Santuario della Madonna della Civita – Itri (LT)

Cosa visitare e cosa vedere al Santuario Madonna della Civita

Il Santuario Madonna della Civita, uno dei più antichi cenobi d’Italia, è posto sulla cima del Monte Fusco (o Monte Civita) a 673 metri di altitudine nella catena dei Monti Aurunci. L’antichissimo culto legato alla Santa Vergine risale, con molta probabilità, al ritrovamento, su un leccio, di una raffigurazione da parte di un giovane pastore nell’VIII secolo.

Il complesso del santuario è situato in una straordinaria posizione panoramica. Mentre sullo sfondo e lateralmente spiccano i Monti Aurunci, Ausoni e i lontani Lepini, di fronte lo sguardo può spaziare dal Circeo fino all’Isola d’Ischia.

Il Santuario Madonna della Civita, affidato ai padri Passionisti, richiama quasi mezzo milione di pellegrini ogni anno, provenienti anche dall’Abruzzo, dal Molise e dalla Campania, soprattutto in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna del 21 luglio. L’edificio custodisce numerosi ex voto e vi è stato recentemente allestito un “museo della religiosità popolare”.

santuario madonna della civita cosa vedere

La chiesa del santuario

Bianca e spoglia, dopo gli interventi di restauro del XIX secolo, la chiesa nacque forse dalla riedificazione di un preesistente monastero benedettino dipendente dall’Abbazia di Montecassino. Sulla facciata sono inseriti frammenti romani e dell’originaria struttura medioevale.

Divisa in tre navate, la chiesa presenta, in quella centrale l’Altare Maggiore su cui è posto il quadro che rappresenta la Madonna della Civita. Di notevole pregio è proprio l’altare, circondato da una balaustra, creato utilizzando marmi e intarsi. Sulla volta, invece, possiamo osservare alcune decorazioni raffiguranti le vicende più importanti della storia del santuario. La chiesa è inoltre abbellita da un coro ligneo risalente al XVIII secolo e da un organo a canne.

In fondo alla navata centrale si può accedere in un sala dove vengono custodite moltissime reliquie. Tra queste vi sono paramenti sacri e oggetti preziosi che, nel corso dei decenni, sono stati donati al santuario da pellegrini e fedeli provenienti da ogni angolo del mondo.  Nel santuario, inoltre, vengono custodite alcune notevoli tele. Tra queste citiamo una Natività della scuola napoletana, una Madonna con San Francesco di Paola e l’Assunta e una riproduzione su legno dell’immagine della Madonna della Civita.

La Madonna Ogiditria

Sino a tempi recenti tappa obbligata per chi precorreva i sentieri verso mare e verso monte, a partire probabilmente dal XI secolo, il Santuario Madonna della Civita divenne meta di pellegrinaggi, in virtù della presenza del venerato ritratto della Madonna “Ogiditria”.

Si tratta di un dipinto su tela di scuola bizantina che ritrae la Vergine orante con in grembo il Bambino. Questa, con una mano benedice e con l’altra stringe il globo del modo sormontato dalla croce. Secondo la tradizione, che lo attribuisce alla mano di San Luca Evangelista, il dipinto scampò, grazie a due monaci basiliani fuggiaschi, al periodo iconoclasta di Bisanzio (sec. VIII-IX). Successivamente è stato miracolosamente rinvenuto da un pastorello sordomuto, su un leccio del Monte Fusco. Ad ogni modo, altre ricostruzioni collocano il ritrovamento presso Gaeta o addirittura in Sicilia.

Cosa vedere nei dintorni del Santuario Madonna della Civita

Nelle immediate vicinanze del Santuario Madonna della Civita è senz’altro consigliabile una visita a Itri. In particolar modo alla Collegiata di San Michele Arcangelo (o Sant’Angelo), risalente all’XI secolo ed eretta su un antico tempio pagano. Splendido il campanile di gusto arabo-normanno, formato da due piani di bifore romaniche e da un piano di trifore ogivali e decorato con scodelle maiolicate. Continuando lungo la strada che dal santuario scende verso Itri (SS 7 Appia) si può raggiungere il litorale tirrenico. Si possono visitare, quindi, Formia e il suo bellissimo lungomare e Gaeta con la suggestiva e misteriosa Grotta del Turco.

Sempre partendo da Itri vivamente consigliata è la visita al pittoresco borgo di Sperlonga e alla vicina Villa di Tiberio. Ricordiamo, inoltre, che il santuario si trova immerso nel Parco Naturale Regionale dei Monti Aurunci che offre la possibilità di percorrere numerosi itinerari alla scoperta degli angoli più nascosti di questo angolo della regione Lazio.

Come visitare il Santuario Madonna della Civita

Orari di visita

La visita al Santuario Madonna della Civita è libera ed è regolata dai seguenti orari:

Giorni feriali: dall’alba al tramonto (eccetto dalle ore 13.00 alle ore 15.00).
Domenica e festivi: dall’alba al tramonto (eccetto dalle ore 13.00 alle ore 15.00).

N.B. gli orari delle visite e di apertura del Santuario potrebbero subire delle variazioni. Pertanto Vi consigliamo di fare sempre riferimento alle informazioni rilasciate chiamando il numero 0771.72.71.16.

Informazioni turistiche

Santuario Madonna della Civita
Via Maria SS. della Civita
04020 Itri (LT)
Tel. +39 0771.72.71.16
Sito Web del Santuario

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb