Palazzo Rospigliosi a Zagarolo

Guida su cosa vedere e come visitare il Palazzo Rospigliosi

Sulla punta a sud-est del centro storico di Zagarolo, massiccio e imponente svetta il Palazzo Rospigliosi, la cui data di fondazione è ancora avvolta nel mistero. L’edificio rappresenta il monumento di maggior interesse del borgo e in virtù della sua importanza storica e artistica è stato inserito nella Rete delle Dimore Storiche del Lazio. Dista da Roma poco più di 29 km, circa 22 km da Tivoli e 56 km da Frosinone.

Il Palazzo Rospigliosi nella storia

Nell’anno 1151 è accertata la presenza del primo nucleo del Palazzo Rospigliosi, epoca in cui i colonna vendettero al Papa Eugenio III i diritti sulla Contea di Tuscolo. Già obiettivo di varie devastazioni durante le lotte tra i Colonna e il Papato, subì ulteriori danni nel 1439 per mano del condottiero Giovanni Vitelleschi.

Dal 1569 Pio V elevò Zagarolo a rango di Ducato e fu il periodo durante il quale il Palazzo iniziò una lenta e inesorabile trasformazione che lo condusse ad una maggiore fama.

Palazzo Rospigliosi a Zagarolo (RM) | Lazio Nascosto

La visita al Palazzo

Le Opere d’arte: Dipinti e Affreschi

Il Palazzo Rospigliosi ha visto il passaggio di alcuni nomi illustri del panorama artistico dell’epoca. La visita alle sale interne offre la visione di pregevoli affreschi del manierismo tardo cinquecentesco. Queste meraviglie artistiche si possono ammirare nella sale di rappresentanza e nel piano Nobile, arricchite da fregi con figure allegoriche. Opere attribuite ai fratelli Zuccari e ad Antonio Tempesta sono alcune scene di caccia e la battaglia di Lepanto. Particolari sono i soffitti decorati da figure di donne sedute, putti e stemmi della famiglia Colonna, Rospigliosi e Pallavicini. Grande fascino trasmettono le ariose scene di vita agreste raffigurate sulle pareti delle sale. Si percepisce un profondo senso di serenità grazie alle loro coinvolgenti prospettive, il tutto decorato da stucchi del tardo Settecento.

Il Ninfeo

Angolo caratteristico è un piccolo cortile dove un ninfeo riccamente decorato, chiuso ai lati da due cariatidi, è sovrastato da un timpano al cui centro spicca uno stemma.

Gli Artisti 

Nel Palazzo Rospigliosi altri pittori di fama (oltre ai fratelli Zuccari e A. Tempesta) hanno eseguito opere di notevole spessore artistico tra cui il Domenichino e Giovanbattista Viola. Possiamo ammirare dipinti su tela collocati in alcune sale. Inoltre fu ospite per un periodo di tempo anche il celebre pittore M. Merisi detto il Caravaggio. Durante il periodo che trascorse al palazzo, videro la luce alcuni capolavori tra i quali “I Discepoli di Emmaus” e “La Maddalena”. L’edificio non ospitò solo pittori: qui, infatti, Vittorio Alfieri recitò più volte le sue celebri poesie.

II principe fece completare vari lavori e promosse la realizzazioni di ulteriori decorazioni con affreschi che rivelano chiaramente lo stile settecentesco.

Il ritorno ai fasti del tempo

Durante la Seconda Guerra Mondiale subì gravi danni a seguito dei bombardamenti del ’44. Una svolta radicale iniziò negli anni sessanta grazie alla Principessa Elvina Pallavicini, con l’assistenza della Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti e della Soprintendenza ai Monumenti del Lazio. L’intento fu quello di riportare il Palazzo Rospigliosi al suo originale splendore. In seguito fu acquistato dal comune, e oltre a ospitare il Museo del Giocattolo, la biblioteca e sedi amministrative, è utilizzato anche per mostre, convegni, conferenze e altri eventi.

Come visitare il Palazzo

Per informazioni sulle visite, giorni e orari di apertura occorre contattare gli uffici del Palazzo o il Comune di Zagarolo.

Cosa vedere nei dintorni del Castello

Oltre alla visita al borgo di Zagarolo, i dintorni del Palazzo Rospigliosi offrono al turista la possibilità di scoprire località di una certa valenza storica, architettonica e naturalistica. Da vedere è Palestrina a poco più di 6 km. Proseguendo si può raggiungere Castel San Pietro Romano (4,1 km da Palestrina), uno dei borghi più Belli del Lazio, dove spiccano i resti della Rocca dei Colonna.
A 7 km consigliamo di visitare il borgo di Gallicano nel Lazio e a poca distanza (2 km – circa 9 km da Zagarolo) il Castello di Passerano. A 13,5 km consigliamo di visitare Monte Compatri, uno dei borghi più alti dei Colli Albani. Questi ultimi sono attraversati da numerosi sentieri che in alcuni casi riusciranno a sorprende il turista  ed escursionista, in particolare il giro delle fonti nei pressi di Rocca Massima, l’anello del Monte Artemisio, anch’esso ricco di foni e ruscelli.

Informazioni turistiche

Palazzo Rospigliosi
Piazza Indipendenza, 6
00039 Zagarolo (RM)
Tel. +39 06.87.69.77.06
Sito Web: www.palazzorospigliosi.com

Museo del Giocattolo
Tel. +39 06.87.69.76.92

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb