Monte Petrella da Esperia

Monte Petrella da Esperia: Introduzione al percorso

Andata: Da Esperia – località Polleca per il Canale Scaricati, la Serra Capriola e il versante ovest
Ritorno: Stesso itinerario

I Monti Aurunci, aridi e assolati verso la costa, appaiono invece coperti da fitti boschi nel versante che scende verso la valle del Fiume Liri. Per chi vuole scoprire la vera natura di queste montagne consigliamo questo itinerario che si inoltra nel cuore più selvaggio del gruppo, prima con percorso in valle e poi con una lunga cavalcata di cresta, fino alla cima del Monte Petrella da dove si può ammirare, nelle giornate più limpide, un eccezionale panorama su tutta la costa a cavallo tra Lazio e Campania.

Questo aspetto non è il solo a destare l’interesse dell’escursionista: la caratteristica Cisterna Cupa, la boscosa Serra Capriola e la leggendaria Fossa Juanna rendono questa gita, specialmente nelle mezze stagioni, di notevole interesse e suggestione. Nelle giornate uggiose invece, quando l’atmosfera diventa incantata, nei boschi si può percepire l’eco di antiche leggende che da secoli pervadono queste valli selvagge e solitarie.

Monte Petrella | Sentieri nel Lazio

Descrizione del Percorso

Da Formia o Cassino per la S.S. 630, o dal casello di Pontecorvo sulla A1 Milano-Napoli, si raggiunge l’abitato di Esperia. Per chi percorre la statale 630 una volta giunti ad Esperia Inferiore si prosegue dritti per imboccare la carrabile per Pontecorvo (che passa per Ponticelli e Sant’Oliva) e dopo circa 800 metri, all’altezza di un tornante, si stacca sulla sinistra una stradina asfaltata. Per chi proviene dal casello, superato Pontecorvo, si percorre la carrozzabile per Esperia (che porta a Sant’Oliva e Ponticelli) fino ad un tornante. 800 metri prima di Esperia Inferiore si stacca sulla destra una stradina asfaltata. Percorrendo la stradina, dopo circa 400 metri si incontra un’altra stradina, sulla sinistra, in corrispondenza di una curva (in questo tratto si incontra a sinistra la carrozzabile per Polleca – via Sant’Onofrio – chiusa al traffico).

Si percorre quest’ultima per circa 9 km (in alcuni punti sterrata) fino alla località Polleca (via San Martino). Giunti a Polleca (640 m) ci troviamo ad un bivio: a sinistra si torna verso Esperia (Via Sant’Onofrio) e a destra inizia l’itinerario segnato per Monte Petrella (Polleca è raggiungibile solo con le auto). Lasciata quindi l’auto nei pressi del bivio, si percorre la sterrata verso destra e, dopo pochi metri, si va a prendere, sulla sinistra, un’altra sterrata che giunge ad una barra d’accesso. Pochi metri prima della barra si abbandonano i segnali CAI (che seguono una strada privata) e si segue un evidente sentiero che scende sulla destra. Questo attraversa un fossato e, subito dopo, con percorso a mezza costa, risale il fianco destro del fossato stesso, fino a che non si immette nell’inciso e boscoso Canale Scaricati.

Verso la Cima del Monte Petrella

Giunti intorno a quota 840 metri si incontrano, poco più in alto sulla destra, due risorgive abbastanza profonde (asciutte nei periodi di siccità). Il sentiero, che costeggia sempre il lato destro del fossato, sbuca in una radura ove sorge la caratteristica Cisterna Cupa (990 m, 1.00 h). Aggirata la cisterna, il sentiero incontra di nuovo i segnali CAI e riprende a correre nel bosco traversando a mezza costa le pendici nord della Serra Capriola. Superata una crestina secondaria, si giunge ad una seconda crestina (1100 m) dove si abbandonano di nuovo i segnali (che portano direttamente sulla Serra). Si continua a mezza costa fino alla cresta principale della Serra Capriola (0.30 h/ 1.30 h).

All’altezza del filo si piega nettamente a sinistra e si segue per intero la boscosa cresta della Serra (a 1250 metri si incontrano di nuovo i segnali) superando man mano le quote 1340, 1376 (Serra Capriola Bassa) e 1401 (Serra Capriola Alta, 0.50 h/ 2.20 h). Discesi quindi ad una larga sella si prosegue in direzione est verso la visibile cima del Monte Petrella (da non confondersi con il vicino Monte Campetelle, a destra, che data la forma sembra più alto). Attraversando gli ultimi pendii alla base della montagna, un ultimo breve ma faticoso tratto risale il versante ovest. In breve tempo toccheremo l’ampia cima ove sorge una grossa e deturpante antenna (1533 m, 0.40 h/ 3.00 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 920
Tempo andata: 3.00 ore
Tempo ritorno: 2.00 ore
Difficoltà: E+
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile solo con auto

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Sud - Le più belle Escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPRS

Monte Petrella
41°19’14.9″N 13°39’54.4″E

Mappa (Monte Petrella)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb