Basilica di Santa Maria degli Angeli

Guida alla Visita della Basilica di Santa Maria degli Angeli

La Basilica Santa Maria degli Angeli si trova a poca distanza dalla stazione Termini, nel cuore di Roma ed è una delle più conosciute della città. La sua caratteristica principale è quella di essere stata costruita all’interno delle Terme di Diocleziano e precisamente nell’aula del Frigidarium.

Origini e Storia della Basilica di Santa Maria degli Angeli

La struttura venne risistemata nel 1562 da Michelangelo Buonarroti su disposizione di papa Pio IV. Il primo atto che decretò la nascita della Basilica Santa Maria degli Angeli fu la bolla di papa Pio IV del 27 luglio 1561 con il quale decretò che il luogo di culto si chiamasse “Beatissimae Virgini et omnium Angelorum et Martyrum”.

Basilica di Santa Maria degli Angeli e Martiri | Le Basiliche di Roma

Il Vestibolo e la Cupola

Suggestivo l’interno della basilica a partire dal vestibolo circolare, un ambiente di transito a pianta circolare con soffitto a cupola. Un tempo qui sorgeva con molta probabilità il Ninfeo delle Terme di Diocleziano. Qui sono presenti 4 edicole inserite da Michelangelo Buonarroti, all’interno delle quali sono custoditi altrettanti monumenti funebri in onore di Carlo Maratta, Cardinale Francesco Alciati, Cardinale Pier Paolo Carisio e Salvator Rosa.

Nello stesso vestibolo troviamo altri tesori artistici come la Cappella del Crocefisso realizzata nel 1575 e la Cappella della Maddalena e Battistero edificata da Consalvo Alvaro di Giovanni nel 1579. Da qui si passa attraverso un piccolo ambiente modificato dal Vanvitelli dove possiamo ammirare un dipinto ovale di Francesco Trevisani raffigurante la cacciata dal paradiso terrestre, una statua raffigurante un angelo che sorregge un’acquasantiera, una statua di San Bruno, la Cappella di San Brunone e la Cappella di San Pietro.

La visita alla Basilica Santa Maria degli Angeli e Martiri propone altre magnifiche sorprese come la cupola in vetro chiamata “Luce e Tempo”. La cupola in passato serviva a far confluire l’acqua piovana dentro la sottostante piscina. Poi la trasformazione in basilica imponeva la sua chiusura con la vetrata. Solo dopo varie ristrutturazioni e modifiche venne installata la vetrata dell’artista italo americano Narcissus Quagliata; ha un diametro di circa due metri suddivisa in otto spicchi composti da ventiquattro lastre di vetro multicolore.

Il Transetto, Cappella del Beato Niccolò Albergati e la Cappella di San Bruno

Continuando la visita nella Basilica Santa Maria degli Angeli ci avviamo alla scoperta del transetto dove un tempo vi era il frigidarium delle Terme di Diocleziano. In seguito subì varie ristrutturazioni da Michelangelo, da Jacopo Del Duca e da Vanvitelli. Il transetto custodisce pregevoli gioielli artistici a iniziare dalla Crocifissione di San Pietro. Il Primo quadro raffigurante “La caduta di Simon Mago”; Predica di San Girolamo, ultima opera di Gerolamo Muziano; L’Immacolata, di Pietro Bianchi; la Resurrezione di Santa Tabita. Secondo quadro raffigurante “La caduta di Simon Mago” e infine la messa di San Basilio.

Di grande interesse è la Cappella del Beato Niccolò Albergati posta sul lato destro del transetto e venne realizzata da Clemente Orlandi nel 1746. Al centro della volta è rappresentato lo Spirito Santo tra i cherubini e nelle vele dei dipinti sono rappresentati dei dottori della chiesa. Immancabile durante la visita alla basilica è la Cappella di San Bruno dove sono presenti un altare dipinto illusoriamente con quattro colonne, un coro con le finte architetture delle pareti e il magnifico organo a canne.

Il Presbiterio e il Coro

Il percorso di visita prevede di attraversare un passaggio che ci introduce al presbiterio progettato da Clemente Orlandi. Il coro invece è stato progettato dal Vanvitelli che curò anche la decorazione di tutto l’insieme presbiterale. Il presbiterio e riccamente decorato con vari dipinti a partire da quelli vicino l’altare realizzate da Innocenzo Orlandi del 1866. Si tratta dell’Angelo con l’Aquila e la Cattedra. Infine altre pregevoli opere conservate nel presbiterio sono la Presentazione di Maria al tempio di Giovanni Francesco Romanelli, il Martirio di San Sebastiano opera di Domenichino e la Madonna in trono fra i sette angeli.

L’Abside e la Cappella Cybio

L’abside della Basilica Santa Maria degli Angeli si presenta di forma pentagonale con tonalità rosse, in cui troviamo due porte sovrastate dai busti di San Carlo Borromeo e di Pio IV. Al centro, entro una gloria di angeli e cherubini scolpita da Bernardino Ludovisi, vi è il quadro con la “Madonna degli Angeli”. che Antonio Duca fece realizzare a Venezia nel 1543. La Madonna è raffigurata nell’atto di allattare Gesù e perciò chiamata Madonna del latte.

Per completare la visita alla basilica possiamo dare uno sguardo alle opere artistiche del Battesimo di Gesù di Carlo Maratta e la Morte di Anania e Safira opera del Pomarancio del 1604. L’ultimo ambiente presente nell’abside è la Cappella Cybo fatta costruire dal cardinale Camillo Cybo nel 1742,. Il Cardinale la volle per custodire le reliquie inerenti alla storia della costruzione delle terme, a queste aggiunse le reliquie di dottori della chiesa: Girolamo, Ambrogio, Agostino e Gregorio.

Cosa vedere nei dintorni della Basilica di Santa Maria degli Angeli

Come accennato precedentemente la Basilica di Santa Maria degli Angeli è inglobata all’interno delle Terme di Diocleziano che possono essere abbinate alla visita del luogo sacro. Su via Cavour si erge maestosa la Basilica di Santa Maria Maggiore (800 metri e 10 minuti con un percorso a piedi). Nei pressi di Piazza Barberini, su Via delle Quattro Fontane, si trova Palazzo Barberini (850 metri e 12 minuti con percorso a piedi oppure metro A Fermata Barberini), che ospita le Gallerie Nazionali di Arte Antica.

Come visitare la Basilica di Santa Maria degli Angeli

Orari di visita

7.30 – 19.00

Domenica e festivi 
07.30 – 19.30

Come raggiungere la Basilica di Santa Maria degli Angeli

In metropolitana
Metro A: fermata Repuibblica

Per raggiungere la Basilica di Santa Maria degli Angeli, consulta gli orari e i percorsi degli Autobus e dei Tram cliccando qui

N.B. Gli orari di visita, il prezzo del biglietto del monumento e i percorsi dei mezzi pubblici (inclusi numero del mezzo e orari di partenza e arrivo) potrebbero subire modifiche e/o cancellazioni. Si consiglia, pertanto, di consultare SEMPRE i siti ufficiali degli enti ed agenzie che erogano il/i servizio/i.

Informazioni turistiche

Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri
Piazza della Repubblica
00185 Roma RM
Tel. +39 06.48.80.812

Sito Web Ufficiale

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb