Montecalvello

Cosa vedere a Montecalvello

Piccolo gioiello della Tuscia, Montecalvello deve la sua fama al Casello medievale che sorge al centro del borgo. Incorniciato dalle splendide campagne viterbesi è una meta da non perdere.

Immerso tra le dolci colline del Viterbese, nel cuore della Valle del Tevere, sorge l’antico quanto affascinate borgo di Montecalvello, dominato dalla massiccia mole del Castello di Balthus.

Il minuscolo paese si trova lungo la SP 18 ed è frazione di Viterbo da cui dista 21 km. Adagiato su un colle a 168 metri d’altezza, il borgo è formato da una manciata di edifici e dalla chiesa di Santa Maria Assunta situata all’interno delle mura castellane.  Il maniero s’impone alla vista per il suo aspetto massiccio e austero.

Montecalvello nella Storia

Il borgo ha seguito e subìto le vicende storiche del castello, le cui origini affondano probabilmente tra il 774 e il 776, periodo in cui il re longobardo Desiderio, si fece promotore e artefice della sua fondazione. Le prime notizie ufficiali si hanno dalla prima metà del Duecento. Al tempo il signore che deteneva il possesso del feudo era un tal Alessandro Calvelli, da cui prese verosimilmente il nome del paese.

Nel corso dei secoli altri nobili fecero di Montecalvello una loro residenza come i Monaldeschi di Montecalvello, il marchese Marcello Raimondi nel 1644, e Donna Olimpia Maidalchini in Pamphili. Nei primi decenni del secolo scorso la proprietà passò alla Sig.na Beatrice Mariani la quale lo venderà nel 1970 al famoso pittore di arte contemporanea Balthasar Klossowski de Ròla meglio conosciuto con il nome di Balthus. Quest’ultimo, infine, lascerà al figlio l’intera eredità.

Cosa vedere a Montecalvello | Lazio Nascosto
Entrata al borgo di Montecalvello

Scopri cosa visitare a Montecalvello

La Chiesa di Santa Maria Assunta

Al piccolo borgo della Tuscia vi si accede oltrepassando un arco che si apre entrando nella strada di Montecalvello (detta la Piazza) che si stacca dalla SP 18 (Grottana). Superato l’arco, si entra poco dopo in un corridoio che conduce alla Chiesa di Santa Maria Assunta.

La chiesa dalla facciata molto semplice ma particolare è formata da una sola navata con due cappelle laterali. L’interno è totalmente intonacato di bianco ma di scuro interesse è la Cappella del Crocefisso decorata da pregevoli affreschi. Particolare è anche l‘abside obliqua. Inoltre si possono osservare un fonte battesimale e delle nicchie con oggetti e arredi sacri.

Il Castello di Balthus

Si prosegue verso sinistra e si raggiunge la corte del Castello, individuabile grazie ad una fontana rotonda al centro. L’ambiente è chiuso a destra da alcune case e a sinistra dalle imponenti mura del Castello di Balthus. Qui saremmo totalmente avvolti dalle antiche atmosfere medievali, specie nelle grigie giornate di autunno. In pochi istanti faremo un balzo temporale che ci porterà nel classico villaggio del XVI secolo e gli edifici segnati dal tempo non hanno perso quel fascino rimasto immutato fino ad oggi.

La Chiesa di San Rocco

Poco fuori il paese, nella zona moderna, sorge la Chiesa di San Rocco (Strada Provinciale 18 Grottana – 500 metri prima del Castello). All’interno è custodita una statua del santo e sono visibili affreschi di un certo pregio artistico che raffigurano la Madonna della Melagrana con il Bambino, Santa Caterina, Sant’Egidio e Santa Rosa da Viterbo. Curiosi sono alcuni graffiti lasciati dai pellegrini di passaggio diretti a Roma. Uno di essi mostra scene di battaglia tra i Monaldeschi di Montecalvello e i Gatteschi nel 1528.

Affascinate borgo da non perdere

In tutto ciò sta la ricchezza di Montecalvello, nell’aver mantenuto intatte le vesti di oltre 7 secoli fa. La bellezza del borgo e del maniero ha attirato artisti e registi che qui hanno trovato uno scenario unico per girare alcune scene dei loro film come “Il Racconto dei Racconti” di Garrone, “Preferisco il Paradiso” (storia di San Filippo Neri) di G. Campiotti e la serie televisiva su Leonardo Da Vinci.

Cosa vedere a Montecalvello | Lazio Nascosto
Panorama verso Montecalvello

Cosa vedere nei dintorni

Scopri i luoghi più belli da visitare vicino a Montecalvello. Idee e consigli di viaggio per trascorre una giornata o un weekend tra arte, natura, storia e tradizioni…continua il viaggio

I dintorni di Isola Farnese | I luoghi più belli da vedere | Lazio Nascosto
Dove Mangiare
Ristoranti, Trattorie e Pizzerie 
Ristoranti, Trattorie e Pizzerie nel Lazio | Dove Mangiare nel Lazio
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanza e Agriturismi nel Lazio

Informazioni Turistiche

Montecalvello
Comune di Viterbo
Via Filippo Ascenzi, 1
Tel. +39 0761.34.81
Sito Ufficiale del Comune

Info per la Visita, Hotel e Ristoranti

Non ci sono aree parcheggio nelle vicinanze del paesino se non un piccolo slargo prima dell’arco di entrata al borgo. Nel centro abitato c’è una casa vacanze ma non sono presenti ristoranti e trattorie. Occorre raggiungere Grotte Santo Stefano (5 km) oppure Graffignano (7 km) per gustare i piatti tipici della Tuscia.

Come Arrivare

In auto Montecalvello dista da Viterbo circa 21 km ed è raggiungibile prendendo la SP Teverina e poi la SP18 Grottana che attraversa Grotte Santo Stefano.

Con i mezzi pubblici è raggiungibile con le linee di trasporto locale in partenza da Viterbo.

Lazio Nascosto © 2022 | Exentia srls Via Isonzo, 94 - 04100 - Latina | C.F. e P. Iva 02854870595 | Iscrizione al Registro delle Imprese REA LT 204642 | Pec exentiasrls@pec.it
Realizzato da SyriusWeb