Civitella d’Agliano (VT)

Civitella d’Agliano
Il borgo degli artisti

Il borgo di Civitella d’Agliano collocato su un colle a 262 metri d’altezza, le cui pendici degradano verso la Valle del Tevere, è situato ai margini dei Monti Volsini Già lo stesso toponimo ci indica le origini di questo borgo tipico medievale di un castello denominato Agliano. Il paese. Tutta la zona circostante, oltre ad avere una sua tipica connotazione paesaggistica, è molto fertile e offre alla popolazione una notevole varietà di prodotti agricoli tra i quali grano, uva, olive, ma anche mais, frutta, tutti di eccellente qualità, che per gli abitanti della zona è stata ed è tuttora fonte di una eccellente economia agricola.

Origini e Storia

Prima gli Etruschi e poi i Romani hanno popolato l’area e questo è testimoniato dalle tombe come quella etrusca rinvenuta in località Case Nuove. Poi ancora frammenti di colonne, manufatti in ceramica e resti di ville e impianti romani. Dopo la caduta dell’Impero Romano, le popolazioni si rifugiarono sulle colline per motivi di sicurezza.

Civitella d'Agliano (VT) | Cosa vedere nel borgo della Tuscia

Infatti dall’alto si potevano controllare con un certo anticipo i movimenti dei barbari o bande di malintenzionati e così organizzare la difesa del paese. Dopo le numerose e travagliate vicende storiche, Civitella d’Agliano assunse lo status di comune nel 1564 ma comunque sempre facente parte del patrimonio dello Stato Pontificio sino all’annessione al Regno d’Italia nel 1870.

Cosa vedere a Civitella d’Agliano

L’origine medievale emerge dalle numerose testimonianze architettoniche quali il Castello che quasi certamente è stato eretto nel secolo XI dai Conti di Bagnoregio i cui discendenti presero il cognome di Monaldeschi.

Poi vi è l’antica chiesa Parrocchiale del S.S. Pietro e Callisto che si pensa sia stata edificata verso la fine del XII sec. ma agli inizi del XVI sec. fu profondamente ristrutturata così come la vediamo oggi.

Un’altra caratteristica che testimonia l’origine medievale è l’architettura del centro storico delimitato dalla rupe e dalle mura antiche, con i vicoli che si dipartono dalla piazza centrale e le tipiche abitazioni in tufo raggruppate ai piedi del castello. Una menzione particolare è per il Castel Sozio un importante sito archeologico d’epoca longobarda.

Civitella d’Agliano e l’Arte

Il borgo nei mesi estivi propone, con l’intento di recuperare le abitazioni del centro storico, corsi d’arte a livello europeo. Così una folla di partecipanti – scultori, pittori, scrittori, ecc. – provenienti da numerose città e paesi d’Italia e d’Europa, anima il paese confondendosi con gli abitati di Civitella.

Cosa visitare nei dintorni di Civitella d’Agliano

Tutti da ammirare sono i dintorni di Civitella d’Agliano ad iniziare da Castiglione in Teverina (circa 10 km). Merita una visita anche il grazioso borgo di Sermugnano (17,3 km), nel territorio comunale di Castiglione in Teverina, e Graffignano (7,1 km) con il Castello Baglioni. Da vedere è San Michele in Teverina (poco più di 2 km). Inoltre segnaliamo il celebre borgo di Civita di Bagnoregio (14,3 km) e il vicino paese di Lubriano (16 km). Infine, anche se si trovano in territorio umbro, consigliamo di visitare la magnifica città di Orvieto (27,8 km) e i Laghi di Alviano e Corbara, entrambi formati dal Fume Tevere.

Informazioni turistiche

Comune di Civitella d’Agliano
Piazza Cardinale Dolci, 16
01020 Civitella D’agliano (VT)
Tel. +39 0761.91.48.845
Sito Web del comune

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb