Il Gianicolo

Cosa vedere al Gianicolo

Il Gianicolo è una delle zone di Roma più conosciute e apprezzate e deve la sua fama grazie allo spettacolare e suggestivo panorama che spazia dalla Basilica di San Pietro, poi verso Castel Sant’Angelo e tutto il centro storico di Roma.

Origini e Storia del Gianicolo

Alcuni personaggi storici vennero sepolti sul Gianicolo come il re Numa e i poeti Ennio e Cecilio Stazio. Il nome Gianicolo sembrerebbe derivare, secondo un’antica tradizione, dal dio Giano che qui avrebbe fondato un nucleo abitato chiamato “Ianiculum”. Ma prove storiche affermano che sul Gianicolo esisteva un sacello dedicato al figlio Fons o Fontus. È stata accertata anche la presenza di un piccolo centro abitato detto “Pagus Ianiculensis” esteso ai piedi del colle nella zona di Trastevere, dove oggi sorge Piazza Mastai.

Attualmente il Gianicolo è delimitato verso ovest dalle Mura Aureliane ed è un luogo di grande rilevanza storica in quanto qui nel 1849 ci fu un’eroica battaglia tra la breve vita della Repubblica Romana contro i Francesi.  Giano, il dio bifronte, regnava, secondo la religione romana, su ogni luogo di passaggio (Giano deriva dal latino “ianus”, cioè “porta”). Infatti al tempo il Gianicolo era considerato una vera e propria porta di accesso alla città, da ovest.

Il Gianicolo | Parchi, Ville e Giardini di Roma

La Passeggiata del Gianicolo

Affascinante e romantica è la classica Passeggiata del Gianicolo. Si inizia dalla porta San Pancrazio o nei pressi della Fontana di Acqua Paola. I due grandi viali abbelliti con alberi di platano, costeggiano Villa Aurelia, finché non si riuniscono nel piazzale Garibaldi. Al centro di questo si erge il Monumento a Giuseppe Garibaldi, grandiosa opera equestre realizzata da Emilio Gallori e inaugurata nel 1895. Alla base della statua è stata incisa la famosa frase “O Roma o morte”. Ai lati del piedistallo sono poste 4 statue in bronzo che raffigurano scene di battaglia e figure allegoriche.

A poca distanza, si erge la statua di  Anita Garibaldi al centro della piazza omonima. Al suo interno sono deposte le ceneri della celebre eroina. L’opera è stata realizzata da Mario Rutelli ed eretta nel 1932.
La passeggiata continua seguendo un’unica strada che scende con alcuni tornanti fino a che non si raggiunge la Chiesa di Sant’Onofrio, costruita per completare la Passeggiata, nel 1939.
Classico è il cannone del Gianicolo, obice a fusto mobile della Prima Guerra Mondiale , che alle 12 di ogni giorni spara un colpo che echeggia su buona parte di Roma.

Cosa vedere nei dintorni del Gianicolo

I dintorni del Gianicolo offrono notevoli spunti di visita ad iniziare dal Palazzo Corsini situato sul versante est del colle, a pochi passi da Fiume Tevere. Nel cuore di Trastevere, invece, si trova la magnifica Basilica di Santa Maria in Trastevere. In pochi minuti (17 con percorso a piedi oppure 13 con percorso a piedi + mezzi pubblici) si consiglia vivamente di visitare la Basilica di San Pietro, i Musei Vaticani con la Cappella Sistina che rappresenta uno dei più affascinanti e suggestivi percorsi storico-artistici di Roma.

Con un breve percorso a piedi (9 minuti ingresso di via Aurelia Antica) si può raggiungere la splendida Villa Doria Pamphilj, il più grande parco urbano della Capitale e uno scrigno di testimonianze storiche e architettoniche.

Come visitare il Gianicolo

Orari di visita

Ingressi
Via di S.Pancrazio
Via Aurelia Antica
Via Leone XII,
Largo M. Luther King
Via Vitellia
Via della Nocetta

Giorni, Orari e Prezzi dei Biglietti
Ingresso Libero (dalle 7 al tramonto)

Come raggiungere il Gianicolo

In autobus:

710, 870 (via Vitellia, via di Porta S.Pancrazio),
31,33,180,791 (via Leone XIII),
984 (via Aurelia Antica e via Leone XIII),
982 (via Vitellia, Via Leone XIII)

Per raggiungere il Gianicolo, verifica le linee e gli orari dei bus cliccando qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Il Gianicolo
Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Piazza Lovatelli, 35
00186 Roma
Sito Web: www.sovraintendenzaroma.it

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb