzati da panorami e scorci paesaggistici di una certa suggestione. Spettacolari son quelli che si affacciano sulla grandiosa cascata nella villa d’Este.

Importante è la sua rilevanza, data dalle diverse specie vegetali e animali, tali come la pseudosughera che rappresenta l’emblema naturalistico e simbolo stesso della riserva. L’origine del suo strano nome deriva dal mitico personaggio proveniente dall’Arcadia e presenta anche delle notevoli emergenze archeologiche. Tracce di antichi insediamenti pastorali, resti di ville romane, sepolture, acquedotti, cisterne e torri medievali. Indissolubili quindi le vicende storiche della città di Tivoli con la storia territoriale dell’area protetta.

Colle Lecinone da Tivoli | Sentieri nel Lazio

Colle Lecinone da Tivoli

A ben vedere questi colli non sono poi così alti, ma raggiungerli dopo una bella camminata, per altro poco faticosa dato che supera di poco i quattrocento metri di dislivello, è ugualmente fonte di soddisfazione. Proprio perché si cammina a quote basse, sono adatti…

Vai all’itinerario

Colle Lucco da Tivoli | Sentieri nel Lazio

Colle Lucco da Tivoli

Piccola area collinare più che montuosa, che detiene un notevole interesse naturalistico, a ridosso dei Monti Lucretili ma che per sua natura è staccata da questi e costituisce una riserva naturale di interesse provinciale a se stante. Nonostante le sue modeste dimensioni…

Vai all’itinerario

Monte Costa Sole da Cerreto Laziale | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Costa Sole da Cerreto Laziale

Il Monte Costa Sole, il più alto dei Monti Ruffi, è metà di numerose escursioni che partono dai centri situati alle sue pendici e percorrono una rete di sentieri facili e di bassa difficoltà. Ciò che caratterizza questo modesto gruppo montuoso esteso a nord-est…

Vai all’itinerario

Monte Costa Sole da Marano Equo | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Costa Sole da Marano Equo

Questo itinerario che sale al Monte Costa Sole dalla parte opposta a quello precedente, in appena ottocento metri di dislivello, attraversa quattro ambienti diversi che si succedono uno dopo l’altro senza interruzione: castagneto, querceto, bosco misto, faggeta…

Vai all’itinerario

Riserva Naturale Macchia di Gattaceca | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Sentiero nella Riserva Macchia di Gattaceca (n. 338-339)

Il Bosco chiamato Macchia di Gattaceca, ora protetto da una riserva naturale regionale insieme al vicino bosco della Macchia del Barco, pur essendo di modeste dimensioni, custodiscono ancora molti gioielli che la natura ha voluto regalare. Tutto ciò che possiamo dire…

Vai all’itinerario

Riserva Naturale Macchia di Gattaceca | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Sentieri nella Riserva Macchia di Gattaceca (n. 338)

Il Bosco chiamato Macchia di Gattaceca, ora protetto a una riserva naturale regionale insieme al vicino bosco della Macchia del Barco, pur essendo di modeste dimensioni, custodiscono ancora molti gioielli che la natura ha voluto regalare. Nell’arco di un’intera giornata…

Vai all’itinerario

Spina Santa da Guadagnolo | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Spina Santa da Guadagnolo

A prima vista il sentiero che conduce sulla cima di Spina Santa sembra semplice, nulla di eccezionale, ma è la sua semplicità che lo rende alla portata di tutti, anche ai bambini d’età scolare, e consente di godere di un panorama veramente unico…

Vai all’itinerario

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb