Castello Torlonia a Civitella Cesi

Alla scoperta del Castello Torlonia, pregevole edificio storico del borgo

Il Castello Torlonia a Civitella Cesi (VT) | Lazio Nascosto
Il Castello Torlonia a Civitella Cesi

Civitella Cesi è un ameno borgo tra le campagne della Tuscia, a ovest di Vejano (17 km), a sud di Blera (9 km), e a poca distanza dall’area archeologica di San Giovenale. Nel piccolo centro storico spicca la mole del Castello Torlonia, antico quanto elegante edificio medievale inserito nella Rete delle Dimore Storiche del Lazio.

La Storia del castello

Nel piccolo borgo svetta il Castello Torlonia, il cui nome deriva dagli ultimi proprietari dell’edificio. Ancora incerte le origini del castello. Alcune fonti lo datano alla prima metà dell’XI secolo mentre altre le pongono tra il 1024 per volere dei Conti Bovaccini e il 1026 per opera di nobili Monaldeschi.

In seguito (XII secolo) passò sotto la famiglia dei Guastapane e poi (metà del XIV) agli Anguillara. Questi ultimi non si presero cura del borgo che visse un periodo difficile. Solo con l’arrivo del Cardinal Federico Cesi il paesino cominciò a riprendersi. Il cardinale fu fautore di un recupero sia del castello sia del borgo che prese il nome, appunto, di Civitella Cesi.

Dal maggio del 1678 tutto il complesso architettonico passò prima ai Borghese con Giovan Battista, e subito dopo fu ceduto a Niccolò Pallavicini Rospigliosi. Infine fu la volta dei Torlonia (1817) che continuarono i lavori di restauro per ridare nuovo lustro al castello e al borgo.

La visita al castello

Il Castello è il monumento simbolo del paese e da anni inclusa tra le residenze d’epoca del Lazio. Esternamente ha mantenuto il suo aspetto elegante ma con le caratteristiche tipiche di una fortezza medievale. La facciata è arricchita da una serie di finestre e un orologio nella parte superiore della torre, abbellita da una fitta merlatura ghibellina. Si possono notare una serie di stili architettonici e decorazioni databili tra il XVI e il XX secolo. La struttura disposta su tre piani e con una superficie di 1200 mq, è stata realizzata seguendo l’andamento naturale del terreno tufaceo sottostante, così che le mura perimetrali seguano delle linee irregolari.

Su via delle Case Nuove che percorre il lato sud – ovest del Castello, si apre un arco, anch’esso con una merlatura ghibellina. Al centro del complesso si trova una piccola corte.

Come per molti edifici della Tuscia anche il Castello di Civitella Cesi è stato costruito con mattoni di tufo. Le stanze del maniero presentano varie tipologie di soffitto (a volta, a cassettoni e a capriate) ed è possibile individuare antichi ambienti tra cui le cucine e saloni.

Fino a metà del 2020 era proprietà del demanio. In seguito fu ceduto ad una società privata per la ristrutturazione e il recupero architettonico e turistico con il proposito di mantenere intatto lo stile originale. Sarà trasformato in una struttura ricettiva e una location per eventi e cerimonie.

Come arrivare

Il castello si trova nel cuore del piccolo borgo di Civitella Cesi. La via più facile e veloce per chi proviene da Roma è percorrere la SS 2 Cassia. Si supera Capranica e si giunge a Cura di Vetralla. Da qui occorrono 9 km fino a Blera e altri 9 km per raggiungere il borgo e il castello tramite l’unica strada. Si incontreranno due bivi: uno che va verso Barbarano Romano e un altro che raggiungere Monte Romano. In ogni caso seguire le indicazioni per Civitella Cesi.

Per chi arriva da Viterbo il percorso consigliabile è sempre quello dalla SS2 Cassia fino a Cura di Vetralla e poi seguire le indicazioni su riportate.

Come visitare il Castello Torlonia

Il castello è visitabile su prenotazione contattando il Comune di Blera.

Informazioni turistiche

Castello Torlonia
Civitella Cesi – Blera
Piazza del Castello, 8
01010 Blera (VT)

Dimore Storiche del Lazio
www.retedimorestorichelazio.it

Cosa vedere nei dintorni del Castello

Nelle vicinanze del Castello di Civitella Cesi possiamo scoprire il Parco Naturale Regionale Marturanum, esteso per 1240 ettari tra i Monti della Tolfa e i Monti Cimini. È attraversato dal Fosso del Biedano e il Torrente Vesca. L’area protetta è una delle più importanti della Tuscia e tutela un fetta di territorio ricco di acque, di antiche testimonianze storiche caratterizzato da una natura a tratti selvaggia.

In poco tempo si possono raggiungere importanti aree archeologiche etrusche. La più vicina è la famosa Necropoli Rupestre di San Giuliano (circa 10 km). La necropoli fu creata tra il X e il VIII a.C ed è immersa in un ambiente davvero affascinate con ripidi e selvaggi fossati dove scorrono limpide acque.

A 4 km troviamo la Necropoli etrusca di San Giovenale che si estende su un pianoro, dove sono presenti i resti della chiesetta consacrata a Giovenale, vescovo di Narni. Entrambe le necropoli  rappresentano due delle aree archeologiche più rilevanti della Tuscia.

Tra i borghi più belli da vedere segnaliamo Blera (9 km), Vejano (17 km) e Villa San Giovanni in Tuscia (15 km), Barbarano Romano (11,3 km) ma di grande interesse storico sono i magnifici borghi di Ronciglione (32 km), Sutri (30 km) con il suo Parco Naturale Regionale Antichissima Città di Sutri costituito da chiese, le necropoli, la Villa Savorelli e l’Anfiteatro Romano. Infine invitiamo a scoprire il borgo di Vetralla a circa 18,5 km a nord di Civitella Cesi.

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb