La Storia di Frascati

Storia di Frascati
Le origini e il nome

Il primo centro agricolo

Sul territorio di questa cittadina fiorirono numerose ville sontuose che si possono considerare vere e proprie regge. Nacque così frascata – in effetti un piccolo borgo agricolo – e si può considerare il primo nucleo della città moderna. La zona sulla quale oggi sorge Frascati apparteneva alle ville di Lucullo e dei Passieni nei pressi dell’attuale Piazza Roma. Le abbondanti rovine di queste ville romane furono utilizzate dai primi abitanti per le loro umili abitazioni che riparavano con una copertura di frasche.

L’origine del nome

Da queste abitazioni simili a capanne deriverebbe il primitivo nome del villaggio di origine popolare. L’etimologia del termine è stata anche attribuita alla rigogliosa vegetazione cresciuta tra le rovine di queste ville antiche. La prima citazione storica della località si nota nel Liber pontificalis del Duchesne nel quale vengono citate, sotto il pontificato di Leone IV (IX secolo), la Basilica di S. Sebastiano Martire in Frascata e la Chiesa di Santa Maria in Frascata.

Storia di Frascati
Il Medioevo, il Rinascimento e la II° Guerra Mondiale

Dalla distruzione Romana fino al governo sotto il cardinale Guglielmo D’Estouteville

Quindi il villaggio era già un sobborgo di Tusculum. Nel 1191 dopo la distruzione dell’antica città a opera dei Romani i pochi superstiti si rifugiarono presso i più recenti gruppi di case modificando con nuove costruzioni la composizione edilizia del Borgo. Nel 1200 Innocenzo III assegnò Frascata come bene feudale al capitolo della Basilica di San Giovanni in Laterano.  Da questo momento in poi fino al 1538 Frascati subì vari passaggi prima Giordano Colonna poi seguirono feroci lotte tra potenti famiglie romane del tempo poi col pontificato di Pio II inizio un periodo di tranquillità. Nel 1478 Sisto IV cedette Frascati al cardinale Guglielmo D’Estouteville.

Dal Rinascimento alla Seconda Guerra Mondiale

Questo possesso fu sempre contrastato dalle varie famiglie degli Orsini, Borgia, Colonna e della Rovere. Nel 1536 Lucrezia della Rovere vendette il Castello a Pierluigi Farnese che l’anno successivo lo cedette a Paolo III. Un nuovo periodo seguì dopo il 1538 quando il pontefice nobilitò Frascati del titolo di città dandole a ricordo dell’antico Tuscolo il nome di Tusculum novum.

Da questo periodo si alternarono vari Papi tra cui Paolo V, Sisto V, Innocenzo X, Clemente X, Benedetto XIII e durante questo pontificato cessò la giurisdizione papale a Frascati e passò a quella della Sacra Consulta. Infine nel 1856 con la realizzazione della prima Ferrovia dello Stato pontificio, Frascati venne allacciata a Roma.

I disastrosi bombardamenti subiti durante l’ultimo conflitto mondiale distrusse buona parte dell’abitato e l’opera di ricostruzione ha mutato completamente l’assetto urbanistico e praticamente ciò che noi oggi vediamo.

Informazioni turistiche

Comune di Frascati
Piazza G. Marconi 3
00044 Frascati (RM)
Tel. +39.06.94.18.41
Sito Web del comune

Info Turistiche
Frascati Point
Piazza Marconi. 5
Tel. +39 06.94.18.44.09
E-mail: frascatipoint@stsmultiservizi.it

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb