Fontana di Trevi

Guida alla visita della Fontana di Trevi

Ubicazione e Storia della Fontana di Trevi

La Fontana di Trevi è forse la fontana più celebrata al mondo e sicuramente la più famosa di Roma. Le origini sono antiche ma l’attuale aspetto risale al 1732 quando Nicola Salvi riuscì a vincere un concorso indetto da Clemente XII. Nel 1762 fu Giuseppe Pannini che terminò l’opera in stile tardo barocco. La Fontana di Trevi è adagiata su un lato di Palazzo Conti di Poli e vennero utilizzati svariati materiali tra cui travertino, marmo, intonaco, stucco e metalli.

Struttura Architettonica della Fontana di Trevi

Il tema dell’intera composizione è il mare. È inserita in un’ampia piscina rettangolare dagli angoli arrotondati, circondata da un camminamento che la percorre da un lato all’altro, racchiuso a sua volta entro una breve scalinata poco al di sotto del livello stradale della piazza. Il Salvi ricorse al sistema della scalinata per compensare il dislivello tra i due lati della piazza. Il lato sinistro è infatti molto più elevato rispetto all’altro, tant’è che si è anche dovuto ricorrere ad un breve parapetto per delimitare la strada, parzialmente coperto da rocce. Su una di queste è scolpito uno stemma cardinalizio raffigurante un leone rampante.

Fontana di Trevi | Le Fontane di Roma

Scenografia della Fontana di Trevi

La scenografia della Fontana di Trevi è dominata da una scogliera rocciosa che occupa tutta la parte inferiore del palazzo. Al cui centro vi è una grande statua di Oceano che guida un cocchio a forma di conchiglia trainato da due cavalli alati, a loro volta guidati da altrettanti tritoni. Ai lati della grande nicchia centrale altre due nicchie, più piccole, occupate dalle statue della Salubrità (a destra di Oceano) e dell’Abbondanza. Le tre nicchie sono delimitate da quattro grosse colonne.

I due cavalli tradizionalmente noti come “il cavallo agitato” (quello di sinistra), per avere una posa molto più dinamica dell’altro, e “il cavallo placido” rappresentano gli analoghi momenti del mare a volte calmo a volte agitato. Sempre ai lati dell’arco principale, sopra le due nicchie, due pannelli a bassorilievo raffiguranti Agrippa nell’atto di approvare la costruzione dell’acquedotto dell’Aqua Virgo. In ultimo la “vergine” che mostra ai soldati il luogo dove si trovano le sorgenti d’acqua.

La Facciata della Fontana di Trevi

Le quattro grandi colonne corinzie sorreggono il prospetto superiore, sul quale si trovano, in corrispondenza di ogni colonna, quattro statue allegoriche più piccole: da sinistra a destra, l’”Abbondanza della frutta”, la “Fertilità dei campi”, la “Ricchezza dell’Autunno” e l’”Amenità dei Giardini”. Nel mezzo, tra le due statue centrali, sormontata da un imponente stemma araldico di papa Clemente XII sorretto da due “Fame”, è posta la grande iscrizione commemorativa – inaugurativa che il pontefice volle apporre un po’ frettolosamente:

CLEMENS XII PONT MAX
AQVAM VIRGINEM
COPIA ET SALVBRITATE COMMENDATAM
CVLTV MAGNIFICO ORNAVIT
ANNO DOMINI MDCCXXXV PONTIF VI

Il Percorso delle Acque e le Vasche della Fontana di Trevi

La mossa scogliera in travertino, animata da essenze vegetali e animali scolpiti, vivificata dallo scorrere copioso dell’acqua, è realizzata da artisti di scuola berniniana quali Maini, Pincellotti, Bracci, Della Valle. L’acqua della Fontana di Trevi sgorga dalle rocce in diversi punti: sotto il carro di Oceano va a riempire tre vasche, prima di riversarsi nella piscina maggiore. Le tre vasche non facevano parte del progetto originario del Salvi, ma vennero aggiunte a seguito delle modifiche apportate da Giuseppe Pannini, che lo sostituì dopo la morte.

Cosa vedere nei dintorni della Fontana di Trevi

E’ possibile effettuare anche altri itinerari turistici nei dintorni della Fontana di Trevi che includono palazzi, chiese, e altri imperdibili monumenti. In particolare segnaliamo il Palazzo Barberini sede dell’importante Gallerie Nazionali di Arte Antica (8 minuti con un percorso a piedi). Da vedere è la straordinaria Piazza di Spagna e la chiesa di Trinità dei Monti, uno dei luoghi più visitati di Roma.

E’ assolutamente consigliabile visitare l’Altare della Patria che si affaccia su Piazza Venezia e Palazzo Venezia che ospita il Museo Nazionale del Palazzo di Venezia.
Alle spalle dell’Altare della Patria sorge il Campidoglio dove all’interno del Palazzo dei Conservatori e del Palazzo Nuovo vi sono i Musei Capitolini. Si può abbinare la visita ai monumenti appena segnalati con il Foro di Augusto e la Colonna Traiana, entrambi situati a pochi passi da Piazza Venezia.

Come visitare la Fontana di Trevi

Orari di visita

La visita alla Fontana di Trevi è libera e senza restrizioni essendo al centro della piazza omonima. Si invita comunque al massimo rispetto per l’opera d’arte.

Come raggiungere la Fontana di Trevi

Per raggiungere la Fontana di Trevi, consultate gli orari e i percorsi dei Bus e Tram cliccando qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Fontana di Trevi
Piazza di Trevi
Roma

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb