Pizzo Pellecchia da Monteflavio

Pizzo Pellecchia da Monteflavio: Introduzione al percorso

Andata: Da Monteflavio – Via Monte Pellecchia, per Chiesa Madonna del Carmine (rud.), Fosso di Cerreto, Valle Lopa e la cresta Sud-Ovest
Ritorno: Stesso Itinerario

Tanti sono gli itinerari su questi monti che suscitano l’interesse per il naturalista ma questo che raggiunge il Pizzo Pellecchia “fa scuola” di ecologia. Una lettura attenta dei particolari ci dice quali siano le piante lungo il sentiero e quali animali frequentano i vari ambienti: fondo valle, crinali, boschi misti, faggete.

Nel mese si maggio si possono ammirare nei pressi della cima di Pizzo Pellecchia splendide fioriture di iris. Attenzione, guardare e non toccare poiché la flora e la fauna sui Monti Lucretili è sottoposta a protezione. Portiamoli a casa con una bella foto. Questo sentiero esplora il versante sud-ovest del sottogruppo del Monte Pellecchia e può ricongiungersi con la panoramica cresta che collega Monte Pellecchia e Pizzo Pellecchia. Così è possibile percorrere un itinerario tra i più completi dei Monti Lucretili.

Pizzo Pellecchia | Sentieri nel Lazio

Descrizione del Percorso

Percorrendo la Statale Salaria verso Rieti, subito dopo Passo Corese, si prende per Nerola – Montelibretti. Usciti da Borgo Quinzio, una serie di bivii porteranno in successione ai paesi di Moricone e Monteflavio. Poco prima di entrare in paese, all’altezza di una curva, si stacca sulla destra una strada per il campo sportivo e a pochi metri si trova uno spiazzo per parcheggiare.

Si torna a riprendere la strada per il centro e percorsi un centinaio di metri si prende a destra Via Monte Pellecchia. La strada la si percorrerà per circa 200 metri fino ad una piazzola. Per chi è in auto può arrivare qui e parcheggiare. Proprio dalla piazzola inizia una sterrata che dopo pochi minuti di cammino incontra i ruderi poco visibili della chiesetta Madonna del Carmine. Poco più avanti sulla sinistra un sentiero segnato ci porta al Monte Pellecchia (900 m, 0.10 h).

Verso il Pizzo Pellecchia

Tralasciando questo, si prosegue nella stessa direzione fino a un cancello di legno che viene superato. Si prosegue senza difficoltà a mezza costa inoltrandosi nella vallata fino a incontrare un sentierino. A poca distanza dal punto in cui ci troviamo si nota a destra il Fosso di Cerreto che da qui prende il nome di Valle Lopa (950 m, 0.30 h/ 0.40 h). Mantenere la stessa direzione e proseguire lungo il fossato o nelle immediate vicinanze. Lo percorreremo fino a quando questo termina in corrispondenza della testa di valle denominata Forcella di Civitella (1114 m, 0.30 h/ 1.10 h).

Si aggira il filo spinato per portarsi dall’altra parte dove i segni rossi ci indicano che il sentiero corre sulla destra dello stesso filo che arriva fin nei pressi della cima di Pizzo Pellecchia. Ancora pochi metri e si arriva alla meta, riconoscibile per una croce in ferro. Da qui è possibile ammirare a tutto campo il gruppo dei Monti Lucretili (1325 m, 0.30 h/ 1.40 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 520
Tempo andata: 1.40 ore
Tempo ritorno: 1.20 ore
Difficoltà: E
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile con auto e pullman

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Nord - Le più belle escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPS

Pizzo Pellecchia
42°09′ 15.05″ N, 12°87′ 05.26″ E

Mappa (Pizzo Pellecchia)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb