Faleria

Suggestivo borgo all’ombra del castello degli Anguillara

Scopri i monumenti più belli dell’antico borgo falisco con indicazioni su come arrivare e cosa vedere nei dintorni.

Faleria è un piccolo borgo al confine tra la campagna romana e la Tuscia Viterbese. Sorta su un colle tufaceo a 202 metri di altezza si trova in un punto strategicamente turistico e di grande rilevanza storica. Faleria, infatti, è situata a poca distanza da Calcata, Mazzano Romano, il Parco della Valle del Treja e le Cascate del Monte Gelato, Civita Castellana e il Monte Soratte con i suoi eremi. Poco più lontano sono Nepi e Castel Sant’Elia. Dista da Viterbo 48 km e da Roma 45 km.

Origini e storia

In origine era chiamata Stabla che nel corso dei secoli si trasformò in Castrum Stabie, fino alla denominazione attuale in vigore dal 1873. Il primo nucleo abitato si sviluppò in corrispondenza della piccola e interessante rocca tufacea del paese di Rocchetta, situato sotto la Casaccia di Piè di Castello. Le prime fonti che citano Stabla sono delle bolle di Giovanni XIX e di Benedetto IX. Documenti storici dichiarano l’antica Faleria come proprietà degli Anguillara già dal XIV secolo. Nel 1660 passò ai borghese e nel 1900, a seguito dell’espansione urbana di Faleria, furono abbattute sia le antiche porte d’accesso sia la cinta muraria.

Faleria (VT) | Cosa vedere a Faleria | Lazio Nascosto
La Chiesa di san Giuliano

Cosa vedere a Faleria

Il Castello degli Anguillara

Per chi arriva a Faleria, si impone alla vista il Castello degli Anguillara, posto al centro del borgo antico. E’ il monumento più rilevante del paese, la cui data di costruzione rimane ancora dubbia. L’unico dato certo è che il castello esisteva già nel 1200. Si nota, in alcuni punti del castello, una serie di stemmi con le caratteristiche bisce incrociate simbolo della Casata. Alla fortezza si accede da Piazza della Collegiata, passando da un portone con arco di marmo e stemma della casata. Sulla facciata, si possono notare anche tre logge in peperino.

Oltrepassato il portone, si apre il cortile interno dove fino a pochissimo tempo fa, era presente un pozzo in marmo travertino (incredibilmente rubato). La parte rinascimentale del castello è quella di maggior rilievo storico e architettonico, caratterizzandosi per la sua maestosa ed elegante sobrietà. Nel medioevo (1330) il castello era abbellito da una fitta merlatura e possedeva 4 torri rotonde. Oggi lo ammiriamo dopo aver subito, nel corso dei secoli, numerose modifiche, togliendo molto del carattere militare che possedeva. In ogni caso il Castello degli Anguillara rimane uno dei più possenti fortilizi della Tuscia Viterbese.

La Chiesa di San Giuliano

Di fronte al castello sorge la Chiesa di San Giuliano, eretta su una preesistente del XII secolo mentre quella attuale risale, con ogni probabilità, al XIII secolo. Ciò che vediamo oggi è frutto dei notevoli lavori di modifica e ristrutturazione avvenuti nel XVI secolo per volere del Conte Everso Anguillara. La facciata è in stile romanico, così come il campanile, contraddistinto da coppie di bifore (alcune sono chiuse). Entrando si distinguono le tre navate. La centrale, più ampia, termina con un’abside in cui è collocato un coro ligneo. Elemento di spicco della chiesa è l’altare di San Giuliano. Grazie all’iniziativa della Compagnia del SS Sacramento, l’altare fu restaurato nel 1610. Ad arricchire l’altare troviamo una tela raffigurante il Santo ai piedi della Vergine, incorniciata da stucchi con figure angeliche.

Faleria (VT) | Cosa vedere a Faleria | Lazio Nascosto
Panorama verso Faleria

La Chiesa di Sant’Agostino e Faleria Antica

In ultimo segnaliamo la piccola chiesa di Sant’Agostino, adiacente il Castello degli Anguillara (lato sinistro per chi guarda la facciata). Risale al XIV secolo e l’interno a un’unica navata, custodisce una tela del Santo.

Nella parte più a nord dell’abitato sorgono le antiche rovine di Faleria Vecchia, di cui lo stesso castello ne fa parte. E’ una delle città fantasma più conosciute e suggestive del Lazio…visita il borgo antico di Faleria

Cosa vedere nei dintorni di Faleria

I dintorni di Faleria offrono notevoli spunti di visita ad iniziare dai piccoli borghi. Faleria, infatti, è situata a poca distanza da Calcata (2,6 km) e Mazzano Romano (6,7 km), mentre più lontano troviamo Civita Castellana (11,6 km),  Nepi (23,2 km) e Castel Sant’Elia (24,7 km). Imperdibili sono il Parco della Valle del Treja e le Cascate del Monte Gelato. Infine, di una certa importanza storica e ambientale, è il Monte Soratte (Sant’Oreste 11 km),  tutelato da una riserva, con i suoi famosi eremi, .

Eventi a Faleria

Informazioni turistiche

Comune di Faleria
Piazza G. Garibaldi, 1
01030 – Faleria (VT)
Tel. +39 0761.58.98
www.comune.faleria.vt.it

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb