I Monti Cantari

Monti Cantari: Sentieri, Escursioni e Trekking

Tante sono le emergenze naturalistiche e storico-culturali di questa grande area montuosa che ci si chiede come mai i Monti SimbruiniErnici e i Cantari, non sia stata inclusa tra i parchi nazionali. Purtroppo questo non è avvenuto. Potrebbe essere comunque un grande progetto che auspichiamo possa realizzarsi quanto prima, con il contributo della Regione Lazio e l’Abruzzo.

I Monti Cantari: Natura, Ambiente e Paesaggio

Il Parco Regionale dei Monti Simbruini, che include anche il versante laziale dei Monti Cantari è nato nel 1983. Si estende per 36.000 km quadrati di cui 20.000 di foreste che comprendono gran parte delle piante mediterranee fino all’acero montano e il faggio. La sua importanza ecologica è notevole ma non è solo questo che da rilevanza a quest’area. Il parco oggi protegge molte specie di animali come la volpe, faina, tasso, lupo. In passato si sono avuti rari avvistamenti di orsi, esemplari che non sostavano in questi luoghi per lunghi periodi di tempo.

Tra gli uccelli merita segnalare l’aquila reale, il gracchio alpino e corallino, l’astore, il falco pellegrino, la poiana e lo sparviero. La varietà di ambienti, l’esposizione, la posizione geografica, la storia, fanno di questa vasta area una delle zone protette più interessanti della regione. Anche il patrimonio storico-ambientale merita la massima protezione e la massima valorizzazione.

Monti Cantari | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Di grande importanza è la capacità da parte delle popolazioni locali di gestire nel modo più appropriato il potenziale ecologico e turistico del parco. Strategica è la sensibilizzazione dei visitatori e residenti verso la salvaguardia del territorio. Ciò permetteràla creazione di nuove attività eco-compatibili per le generazioni future.
La catena dei Monti Cantari che si trova tra quella dei Monti Simbruini e quella degli Ernici, segna il confine tra le due regioni sopra citate. Comprende cime che mediamente si attestano tra i 1800 e i 2000 metri, con la cima più alta del Monte Viglio con i suoi 2156 metri. Nonostante siano un poco arrotondate, l’escursionista può ammirare elementi floro-faunistici e paesaggistici di tutto rispetto.

I Monti Cantari: Flora e Fauna

La specie più diffusa in tutta l’area è tra gli alberi il faggio di cui spesso si incontrano esemplari secolari le cui dimensioni sono veramente eccezionali. Tra gli animali più rari, segnaliamo gruppetti di lupi e alcune coppie di aquile reali che perlustrano tutta l’area alla ricerca delle loro prede preferite. Altri uccelli rapaci che si possono invece notare con una certa frequenza sono il falco pellegrino e l’astore; mentre più raro è il lanario. Gli uccelli sono tantissimi come il gracchio, l’upupa, il fringuello alpino, giusto per citarne alcuni. Piccoli mammiferi come le arvicole, scavano tra l’erba le loro gallerie sotto la neve. I topolini, i ghiri, ecc. sono invece le prede ricercate dalle volpi, donnole e faine.

Monte Viglio da Filettino | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Viglio da Filettino (Colle Albaneti)

L’itinerario che sale al Monte Viglio può essere suddiviso in tre parti distinte: la prima parte si svolge lungo una piacevolissima vallata marcata dal Fosso Maiore, segue poi un lungo tratto in faggeta e infine si percorrono le tipiche praterie d’alta quota che…

Vai all’itinerario

Monte Viglio da Filettino | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Viglio da Fonte della Moscosa (Valico Serra Sant’Antonio)

Il Monte Viglio è una delle montagne più frequentate dell’intero Appennino Laziale e l’itinerario che qui proponiamo è quello più frequentato per salire sul Monte Viglio. Spiegare i motivi per cui…

Vai all’itinerario

Monte Viglio da Filettino | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Monte Viglio da Filettino (Via del Crestone)

La particolarità di questo itinerario consiste nel fatto di svolgersi quasi interamente su cresta. Abbiamo così la possibilità di far spaziare la nostra vista fin verso i vicini Monti Ernici e Simbruini, Spettacolari gli affaccia verso gli anfiteatri rocciosi che si aprono…

Vai all’itinerario

Ente Parco Naturale Regionale Monti Simbruini
Via dei Prati, 5
00020 Jenne (RM)
Tel. +39 0774.82.72.21
Fax +39 0774.82.71.83
Sito Web Ufficiale

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb