Spina Santa da Guadagnolo

Spina Santa da Guadagnolo: Introduzione al percorso

Andata: Da Guadagnolo – centro, per le pendici dei Monti Cerella e Piccione
Ritorno: Stesso Itinerario

A prima vista il sentiero che conduce sulla cima di Spina Santa sembra semplice, nulla di eccezionale, ma è la sua semplicità che lo rende alla portata di tutti, anche ai bambini d’età scolare, e consente di godere di un panorama veramente unico.

I Monti Prenestini non sono poi così alti ma proprio per questo offrono ricche e riposanti camminate e osservazioni sui panorami e sulla natura. Tutto ciò offre la possibilità a fotografi principianti ed esperti inquadrature di tutto rispetto. La visita al paese di Guadagnolo, anche se deturpato da decine di antenne, e al Museo naturalistico di Capranica Prenestina possono arricchire e completare una giornata trascorsa su questi monti.

Spina Santa da Guadagnolo | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Dall’autostrada A1dir – uscita San Cesareo – si raggiunge il centro di Capranica Prenestina e passando per la cittadina di Palestrina, si prosegue per Guadagnolo. Dalla piazzetta del paese si torna indietro lungo la strada asfaltata da dove si è pervenuti e, dopo circa 300 metri, si prende sulla destra la strada carrozzabile per il Santuario Madonna della Mentorella. Percorsi circa 50 m di questa strada si incontra sulla sinistra un doppio bivio: il primo, una mulattiera, scende a Casape mentre il secondo, una sterrata, percorre la cresta che porta alla meta dell’escursione. Si prende quindi la sterrata che in breve diventa mulattiera e successivamente sentiero. Dopo pochi metri il panorama si apre e si può osservare il Santuario Madonna della Mentorella posto su un tipico sperone roccioso e più in basso la vallata a est dei Monti Prenestini.

Verso la cima di Spina Santa

Sulla sinistra della cresta i pendii poco scoscesi scendono ai paesi di Casape e San Gregorio da Sassola. La piacevole camminata prosegue e il sentiero, ora a sinistra ora a destra, aggira alcune elevazioni delle quali si possono raggiungere, ed è consigliabile, le rispettive cime con piccole deviazioni. La prima è quella del Monte Cerella (1202 m 0,20 h) e la successiva del Monte Vincenzo (1144 m). Scesi alla sella di Ara la Croce (1090 m, 0,20 h/ 0,40 h) si prosegue passando in mezzo alle due elevazioni di Monte Rotondo (1110 m) a sinistra, e Monte Piccione (1134) a destra. Sempre tenendosi sul largo crinale, che da qui è in lieve discesa, si entra per un breve tratto nel bosco e quando si esce, si vede l’inconfondibile cima di Spina Santa che si raggiungerà di lì a poco (1060 m, 0,30 h/  1,10 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 200
Tempo andata: 1.10 ore
Tempo ritorno: 1.10 ore
Difficoltà: T
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile con auto e pullman

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Nord - Le più belle escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPS

Guadagnolo
41°52′00″N 12°57′00″E

Mappa (Guadagnolo)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb