I Monti del Cicolano

Monti del Cicolano: Itinerari, Escursioni e Trekking

Gran parte dell’area del Salto-Cicolano, estesa per circa 50.000 ettari, è coperta da boschi e tutta in provincia di Rieti. Un’alta percentuale del territorio è montuoso quale propaggine della dorsale appenninica centrale. Non mancano rilievi più dolci, vallate, altopiani, solcati da numerosi ruscelli e fiumi che danno origine a forre e anfratti. Questo ha permesso la formazione di piccoli stagni e grandi laghi. Tutto concorre a creare un paesaggio dalla fisionomia piuttosto articolata.

La natura selvaggia di questi luoghi – i sette comuni inclusi nell’area ospitano appena 13.000 abitanti – consente una vita tranquilla agli animali e uno sviluppo sorprendente alla flora.

La Flora dei Monti del Cicolano

Qui trovano il loro habitat ideale lupi, volpi, martore, istrici e tra i volatili, gufi, astori, picchi e, nella Riserva dei Monti Navegna e Cervia, l’aquila reale. Proprio questa riserva merita un approfondimento. È indubbio il valore botanico, faunistico e paesaggistico di questi due monti. L’uno – il Cervia – con i suoi 1438 metri di altezza e l’altro – il Navegna – alto 1508 metri, sono costituiti per la gran parte da calcari e una piccola parte a est da formazioni marnoso-arenacee. I due complessi sono divisi da un vallone piuttosto profondo denominato vallone dell’Obito di straordinario valore naturalistico. I Monti del Cicolano sono ricoperti da boschi, governati a ceduo. Godono di ottima salute tanto che non è raro incontrare nei castagneti da frutto esemplari di eccezionale bellezza e dimensioni.

Monti del Cicolano | Sentieri nel Lazio

Più in basso sono presenti querceti con roverelle e cerri, il carpino, il frassino, gli aceri e il pioppo mentre più in alto dominano le faggete governate a ceduo. I castagneti prima citati sono presenti nelle zone più fresche e danno un’ottima produzione di marroni. Anche il sottobosco è piuttosto ricco. Infatti si rinvengono esemplari di rosa canina, ginepro, cisto, berretta del prete, sorbo montano e tante altre specie arboree.

La Fauna dei Monti del Cicolano

Tra le tante specie di animali presenti in quest’area si possiamo citare le più diffuse. Il gruppo dei rapaci diurni comprende gheppi, poiane, sparvieri e i notturni, civette, gufi, allocchi. Ancora come avifauna sono presenti picchi verdi e picchi rossi e i numerosissimi passeracei delle boscaglie. Fra i mammiferi sono da segnalare le donnole e le martore, tra i piccoli carnivori, moscardini e topi quercini, tra i roditori, i tassi e gli istrici. Spesso è stata segnalata la presenza della vipera dell’Ursini, la meno pericolosa fra le vipere nostrane.

I Monti Nuria, Nurietta e il Piano di Rascino

Anche i pianori di Rascino e di Cornino, posti nel cuore dei Monti del Cicolano, in cui si adagiano come gioielli dei laghetti sui quali si riflette il Monte Nuria, hanno un loro fascino. In modo particolare l’altopiano di Rascino, con i ruderi dell’omonimo castello posto ai suoi margini, visto dal Colle della Fungara, offre uno spettacolo unico, uno scenario naturale di incontaminata bellezza.
L’altopiano, situato a 1100 m di quota, è appunto incorniciato dalle cime dei monti Nuria e Nurietta, e dove si possono osservare numerosi greggi e mandrie di bovini che si dissetano nei laghetti perenni. I Monti del Cicolano con le loro bellezze paesaggistiche possono essere scelti anche per fare delle semplici, lunghe e riposanti passeggiate. La mente e lo spirito ringrazieranno.

La Serra da Fiamignano | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

La Serra da Fiamignano (Piagge)

Stare sulla cima de La Serra dà la sensazione di trovarsi su un monte ben più alto dei suoi 1607 metri poichè da là si domina un panorama d’eccezione: da una parte il “Cicolano” con al centro il Lago del Salto, a nord il sottogruppo del Nuria-Nurietta e…

Vai all’itinerario

Monte Calvo | Sentieri nel Lazio

Monte Calvo da Sella di Corno

Per soli 2 metri il Monte Calvo non riesce a raggiungere i 1900 metri, quota che l’avrebbe distinto dalla folta schiera dei 1800 appenninici. Ma noi interessa poco perché il Calvo resta comunque una bella montagna, parte della dorsale che divide la valle…

Vai all’itinerario

Monte Cervia da Collegiove | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Cervia da Collegiove

Questo itinerario è quello classico per salire al Cervia, l’altro monte che fa parte della Riserva Naturale omonima. Nonostante sia una breve escursione, essa consente di osservare una serie di ambienti piccoli ma interessanti soprattutto per la flora…

Vai all’itinerario

Monte Giano | Sentieri nel Lazio

Monte Giano da Antrodoco

Tutti notano, percorrendo la Salaria tra Rieti ed Antrodoco, il grande “DUX” sul Monte Giano che sovrasta l’imbocco alle Gole del Velino. Tra questi, gli appassionati di escursionismo avranno sicuramente pensato: prima o poi ci vado. Bene questa è l’occasione…

Vai all’itinerario

Monte Navegna da Ascrea | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Navegna da Ascrea

La posizione isolata del Monte Navegna, così come quella del vicino Monte Cervia, riserva numerose sorprese e non a caso è stato istituito un parco anche se non eccezionalmente grande. Il paesaggio è dominato dai ricchi boschi con alberi, in particolare castagni…

Vai all’itinerario

Monte Navegna da Varco Sabino | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Navegna da Varco Sabino

Itinerario facile e mai faticoso che consente di compiere l’intero giro del Monte Navegna passando per Vallecupola. Le praterie di quota e i diversi corsi d’acqua che si possono incontrare durante l’escursione rendono la gita oltremodo interessante…

Vai all’itinerario

Monte Nuria da Piano di Rascino | Sentieri nel Lazio

Monte Nuria da Piano di Rascino

La caratteristica di questo itinerario che porta alla vetta del Monte Nuria è l’attraversamento di due pianori che vengono periodicamente allagati dalle piogge. Ciò permette la formazione di due laghetti che si stagliano nell’erba verdissima nella tarda primavera…

Vai all’itinerario

Monte Nuria da Rocca di fondi | Sentieri nel Lazio

Monte Nuria da Rocca di Fondi

Itinerario tra i più frequentati per salire alla vetta del Monte Nuria dal versante di Antrodoco. Montagna poco appariscente, il Monte Nuria rimane comunque la cima più elevata di questo sottogruppo posto a cavallo tra il Monte Terminillo a nord-ovest e…

Vai all’itinerario

Monte Nurietta da Piano di Rascino | Sentieri nel Lazio

Monte Nurietta da Piano di Rascino

La caratteristica di questo itinerario che porta alla vetta del Monte Nurietta è l’attraversamento di due pianori che vengono periodicamente allagati dalle piogge. Ciò permette la formazione di due laghetti che si stagliano nell’erba verdissima nella tarda primavera…

Vai all’itinerario

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb