Monte Camposecco da Camerata Nuova

Monte Camposecco da Camerata Nuova: Introduzione al percorso

Andata: Da Camerata Nuova per le rovine di Camerata Vecchia e la cresta Nord-Ovest
Ritorno: Stesso itinerario

Relativamente breve e poco faticoso, il sentiero che sale al Monte Camposecco, permette di visitare uno degli angoli più estremi dei Monti Simbruini a ridosso del confine con l’Abruzzo.

Ci troviamo al margine nord-occidentale del gruppo dove questo si fonde senza grandi contrasti con i Monti Carseolani nel versante aquilano. Stretta tra il Fosso Fioio e il Piano di Camposecco, la lunga costa del Monte Camposecco offre una tranquilla cavalcata di cresta in ambiente selvaggio e solitario. La visita alle rovine di Camerata Vecchia e alla Chiesa Madonna delle Grazie completano la gita conferendogli un’impronta storica di notevole interesse. Considerata poi l’esposizione a sud e il basso livello altimetrico su cui si svolge il sentiero, è preferibile, per questa escursione, evitare i periodi più caldi.

Monte Camposecco da Camerata Nuova | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Da Subiaco o dal casello Carsoli-Oricola sulla A24 si raggiunge l’abitato di Camerata Nuova (810 m). Appena entrati in paese si apre, sulla destra, una pizzetta dove è possibile parcheggiare. A destra della piazzetta inizia una stradina asfaltata (direzione “Camposecco”) e dopo aver camminato per circa 200 metri si incontra sulla sinistra la sterrata che si inoltra nel Fosso Fioio.

Senza imboccarla si prosegue sulla principale e dopo altri 100 metri si incontra, sempre a sinistra, un’altra sterrata con indicazione Madonna delle Grazie. Si gira così a sinistra (lasciando sulla destra la sterrata per Camposecco), e si supera il ponte sul Fosso Luisa. All’altezza di un tornante, si prende una mulattiera che si stacca sulla destra. Questa mulattiera costeggia per un tratto il fossato e va ad intercettare un sentiero che sale in diagonale. Si volta quindi a sinistra, si risale la costa boscosa a monte del Fosso Luisa e si giunge, intorno alla quota 1170, ad un bivio a T.

Verso il Monte Camposecco

Voltando a sinistra (a destra si arriva in pochi minuti alla Chiesa Madonna delle Grazie) si arriverà in breve a toccare le antiche rovine di Camerata Vecchia (1220 m, 1.00 h). Dopo una visita all’antico abitato si prende un sentiero che si inerpica sullo sperone roccioso che domina le rovine e, poco oltre, si guadagna la cresta che si risalirà fino ad una prima evidente elevazione (1344 m).

Da qui inizia una serie di cocuzzoli che formano la costa NO del Monte Camposecco, ma se si vuole evitare un noioso saliscendi ci si dovrà tenere poco più in basso del filo e lasciare così a sinistra tutte le varie elevazioni. Dato però che il Monte Camposecco si distingue poco dal resto della costa, una volta superate le prime quote, converrà voltare a sinistra e seguire la larga cresta fino alla cima più alta. (1494 m, 1.00 h/ 2.00 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 690
Tempo andata: 2.00 ore
Tempo ritorno: 1.30 ore
Difficoltà: E
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile solo con auto

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Sud - Le più belle Escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPS

Monte Camposecco
41°59’59.3″N 13°08’58.8″E

Mappa (Monte Camposecco)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb