Sentiero Wojtyla – Santuario della Mentorella da Pisoniano

Sentiero Wojtyla – Santuario della Mentorella da Pisoniano: Introduzione al percorso

Andata: Da Pisoniano – centro, per Fosso Perazzetta, Ara Palazzo e il versante Nord-Est
Ritorno: Stesso Itinerario

Uno dei tanti sentieri, luoghi, rifugi dedicati all’amato Papa Giovanni Paolo II, non solo uomo di fede profonda ma anche scrittore, poeta, escursionista. Il Sentiero Wojtyla è un po’ faticoso, con i suoi quasi 800 metri di dislivello, per chi lo percorre per intero da Pisoniano fino al Monte Guadagnolo.

Si presenta ben integrato nell’ambiente costituito parte a querceto e parte a bosco misto e dove si fondono natura e storia. Là dove il bosco si dirada e si vede poco lontano tra gli alberi il caratteristico spuntone roccioso dove è arroccato il Santuario della Mentorella. La mente si tuffa nel passato mentre sente il rintocco di una campana lontana. E’ l‘itinerario più completo, vario e interessante che si possa percorrere in quest’area. Di grande suggestione è l’ambiente tra Guadagnolo e il Santuario durante le tipiche giornate invernali quando sembra essere tornati indietro nel tempo. Invece in primavera le fioriture danno il meglio di se sulla cresta sommitale.

Santuario della Mentorella da Pisoniano | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Dall’autostrada A24 – uscita Castel Madama – prendere la strada Empolitana verso Ciciliano – Pisoniano. Arrivati al centro del paese si parcheggia. Percorrere la provinciale per San Vito Romano per circa 200 metri poi si piega a destra per una strada all’inizio in cemento poi sterrata, che scende ripidamente fino a giungere al Fosso Perazzetta (detto anche Fosso dei Serroni). Senza tener conto di varie deviazioni, seguire sempre la sterrata (412 m, 20 min.).

Traversato questo fosso su un ponticello la strada, per qualche tratto cementato, sale ripida per oltre un chilometro fino ad arrivare a uno slargo denominato Ara di Palazzo (561 m; 0.30 h / 0.50 h). Avendo alle spalle la strada da dove si è arrivati, al bivio di fronte, si prende la mulattiera di sinistra. Dopo circa trecento metri si arriva ad una piazzola, dove sulla sinistra inizia il sentiero Wojtyla che per i primi metri sono stati cementati in alcuni gradini.

Verso il Santuario della Mentorella

Il sentiero Wojtyla si inerpica ripido e faticoso con ampie e comode svolte, si supera un cancello in legno e si entra nel bosco del Vallone di Morra Rossa (non segnato sulla carta IGM). Successivamente si aggira sulla sinistra un profondo canalone. Verso gli 850 metri di quota il bosco si fa più rado e si intravedono i Monti Caprini. Ancora più in alto i tornanti si fanno più lunghi e poco inclinati. Ad un bivio andare dritti, non tener conto del ramo di destra che forma un breve tornante, per la stessa direzione. Subito dopo si intravede sulla sinistra lo sperone roccioso ove si trova il Santuario. Da qui, dopo altri 15 minuti di cammino, si arriva sulla strada asfaltata a pochi metri dall’ingresso del Santuario Madonna della Mentorella (1030 m; 1.30 h / 2.20 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 718
Tempo andata: 2.20 ore
Tempo ritorno: 1.50 ore
Difficoltà: E
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile con auto e pullman

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Nord - Le più belle escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPS

Pisoniano
41°54′28″N 12°57′30″E

Mappa (Santuario della Mentorella)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb