Monte Venere da Caprarola

Monte Venere da Caprarola: Introduzione al percorso

Andata: Da Caprarola – Fontanile di Canale, per il versante Nord-Est
Ritorno: Stesso Itinerario

Premettendo che la parte più difficile dell’itinerario è quella per giungere al punto di partenza con l’auto, si può dire che la gita qui proposta è la più breve per raggiungere questa caratteristica montagna che domina le sponde nord-orientali del Lago di Vico.

Una particolarità di questo itinerario è quella di attraversare una delle faggete più a bassa quota dell’intero Appennino. Un’altra particolarità è costituita dalla morfologia stessa del Monte Venere: infatti seppur non visibile la cima della montagna è costituita da tre cocuzzoli, più o meno della stessa altezza, disposti con orientamento nord-ovest/sud-est.

Monte Venere da Caprarola | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Dalla via Cassia, al Km 59,900 si prende una stradina asfaltata (a sinistra per chi proviene da Viterbo, a destra per chi proviene da Roma), che porta alla Riserva Naturale del Lago di Vico. Percorsi circa 3,5 Km di strada alquanto stretta, si giunge, dopo un tratto in discesa, a un largo tornante dove si intravede poco distante il Lago di Vico. Da qui si stacca, sulla destra, una strada che porta a Ronciglione. Si prosegue per la strada principale, che da qui si fa più larga, che porta a San Martino al Cimino. La si segue per 2,4 km, dopo di che si prende sulla destra una stradina per giungere dopo 2 chilometri a uno slargo dove c’è la Fontana della Vita.

Verso il Monte Venere

Si prosegue a sinistra e dopo aver percorso altri 2,3 Km, si arriva a un bivio, si svolta a sinistra e percorso un ulteriore chilometro di strada stretta e sconnessa, si arriva a un ampio slargo ove sorge un’area picnic e il Fontanile di Canale (non segnalato sulla carta IGM). Parcheggiata l’auto, si prosegue a piedi prendendo un sentiero che inizia alle spalle del fontanile. Superata una depressione, il sentiero sempre ben evidente, piega a sinistra ed entra nel cuore della faggeta in ambiente solitario e selvaggio. Si percorre un tratto a mezza costa in lieve pendenza per salire man mano più ripidamente fino alla sella tra i due cocuzzoli più alti dei tre che “formano” il Monte Venere. Andando verso  sinistra si sale al cocuzzolo meridionale e più alto (838 m, 1 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 260
Tempo andata: 1.00 ore
Tempo ritorno: 0.40 ore
Difficoltà: T
Segnaletica: parziale (segni bianco-rossi)
Luogo di partenza: raggiungibile con auto o piccolo bus

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Nord - Le più belle escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPS

Monte Venere
42°20’32.26″N, 12°11’1.13″E

Mappa (Monte Venere)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb