Rivodutri (RI)

Cosa visitare e cosa vedere a Rivodutri

Immerso in un paesaggio ubertoso, tra fresche vallate, monti boscosi e panorami solenni, Rivodutri è un piccolo paese della Sabina, esistente già nell’XI secolo. Posto sulle falde occidentali del gruppo del Terminillo, a 560 metri di altezza, domina la Piana di Rieti e la Valle Santa.

Vicino al confine con l’Umbria, anche Rivodutri presenta, sparse nel suo territorio, testimonianze del passaggio di San Francesco, sebbene meno conosciute di quelle serbate nei vicini santuari di Greccio, San Giacomo o Poggio Bustone, Fonte Colombo e Santa maria della Foresta.

rivodutri cosa vedere

La Porta Alchemica o Porta Santa

Nel borgo di Rivodutri si trova anche un monumento sorprendente ed enigmatico, che conferma come in ogni epoca la bellezza e la solitudine di questi luoghi abbiano spinto alcuni, particolarmente sensibili e sapienti, ad interrogarsi sul destino e sulla natura profonda degli uomini. Si tratta della Porta Alchemica, un arco solitario ornato di strane sculture e iscrizioni. Questo si erge di fronte ad un piccolo giardino, completamente estraneo agli edifici circostanti. Collocato qui in tempi recenti, è uno dei pochi elementi artistici di Rivodutri sopravvissuti al terremoto il 31 dicembre del 1948. Un terremoto che devastò il paese provocando il crollo delle antiche abitazioni, compreso l’edificio su cui il singolare portale era incastonato.

Le sue origini e i motivi della sua realizzazione sono tuttora misteriosi. Si sa solo che il palazzo ove si trovava l’arco era proprietà della locale famiglia Camiciotti. Gli esponenti di questa famiglia furono, per alcune generazioni, a cavallo tra XVII e XVIII secolo, dediti all’esoterismo e alla pratica delle scienze occulte. Conosciuto quindi come “Porta Alchemica” (o “Porta Santa”), l’arco presenta infatti simboli legati al mondo dell’alchimia. Inoltre, ricorda molto da vicino l’assai più celebre “Porta Magica” di Piazza Vittorio a Roma.

Il centro storico

Il paese di Rivodutri si mostra pittoresco non tanto per i suoi monumenti, molto modesti, e per la sua struttura urbana, assai alterata, bensì per l’amena posizione geografica. Nel centro storico è la Parrocchiale di San Michele Arcangelo, di origini medievali ma riedificata nel 1775, che conserva una cappella seicentesca con un affresco raffigurante la Madonna del Rosario.

Cosa visitare nei dintorni di Rivodutri

I dintorni di Rivodutri offrono un ventaglio di spunti di visita sia dal punto di vista naturalistico che storico-artistico. Si consiglia un’escursione alla splendida Riserva Naturale dei Laghi Lungo e Ripasottile, che tutela due laghetti residui dell’antico Lago Velino, circondati da canneti e da bellissimi campi coltivati.

Per gli amanti dei luoghi romantici e intriganti è inoltre raccomandabile una gita alla scoperta delle non lontane rovine di Rocchettine e del borgo gemello semi-abbandonato di Rocchette, situate nei pressi di Torri in Sabina.

Si ricorda, infine, che si può abbinare la visita di Rivodutri a quella al Santuario di Fonte Colombo, vicino Rieti, anche per immergersi più compiutamente nell’atmosfera francescana che pervade questa zona del Lazio.

Informazioni Turistiche

Comune di Rivodutri
Piazza Municipio, 9
Tel. +39 0746.68.56.12
Sito Web del comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb