Monte Morrone da Cartore

Monte Morrone da Cartore: Introduzione al percorso

Andata: Da Borgorose – Cartore, per il Vallone di Fua, Vallone del Cieco, Lago della Duchessa, Vado dell’Asina e la cresta Est
Ritorno: Stesso itinerario

L’itinerario che sale fin sulla vetta del Monte Morrone, seconda cima più alta del gruppo, è senza dubbio uno dei più interessanti e piacevoli da percorrere su queste montagne. Non solo per la presenza, già notevole, del Lago della Duchessa, ma più in generale per la varietà di ambienti che si attraversano.

Oltre al lago che offre spettacolo in ogni tempo, nella parte iniziale del percorso avremo la possibilità di ammirare due valloni e una lunga e panoramica cresta rocciosa nella parte finale. Il notevole dislivello non appesantisce l’escursione se si ha l’accortezza di affrontare il primo tratto, dov’è la maggiore inclinazione, con andatura tranquilla e ben ritmata. Nell’ultimo tratto in cresta, quando il Monte Morrone è ormai davanti ai vostri occhi, è necessario prestare molta attenzione ad alcuni delicati passaggi specie se si è in presenza di neve.

Monte Morrone da Cartore | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Percorrendo la A24 Roma-Teramo, usciti al casello “Valle del Salto”, si incontra un crocevia ove si gira a destra in direzione di Corvaro. Poco prima dell’ingresso al paese si stacca sulla destra una stradina – Via dello Sport e oltre Via di Valle Amara – che dopo un breve tratto costeggia il cimitero (839 m). Chi proviene da Rieti, invece, dovrà percorre la statale 578 fino allo svincolo Borgorose-Corvaro. Raggiunto il centro di Corvaro, lo si supera e appena usciti dal paese, dopo circa 400 metri, si stacca sulla sinistra Via dello Sport. Superato il cimitero si prosegue lungo la strada asfaltata che, dopo circa tre chilometri, passa sotto la galleria dell’autostrada e subito dopo termina in una piazzola con una fonte.

Qui si trova l’imbocco della Valle Amara e l’inizio del nostro itinerario. Dalla piazzola quindi si prosegue a piedi e, senza possibilità di errore, si entra nel cuore della Valle Amara. Una piacevole mulattiera, a tratti sconnessa per la presenza di rivoli d’acqua. Risale dolcemente tutta la valle e, superato il primo tratto, stretto da ripide pareti e aspri speroni rocciosi, si giunge all’edicola de “La Madonnella”. Da qui la valle inizia a farsi più larga. La mulattiera compie due tornanti per poi svolgersi lieve pendenza fino a quando questa non incontra l’imbocco della Valle dell’Asina [Asino sulla carta IGM]. Così, all’altezza di una curva a sinistra (1400 m), troveremo proprio l’ingresso alla Valle dell’Asina. Si lascia a sinistra la pista per i Prati di Cerasolo e il Monte Cava e si percorre il sentiero di fondovalle che nella prima parte si presenta quasi in piano (1445 m, 1.30 h).

Verso il Monte Morrone

Percorso circa un chilometro, il sentiero entra in faggeta, passa a sinistra di una piccola elevazione rocciosa, e giunge al margine del bellissimo pianoro di Campitello (1695 m, 0.45 h/ 2.15 h). Senza raggiungere il pianoro e il rifugio della forestale, si volta nettamente a destra e si sale ad una selletta stretta tra grandi massi (1748 m). Oltre la sella si apre un piccolo altopiano denominato Mercaturo che attraverseremo con percorso a mezza costa compiendo un ampio giro verso sinistra ad aggirare le propaggini della Punta d’Uccettù.

Senza troppa fatica si guadagna in breve l’intaglio del Vado dell’Asina (non nominato su IGM) dove il panorama si apre sul vicino Lago della Duchessa e sui Monti del Velino (1925 m, 0.30 h/ 2.45 h). Dal vado si piega nettamente a destra e si segue la rocciosa e aerea cresta dell’anticima est del Monte Morrone. Dopo un primo tratto abbastanza ripido si raggiunge una prima elevazione (2041 m), una seconda (2067 m) e in ultimo l’anticima vera e propria (2130 m, 0.35 h/ 3.10 h). Da qui, si percorre ancora la cresta, che diventa sempre più stretta e aerea, fino alla cima del Monte Morrone (2141 m, 0.30 h/ 3.40 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 1240
Tempo andata: 3.50 ore
Tempo ritorno: 3.00 ore
Difficoltà: EE
Segnaletica: segni giallo-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile solo con auto

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Nord - Le più belle escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPRS

Monte Morrone
42°11’44.5″N 13°19’40.4″E

Mappa (Monte Morrone)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb