Camerata Nuova

Cosa vedere e come visitare a Camerata Nuova

Camerata Nuova, situata a 810 metri sul livello del mare, è uno dei comuni più alti del Lazio. Allo stesso tempo, però, è anche uno dei meno popolosi dato che gli abitanti sono circa 500. Il suo territorio comunale è interamente compreso nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini e offre al visitatore luoghi ancora incontaminati di grande valenza sia naturalistica che paesaggistica.

Le montagne che circondano Camerata Nuova sono ricche di itinerari da percorrere sia a piedi che a cavallo. Inoltre, non mancano le piste per lo sci di fondo, particolarmente numerose nei pressi del grande piano carsico di Camposecco.

Camerata Nuova | Cosa vedere | Lazio Nascosto
Chiesa di Santa Maria Assunta

Camerata Nuova nella storia

Il paese di Camerata Nuova ha una storia relativamente recente dato che il primo nucleo sorse dopo l’incendio che nel 1859 distrusse il vecchio paese situato più a est e 400 metri più alto alle falde della lunga cresta del Monte Camposecco. Nonostante tutto, non mancano alcune note di interesse che caratterizzano questo borgo adagiato in una delle più suggestive valli del Lazio.
Principale architettura del borgo è la Chiesa di Santa Maria Assunta costruita nel 1860. Si presenta con una facciata neoclassica  e un rosone. All’interno sono custodite due statute: una di legno raffigura Sant’Antonio Abate di autore sconosciuto mentre l’altra in peperino rappresenta la Madonna della Pietà (‘600).

Se mancano come è ovvio monumenti di rilievo storico e architettonico i paesani non hanno dimenticato le loro tradizioni tra le quali possiamo annoverare la Sagra della Braciola istituita nel 1959 in occasione del primo centenario dell’incendio che distrusse Camerata Vecchia (prima domenica dopo il 17 gennaio).

Le tradizioni di Camerata Nuova

Meta di pellegrinaggi è il Santuario della Madonna delle Grazie. Nella parrocchiale di Santa Maria Assunta, invece, è conservata una statua lignea della Madonna salvata dall’incendio di Camerata Vecchia.

Del bagaglio delle tradizioni cameratane fanno parte anche “l’asta deji atrizzi” e “Quanno ci stea sou macchia e ceu”. La prima si svolge in occasione della festa dei patroni (prima domenica dopo l’8 settembre) mentre la seconda è una rivisitazione dei mestieri ormai scomparsi. A proposito di mestieri scomparsi è da ricordare che questo borgo montano è rinomato anche per i suoi “arcari”,  maestri artigiani del legno dediti alla costruzione delle arche che non vorremmo mai diventasse un mestiere dimenticato.

Cosa visitare nei dintorni di Camerata Nuova

Tra i luoghi di maggior interesse che possiamo visitare nei dintorni di Camerata Nuova vi è senza dubbio il Parco Naturale dei Monti Simbruini di cui fa parte la stessa Camerata Nuova. Si tratta di un’estesa area protetta in cui regnano incontrastati boschi di faggio, alternate a praterie, valli, montagne che vanno dai 1600 fin oltre i 2000 metri.

Attraverso un itinerario escursionistico si può raggiungere e visitare la suggestiva e affascinante Camerata Vecchia. Questo, è un antico borgo arroccato a oltre 1200 e abbandonato nel 1859 a causa di un vasto incendio.

Notevoli sono, nei dintorni, anche le diverse località di rilevanza storica e paesaggistica. Prima fra tutte il caratteristico borgo di Cervara di Roma (28,3 km da Camerata Nuova), paesino arroccato in una posizione invidiabile a oltre 1000 metri di altitudine.

Informazioni turistiche

Comune di Camerata Nuova
Piazza Roma, 6 – 00020 (RM)
Tel. +39 0774.93.50.24
Sito Web del comune

Come Arrivare a Camerata Nuova

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb