BASSIANO




Patria del celebre umanista Aldo Manuzio (1447-1451), Bassiano è un grazioso borgo medievale, situato sopra un colle in una valle interna dei Monti Lepini.
Dalla caratteristica struttura a spirale, ascendente verso il punto ove anticamente sorgeva la rocca, il paese ha mantenuto quasi intatto l’aspetto di un villaggio fortificato del XIII-XIV secolo. Sono ancora visibili, infatti, le mura turrite aperte dalle originarie porte, residuo dell’assetto urbano dato alla fine del Duecento dai Caetani, mentre nel centro storico si ammirano numerose case-torri.

Tutt’attorno, montagne, boschi, prati, uliveti e terrazzamenti formano il quadro tipico del bucolico paesaggio lepino.
Le origini di Bassiano sono ancora oscure ma le prime notizie storiche fanno riferimento al X secolo quando pastori e agricoltori si rifugiarono in questi luoghi coperti dalle colline, per poter nascondersi dai frequenti assalti barbarici nella zona. Il nome di Bassiano fu invece ufficialmente scritto su un documento del 1169 ritrovato nell’archivio della Collegiata di Santa Maria in Sermoneta inerente ad un castrum.

Il centro storico di Bassiano offre suggestivi scorci verso le vette più alte dei Monti Lepini e passeggiando tra i suoi vicoli possiamo visitare la Chiesa di Sant'Erasmo, edificata intorno al XII secolo. I numerosi interventi dGuida alla visita di Bassianoi restauro ne hanno radicalmente cambiato l’architettura originale. Sulla facciata possiamo notare un bassorilievo che raffigura il “Cristo Benedicente”.
L’ambiente interno, tipicamente neoclassico, conserva un coro ligneo del 1852; nel borgo troviamo anche la chiesa di San Nicola risalente al 1200 e la Chiesa di Santa Maria che nasce come parte di un monastero benedettino nel XII secolo.

Le maestose mura castellane, fatte costruire dai Caetani nel XIII secolo, costituiscono la struttura a spirale del paese, una serie di scalette crea un gioco tra i vicoli e passaggi nascosti che culminano verso la collina in cui troneggia la già citata chiesa di Sant'Erasmo e la piazza della Torre Civica.
Le tre porte di accesso al borgo di Bassiano non rappresentano semplicemente un'apertura nelle mura ma un luogo dì incontro fra due mondi.



Appunti di Viaggio e Informazioni Turistiche

Comune di Bassiano
Via Aldo Manuzio, 117
Centralino
Tel . +39 0773.35.52.26
Fax +39 0773.35.50.13
Sito Web: www.comune.bassiano.lt.it


Cosa Visitare nei dintorni di Bassiano

I dintorni di Bassiano permettono di scoprire angoli affascinanti e mistici di questa parte del Lazio. Da non perdere è la visita al Santuario del Crocifisso, posto a circa tre chilometri dal centro abitato, in località Selva Scura. Splendidi gli affreschi della grotta databili intorno al XII secolo, e il celebre Crocifisso ligneo custodito al suo interno, scolpito da Fra’ Vincenzo Pietrosanti nel 1673.
Come buona parte dei paesi circostanti (Carpineto Romano, Sermoneta e Priverno), anche Bassiano conserverebbe, almeno secondo la tradizione, tracce della presenza templare. Bassiano, come già accennato, conserva cospicue vestigia medievali e merita una visita pacata.
Va inoltre rammentato che ci troviamo in una zona di estremo interesse: nei dintorni troviamo magnifici borghi come Sermoneta, Carpineto Romano, Norma. Comunque, vista la vicinanza, si consiglia di visitare nello stesso giorno anche l’Abbazia di Valvisciolo, anche per meglio comprendere le tematiche legate alla presenza templare della zona.



Mappa




Voci Correlate


Visita i Borghi più Belli del Lazio
Visita i borghi di Montagna del Lazio
Scopri le Sagre nel Lazio
Scopri le Feste Medievali nel Lazio
Visita i Castelli del Lazio
Dove Mangiare nei Migliori Ristoranti nel Lazio

Bassiano | Visita i Borghi più belli del Lazio

Scopri Cosa Visitare e
Cosa Vedere nel Lazio