Monte Semprevisa da Pian della Faggeta

Monte Semprevisa da Pian della Faggeta: Introduzione al percorso

Andata: Da Pian della Faggeta per i Piani dell’Erdigheta, il Monte Pizzone, il Monte Erdigheta, il Monte della Croce e la cresta SE
Ritorno: per la cresta Ovest, la Sella del Semprevisa e l’Acqua Mezzavalle

Non si potrebbe immaginare un itinerario più classico di questo per salire alla cima del Monte Semprevisa. E’ certamente il sentiero più frequentato dell’intero gruppo, e se vogliamo fare un azzardo, potremmo dire anche dell’intero Appennino Laziale. Le ragioni di questo fenomeno si possono facilmente descrivere. Prima di tutto dobbiamo dire che è posto nel cuore di una delle zone più popolose del Lazio, per seconda cosa, offre angoli di vera pace nonostante la sua posizione. Infine, risulta estremamente vario e piacevole nonostante sia relativamente breve.

Il Monte Semprevisa poi, malgrado sia poco appariscente, è una delle più note e amate montagne della zona, soprattutto nel versante pontino dove svetta senza rivali su tutta la pianura con un balzo oltre 1500 metri. L’itinerario che qui proponiamo compie un ampio giro che ci porta a toccare anche le elevazioni secondarie della cresta sommitale. Potremmo così ammirare numerosi e svariati colpi d’occhio sia sul versante romano che su quello pontino di questa amata montagna.

Monte Semprevisa da Pian della Faggeta | Escursioni, Sentieri e Trekking nel Lazio

Descrizione del Percorso

Sulla strada che collega Carpineto Romano a Montelanico, appena si giunge a Carpineto, si stacca sulla destra (provenendo da Montelanico) la carrozzabile per Pian della Faggeta (le Faggeta sulla carta IGM). Si percorre la strada per intero e, quando si è giunti all’imbocco del pianoro si può parcheggiare (c’è a disposizione una piccola piazzola di sosta). Si continua quindi a piedi (la strada diventa sterrata) e si prosegue dritti correndo lungo il Pian della Faggeta tenendoci sempre nella sua parte più bassa.

Percorsi circa 2 km, dopo una curva a destra, un sentiero si stacca dalla sterrata: percorrendolo abbiamo la possibilità di tagliare un tornante guadagnando così un po’ di tempo. Quando il sentiero sbuca di nuovo sulla strada, la si attraversa proseguendo lungo la valletta di cui ne abbiamo già percorso un breve tratto (0.40 h). Al termine della valletta ci si affaccia su una panoramica balconata percorsa dal nostro itinerario (0.30 h/ 1.10 h).

Verso il Monte Semprevisa

Un breve e piacevole tratto ci conduce velocemente ai Piani dell’Erdigheta cinti dal Monte Pizzone (all’estrema sinistra), dal Monte Erdigheta (al centro) e dal Monte della Croce (a destra). Attraversati i piani ci si incammina verso destra lungo la conca prativa che punta la sella tra il Monte Erdigheta e il Monte la Croce (1305 m, 0.30 h/ 1.40 h). Dalla sella si continua con sentiero lungo cresta in direzione nord.

Si sale sulla ripida ma breve cresta sud che conduce alla poco evidente cima del Monte la Croce (1427 m, 0.30 h/2.10 h). Inizia così la lunga cresta sommitale del Monte la Croce sulla quale si snoda il nostro itinerario in una faggeta secolare e il suo tipico sottobosco. Si arriva ad un ultima sella e subito dopo inizia il tratto finale (tenersi sulla destra) che ci permette di salire sulla cima del Monte Semprevisa. Usciti dal bosco la meta della nostra escursione è ormai a pochi minuti di cammino (1536 m, 0.40 h/ 2.50 h).

Scheda Tecnica

Dislivello complessivo: 700
Tempo andata: 2.50 ore
Tempo ritorno: 1.40 ore
Difficoltà: E
Segnaletica: segni bianco-rossi
Luogo di partenza: raggiungibile con auto e pullman

Per maggiori informazioni acquista il libro
Lazio Sud – Le più belle Escursioni

Lazio Sud - Le più belle Escursioni - Edizioni SER - libro

Coordinate GPRS

Monte Semprevisa
41°34’11.3″N 13°05’30.4″E

Mappa (Monte Semprevisa)

Lazio Nascosto © 2018 Exentia srls - REA 204642 | P.I. 02854870595 - Realizzato da SyriusWeb