Storia del Castello di Sermoneta

Il Castello di Sermoneta nella storia

Il periodo degli Annibaldi

La storia del Castello di Sermoneta inizia con la famiglia Annibaldi che promosse la costruzione di un’imponente rocca caratterizzata da una torre alta ben 42 metri detta Maschio e una torre più piccola chiamata Maschietto. La rocca fungeva da centro fisco e strategico dell’intera cittadina di Sermoneta e all’interno vi era anche la Chiesa di San Pietro in Corte edificata in Piazza D’Armi. Alla fine del 1300 gli Annibaldi si trovarono in una situazione economica critica così, nel 1297 Pietro II Caetani, Conte di Caserta, non ebbe molta difficoltà a comprare tutto il complesso fortificato e quindi anche Sermoneta oltre a Bassiano e San Donato. La sua importanza era data dalla sua posizione strategica, trovandosi alle porte di Roma, vicini al mar Tirreno e alla via Appia.

L’avvento della famiglia Caetani

Così i Caetani incominciarono ulteriori lavori di ampliamento e costruzione dando vita alla grandiosa Sala dei Baroni, risalente al XIV e lunga 22 metri, la cui funzione era quella di centro per discutere gli affari politici ed economici del feudo. Nel 1470, grazie all’iniziativa di Onorato III Caetani furono eseguite le cosiddette “Camere Pinte”, stanze affrescate con figure mitologiche il cui artista rimane sconosciuto. La grandezza dei Caetani però, si interruppe bruscamente quando nel 1499 Alessandro VI Borgia li scomunicò con una bolla pontifica, togliendo loro ricchezza e privilegi.

Catello Caetani a Sermoneta | Castelli del Lazio

Dal periodo dei Borgia al ritorno dei Caetani

Sotto i Borgia il castello venne trasformato in una fortezza militare e distrussero l’ultimo piano del maschio e la Chiesa di San Pietro in Corte. Solo dopo la morte di Alessandro VI e con l’ascesa di Giulio II i Caetani ritornarono a Sermoneta diventando nuovamente i signori del borgo. Nel corso degli anni successivi e fino al 1800 durante i quali il Castello Caetani e Sermoneta ebbero varie vicissitudini storiche, la famiglia Caetani diede avvio a importanti lavori di restauro del Castello, trasformandolo in un centro sociale ed educativo. Attualmente, grazie alla Fondazione Roffredo Caetani, le bellezza e le ricchezze del castello sono conservate e tutelate per garantire nei prossimi anni il mantenimento di un’opera architettonica di grande impatto e di grande importanza culturale, storica ed artistica.

Il Castello Caetani di Sermoneta

Situato a 237 metri di altitudine il Castello Caetani si erge maestoso sul sottostante borgo di Sermoneta dominando così l’intera Pianura Pontina. Nelle giornate più limpide, oltre al Promontorio del Circeo è possibile notare, all’orizzonte, anche le Isole Ponziane.

Il Castello di Sermoneta o Castello Caetani è uno dei manieri più importanti, maestosi e meglio conservati del Lazio e d’Italia. Le origini del Castello Caetani, posto nella parte più del borgo di Sermoneta, risalgono al XIII secolo quando la Santa Sede affidò ai baroni Annibaldi le città di Sermoneta e Bassianocontinua la vista al castello Caetani

Informazioni turistiche

Castello Caetani a Sermneta
Via della Fortezza
04013 Sermoneta (LT)
Sito Web Ufficiale

Comune di Sermoneta
Via della Valle, 17
Tel. +39 0773.30.151
Sito Web del Comune

Pro Loco Sermoneta
Tel. +39 0773.30.312
Sito Web

Redazione Lazio Nascosto © Riproduzione vietata | Copyright

Lazio Nascosto © 2021 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it Realizzato da SyriusWeb