Cittaducale (RI)

Come visitare e cosa vedere a Cittaducale

Fa da sfondo naturale al nobile borgo di Cittaducale la maestosa Val Velina. Ora ampia e amena, più avanti, presso Posta, diviene una forra spaventosa. Questa è caratterizzata da rupi vertiginose e da spettacolari tagli nella roccia, realizzati in epoca romana per farvi transitare, come tuttora accade, la Via Salaria.

Considerata una delle aree più suggestive dell’Appennino, la Valle del Velino nei secoli fu attraversata da moltitudini di genti diverse. Al contempo, era bramata da re e imperatori in virtù dell’enorme abbondanza di acque. Straordinari segni di questa peculiarità si manifestano nella contigua Piana di San Vittorino. Questa “magica” vallata vide la presenza umana sin dai tempi più remoti e che divenne poi luogo sacro ai Sabini.

cittaducale cosa vedere

Cittaducale nella storia

Erede lontana di insediamenti protostorici, l’odierna Cittaducale, centro artistico e industriale del reatino, venne fondata nel 1309. Furono gli Angioini a porre la prima pietra in questa località, presso il confine settentrionale del Regno di Napoli.

La città, che deve il suo nome al duca di Calabria Roberto, figlio di Carlo lo Zoppo, fu il risultato di un preciso progetto urbanistico, elaborato da Enrico de’ Recuperantis ed ancor oggi ben evidente, con il borgo di Cittaducale tagliato da un’unica strada principale (l’attuale Corso Mazzini), sfociante nell’ampia Piazza Centrale (secondo un modello applicato, al tempo, anche alle non lontane L’Aquila e Leonessa).

Il borgo antico

La visita al bel centro storico di Cittaducale è piacevole e suggestiva. Dal tipico aspetto medievale, ha subito nel corso dei secoli delle modifiche in seguito alle ricostruzioni realizzate a causa del disastroso terremoto del 1703.

Nel borgo di Cittaducale si possono visitare la sia la Cattedrale di Santa Maria del Popolo, con la sua elegante facciata gotico-romanica, il rosone e dall’austero campanile che la caratteristica Torre Angioina.

Cosa visitare nei dintorni di Cittaducale

L’interesse di Cittaducale risiede anche nella sua posizione strategica: nei dintorni infatti è possibile visitare sia l’antica Cotilia e il Lago Paterno che Rieti. Inoltre, è possibile percorre i numerosi e affascinati sentieri che si snodano tra montagne, valli e boschi dei Monti del Cicolano, gruppo montuoso selvaggio e suggestivo anche grazie alla sua scarsa antropizzazione. Molto vicino a Cittaducale è anche e il gruppo dei Monti Reatini con il noto Monte Terminillo frequentata stazione sciistica dell’Appennino ma che purtroppo ha grandemente deturpato uno degli ambienti più importanti del territorio laziale. Fortunatamente sono ancora presenti vaste zone boschive specie nella zone settentrionale e occidentale del massiccio dove è possibile scoprire angoli di natura appenninica di un certo valore ambientale.

Informazioni turistiche

Comune di Cittaducale
Corso Mazzini, 111
Tel. +39 0746.60.801
Sito Web del comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb