Rocca di Cittareale (RI)

Cosa vedere e come visitare la Rocca Aragonese di Cittareale

Piccolo gioiello dell’architettura medievale è la Rocca Aragonese di Cittareale, meglio conosciuta come “La Rocca“. Oggi la fortezza, situata nella parte più settentrionale del borgo reatino, si distingue dalle altre strutture militari per la sua forma e per alcuni dettagli inusuali che destano molta curiosità nel visitatore.

La Rocca di Cittareale nella Storia

La Rocca di Cittareale fu edificata strategicamente, nel corso del 1200, tra il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio, durante la dominazione dell’imperatore Federico di Svevia II. Fu anche il periodo del suo massimo splendore e in cui prese la forma che ora possiamo ammirare. La Rocca è definita anche “Rocca di Re Manfredi” poiché la leggenda vuole che al suo interno sia sepolto Re Manfredi, figlio dell’Imperatore Federico II di Svevia. La Rocca di Cittareale, come da recenti studi, fu costruita e si ampliò, partendo da un precedente nucleo fortificato.

La visita alla Rocca di Cittareale

La sua particolare forma ha attirato l’interesse degli studiosi e degli appassionati a partire dalla singolare punta a forma di prua di una nave che guarda verso nord.
Inoltre lungo le mura sono state collocate delle semisfere. Molte teorie sono state enunciate per spiegare la loro funzione ma la più accreditata è quella di essere una sorta di monito per i nemici che le interpretano come palle di cannone che non sono riuscite a scalfire le possenti mura difensive. Un’altra particolarità della Rocca di Cittareale sta nell’uso di pietre di rivestimento caratterizzate da una trama ornamentale a righe. Inoltre è provvista delle cosiddette “case matte”, feritoie di forme diverse dove veniva collocata l’artiglieria.

L’entrata principale è la stessa dell’attuale, in corrispondenza del ponte per accedere alla Rocca da parte dei visitatori. Quello che stupisce di questa rocca è che, pur essendo solo un fortino militare, fu costruita con grande sfarzo e lusso architettonico tanto che, pare dalle ultime ricerche, fu chiamato a progettarla uno dei più famosi architetti militari dell’epoca. Molto probabilmente tanto sfarzo serviva, su questa linea di confine, come simbolo e “biglietto da visita” per gli incursori, quasi a voler dire che il regno era tanto ricco e potente da potersi permettere di sperperare molto denaro per una sola rocca difensiva.

Come visitare la Rocca di Cittareale

Orari di visita

Per informazioni contattare il comune di Cittareale
Tel. +39 0746.94.70.32

Informazioni turistiche

Rocca Aragonese
Comune di Cittareale

Piazza Santa Maria, 2
02010 Cittareale (RI)
Tel. +39 0746.94.70.32
Sito ufficiale del Comune

Cosa vedere nei dintorni della Rocca

Oltre ad una visita al borgo di Cittareale i dintorni non offrono punti di interesse storico, anche a causa della sua vicinanza al cratere sismico di Accumoli e Amatrice. E’ possibile comunque percorrere alcuni itinerari escursionistici sui vicini Monti Reatini.

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb